Archivi del mese: agosto 2018

Diari di Cineclub, online il numero 64- Settembre 2018

E’ online, scaricabile gratuitamente, Diari di Cineclub n. 64 – Settembre 2018, periodico indipendente di cultura ed informazione cinematografica. Fra gli articoli di questo numero: Trame da cinenovela (Marco Asunis); Ricordando Mino Argentieri (Ivano Cipriani); Lettera aperta a Gillo Pontecorvo (Mino Argentieri); Con lui imparammo a leggere un film (Mino Argentieri); Bergman e Antonioni 11anni dalla scomparsa (Maria Cristina Nascosi); Giallo napoletano  (Giuseppe Previti); Nuova aria nel mondo del cineclubismo messicano (Gabriel Rodriguez Alvarez); Un affare di famiglia (Shoplifters, Giovanni Ottone); In memoria di Stefan Kaspar, filosofo e regista del Cambiamento (Maurizio Del Bufalo); Il Marocco set cinematografico (Pino Bruni); I simili: tragedia fantascientifica in chiave hitchcockiana (Giacomo Napoli); Lo sguardo in bianco e nero del Guareschi fotografo (Nuccio Lodato); Il disprezzo di Godard e la ri-scrittura (Andrea Fabriziani); I diari di un’eternità. Io e Theo Angelopoulos di Petros Markaris (Giulia Zoppi); La terra degli alberi caduti (Antonio Falcone); Quando Hollywood vedeva rosso! (Pierfranco Bianchetti); Carlo Vanzina e il cinema usa e getta (Alberto Castellano); Mission impossibile – Fallout: Parigi come scenario limite (Àngel Quintana); Locarno 2018: vince il cinema di Singapore (G.O.); Gigi Proietti fra lingua e  linguistica, un grande. (Paola Dei); Il cinema è una forma di organizzazione del pubblico (DdC); Quell’attimo… quell’attimo prima è una cosa stupenda (DdC); La televisione del nulla e dell’isteria (XIX, DdC); Omaggio a Franco Basaglia. La libertà è terapeutica (DdC).

Silvano Campeggi, l’arte del manifesto cinematografico

Lamberto Maggiorani in “Ladri di biciclette”

Il manifesto cinematografico è stato fin dalle origini, ancora prima del trailer o di altri filmati promozionali, il principale mezzo informativo relativo all’uscita di un film, idoneo a trasmettere anche una certa emozionalità, travalicando quindi la mera funzione “di servizio”, riuscendo a riportare attraverso la riproduzione di un immagine lo stesso linguaggio da “macchina dei sogni” proprio della Settima Arte. Quanto scritto restituisce alla memoria un periodo in cui le case di produzione, ma in particolare quelle distributrici, cui spettava l’approvazione finale, commissionavano la realizzazione  del manifesto ad un cartellonista, offrendo il destro ad un particolare e suggestivo incontro tra grafica e pittura: quadri e disegni realizzati a mano, prima della stampa della locandina vera e propria, assecondavano così un senso ed una dimensione artigianale, almeno fino agli anni ’70, quando inizierà a prendere piede uno stile più vincolato al marketing. Continua a leggere

Venezia 75: “La Pellicola d’Oro” torna per il secondo anno consecutivo fra i premi collaterali

La Pellicola d’Oro

La Pellicola d’Oro torna, per il secondo anno consecutivo, tra i premi collaterali che saranno consegnati a tre maestranze dei film italiani in concorso alla 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ovvero Suspiria (Luca Guadagnino), Capri – Revolution (Mario Martone) e What You Gonna Do When the World’s on Fire? (Roberto Minervini); delle seguenti categorie in concorso ne saranno selezionate e premiate solo tre: Direttore di Produzione, Operatore di Macchina, Capo Elettricista, Capo Macchinista, Attrezzista, Sarta di Scena, Sartorie Cineteatrali, Effetti Speciali set, Storyboard Artist, Maestro d’Armi, Effetti Sonori Rumoristi, Costruttori di scena. La consegna dei riconoscimenti avrà luogo il 7 settembre alle ore 11.00 all’Hotel Excelsior, nello spazio Anica/Luce Cinecittà.
A decretare i vincitori sarà la giuria composta dal Presidente Francesco Martino de Carles (Produttore esecutivo), Paolo Masini (MIBAC), Gianluca Leurini (Produttore esecutivo), Umberto Carretti (As.For.Cinema), Enzo De Camillis (Presidente de La Pellicola d’Oro). Continua a leggere

Un ricordo di Neil Simon

Neil Simon (Movieplayer)

Ci lascia il commediografo e sceneggiatore americano Neil Simon (Marvin Neil all’anagrafe, New York, 1927), morto oggi, domenica 26 agosto, a Manhattan.
Attivo in teatro a partire dagli anni Sessanta, le sue pièces  denotano uno stile tanto sobrio quanto graffiante nel delineare, con toni da commedia e sulla base di un impianto drammaturgico piuttosto solido, fra dialoghi brillanti e battute al fulmicotone, pregi e difetti della middle class americana.
Stilemi quelli descritti idonei ad offrire opportuno risalto alle prestazioni attoriali, sia sul palcoscenico che sul grande schermo, come dimostrano i vari adattamenti cinematografici delle sue opere, per la maggior parte curati da Simon stesso. Continua a leggere

Montalto di Castro (VT): proiezione del film “Monica Vitti – L’attrice che nacque due volte”, di Donatella Baglivo

Nell’ambito della settima edizione dell’International Tour Film Festival, sabato 25 agosto allo Spazio Cinema Alfredo Bini a Montalto di Castro (VT), alle ore 20.30 avrà luogo un omaggio a Monica Vitti con la proiezione del film Monica Vitti – L’attrice che nacque due volte, per la regia di Donatella Baglivo, produzione Ciak2000 srl. Presentato già con grande successo alla mostra La dolce Vitti organizzata dall’Istituto Luce – Cinecittà al Teatro Dei Dioscuri di  Roma, il film sarà accompagnato anche da un’inedita esposizione fotografica a lei dedicata, con materiale proveniente dall’archivio personale di Donatella Baglivo, frutto della sua lunga esperienza di lavoro. Sarà inoltre possibile partecipare alla visita guidata del Museo del Cinema all’interno dello Spazio a partire dalle ore 18:30; dopo la proiezione seguirà dibattito. Ingresso gratuito.

Streaming in Laguna

(Sussidiario.net)

Dopo il grande successo delle edizioni precedenti, per il settimo anno la Sala Web di Venezia permetterà la visione online in tutto il mondo, raggiungibile dal sito della Biennale, di film significativi rientranti nella selezione ufficiale della 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, per cinque giorni a partire da quello in cui verranno presentati in prima mondiale al Lido. Il programma prevede una selezione di 18 lungometraggi, di cui 11 della sezione Orizzonti, due di Biennale College – Cinema, tre di Sconfini, e due Fuori Concorso, tutti in prima mondiale. Già da ieri, martedì 21 agosto, è possibile acquistare il biglietto o il pass digitale, con le seguenti modalità di accesso online:le proiezioni, per conto della Mostra, saranno collocate per il territorio internazionale sul sito protetto operato da Festival Scope, mentre per quello geolocalizzato al territorio italiano da MYmovies.it e Repubblica.it sulla piattaforma MYmovieslive – Nuovo Cinema Repubblica .   Continua a leggere

Venezia 75: la Biennale annuncia due nuovi premi collaterali

La Biennale di Venezia ha annunciato l’aggiunta di due nuovi riconoscimenti collaterali nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica: il premio dell’Hollywood Foreign Press Association (HFPA) di Los Angeles e il premio Fundación Casa Wabi – Mantarraya (Messico), ambedue rivolti a cineasti presenti alla Mostra e consistenti in programmi di workshop e sviluppo di progetti in residenza.
Il primo sarà destinato a tre cineasti (registi, produttori) vincitori nella sezione Orizzonti dei premi al Miglior film, alla Miglior regia e Premio Speciale della Giuria, i quali dal 2 al 23 gennaio 2019 parteciperanno a Los Angeles ad un programma di tre settimane con master class e workshop, in collaborazione con Film Independent; i cineasti selezionati saranno affiancati individualmente da tutor per perfezionare le loro competenze, parteciperanno a proiezioni ed eventi formativi ospitati da Film Independent. Altri tre cineasti saranno selezionati per il medesimo programma dal Filmmaker Lab del Toronto Film Festival. Continua a leggere