Archivi del giorno: 2 maggio 2018

Quanto basta

Roma, oggi. Arturo (Vinicio Marchioni) sta per lasciare il carcere, sconterà il resto della condanna (rissa aggravata) conducendo un corso di cucina in un centro di accoglienza per ragazzi autistici, gestito dalla psichiatra Anna (Valeria Solarino). Il nostro, infatti, ha dei trascorsi da chef pluristellato, ed è egualmente noto per il suo carattere fumantino, poco incline ai compromessi, come fa notare Guido (Luigi Fedele), giovane affetto dalla Sindrome di Asperger, in grado di riconoscere con un piccolo assaggio ogni singolo ingrediente di una pietanza, e la cui grande passione per l’arte culinaria viene perpetrata anche attraverso il ricordo delle ricette di Pellegrino Artusi. La schiettezza esternata da Arturo, lungi da qualsiasi accondiscendenza pietistica, che trova d’altronde il suo contraltare  nella resa immediata dei sentimenti manifestata da Guido, pur nei limiti della suddetta sindrome che ne limita l’interazione sociale, farà sì che fra i due sorga una sorta di empatia reciproca, tanto da scoprire mano a mano alcuni punti in comune, per esempio il rapporto con una figura paterna circoscritto tra incomprensione e vicendevole conflitto. Continua a leggere