Archivi del mese: settembre 2018

13ma Festa del Cinema di Roma: apertura con “Bad Times at the El Royale” di Drew Goddard

(IMDb)

Sarà Bad Times at the El Royale (7 sconosciuti a El Royale) scritto e diretto da Drew Goddard, alla sua opera seconda in qualità di regista (l’esordio è del 2012, The Cabin in the WoodsQuella casa nel bosco), ad aprire la tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (18 – 28 ottobre), come annunciato oggi, sabato 29 settembre, dal Direttore Artistico Antonio Monda in accordo con Laura Delli Colli, alla guida della Fondazione Cinema per Roma, e Francesca Via, Direttore Generale. L’opera di Goddard, che uscirà nelle sale italiane il 25 ottobre distribuito da 20th Century Fox,  si prospetta dalla sinossi come un classico noir: all’interno di un misterioso e fatiscente hotel al confine tra California e Nevada, l’El Royale sul lago Tahoe, si incontrano sette estranei, ognuno con un passato da nascondere e un segreto da proteggere. La notte del loro incontro sarà un momento decisivo: tutti avranno un’ultima, fatidica possibilità di redenzione; nel cast del film, Jeff Bridges, Cynthia Erivo, Dakota Johnson, Jon Hamm, Cailee Spaeny, Lewis Pullman, Nick Offerman e Chris Hemsworth.

Sulla mia pelle

(Movieplayer)

Roma, Ospedale Sandro Pertini, aerea Medicina Protetta, 22 ottobre 2009.
Un infermiere entra in una cella, incita l’uomo rannicchiato sul letto a svegliarsi, occorre eseguire un prelievo di sangue… Nessuna reazione, deceduto…
Si tratta di Stefano Cucchi (Alessandro Borghi), 31 anni, geometra e lavorante nell’azienda di famiglia, in regime di custodia cautelare dopo udienza di convalida del fermo, quest’ultimo avvenuto il 15 ottobre, quando era in auto con il suo amico Emanuele (Andrea Lattanzi) e i Carabinieri sollecitavano entrambi a scendere dopo aver notato che il primo aveva passato al secondo qualcosa, probabilmente una dose di sostanze stupefacenti.
Alla perquisizione Stefano risultava in possesso di 12 confezioni di hashish, 3 pacchetti di cocaina, 2 pasticche, di cui una medicinale; veniva quindi condotto in caserma, dopo un’ulteriore perquisizione in casa, presenti i genitori, Giovanni (Max Tortora) e Rita (Milvia Marigliano). Il giorno seguente, alla citata udienza, Stefano appariva col volto pesantemente tumefatto, camminava a fatica, la sua loquela sconnessa, come quando dichiarava alla giudice, assistito dall’avvocato d’ufficio, nell’impossibilità di chiamare il proprio, di riconoscere il reato di detenzione ma non quello di spaccio… Forse l’avrà picchiato qualche detenuto in cella, pensava il padre, stordito dal dolore, memore dei trascorsi del figlio in una comunità di recupero… Continua a leggere

Oscar 2019: l’Italia concorre con “Bismillah” di Alessandro Grande alla selezione per il miglior cortometraggio

(ANSA.it)

Bismillah del regista Alessandro Grande rappresenterà il cinema italiano alla selezione del premio Oscar per il miglior cortometraggio, andando così ad affiancare Dogman di Matteo Garrone, che, come già comunicato ieri, martedì 25 settembre, è stato scelto dall’apposita  commissione dell’ANICA per concorrere alla selezione relativa al miglior film straniero alla 91ma edizione degli Academy Awards. Scritto e diretto da Alessandro Grande, che lo ha prodotto con la Indaco Film, supportato da Calabria Film Commission, Rai cinema e distribuito da Zen Movie, Bismillah, che ha già conquistato importanti riconoscimenti in vari festival internazionali, oltre al David di Donatello per il Miglior Cortometraggio, vede il plot narrativo incentrarsi sulla storia della piccola Samira, ponendo sullo sfondo l’urgente e problematica tematica dell’immigrazione.

Oscar 2019: l’Italia candida “Dogman”

Sarà Dogman di Matteo Garrone a rappresentare il cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua straniera nell’ambito della 91ma edizione degli Academy Awards: questa la decisione presa  dalla Commissione di Selezione istituita dall’ANICA lo scorso giugno, su incarico dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Marta Donzelli, Gian Luca Farinelli, Antonio Medici, Silvio Soldini, Maria Carolina Terzi, Maria Sole Tognazzi, Stefania Ulivi, Enrico Vanzina.
Dogman è stato presentato, in concorso, al 71mo Festival di Cannes, dove il protagonista, Marcello Fonte, ha conseguito la Palma d’Oro per la migliore interpretazione maschile. L’annuncio delle nomination è previsto per il 22 gennaio 2019; la cerimonia di consegna degli Oscar avrà luogo a Los Angeles domenica 24 febbraio 2019.

Milano, Cinema Spazio Oberdan: “Omaggio a Ingmar Bergman”

Ingmar Bergman (Corriere della Sera)

Da oggi, lunedì 24, e fino a venerdì 28 settembre, al Cinema Spazio Oberdan di Milano, Fondazione Cineteca Italiana proporrà Omaggio ad Ingmar Bergman, una rassegna in 9 titoli per celebrare i 100 anni dalla nascita del regista svedese, tra i massimi protagonisti del cinema europeo, che, poggiando sulle solidi basi della cultura teatrale e letteraria della sua terra d’origine, ha saputo evolversi dalle iniziali fasi sperimentali ad una rigorosa essenzialità stilistica, sempre rispettosa, tanto come scrittura che come regia, del mezzo cinematografico in quanto tale, ponendo cruciali e sempre attuali interrogativi sulla condizione umana nel percorrere il tortuoso sentiero all’interno dell’esistenza. Continua a leggere

Mamma mia! Ci risiamo

(Movieplayer)

La mia anima, alquanto pop e “musicarella”, era stata piacevolmente solleticata, undici anni orsono, dalla visione di Mamma mia!, tratto dall’omonimo musical scritto da Catherine Johnson, che ne curava la sceneggiatura anche per il grande schermo, mentre la regia era affidata a Phyllida Lloyd.
Notando l’ispirazione, credo dichiarata, ad un film del 1968, Buonasera, Signora Campbell, diretto da Melvin Frank, ricordo di essere rimasto conquistato da quell’atmosfera gioiosa e liberatoria che trovava opportuno proscenio nell’isola greca di Kalokairi, località-cartolina sul cui sfondo risaltava l’esternazione, piuttosto estemporanea e dal sentore “casareccio”, di balletti eseguiti su musiche del gruppo svedese degli ABBA.
La resa complessiva risultava  coinvolgente, merito certo di un cast, guidato da Meryl Streep, affiatato e con una gran voglia di mettersi in gioco e divertirsi, ma anche di una regia piuttosto solida, idonea a conferire un opportuno senso di continuità ai numeri musicali, fluidamente intersecati nello scorrere dell’iter narrativo. Continua a leggere

Milano, martedì 25 settembre la riapertura del MIC- Museo Interattivo del Cinema

Martedì 25 settembre, dalle ore 19, riaprirà il MIC – Museo Interattivo del Cinema di Milano, con un nuovo allestimento, volto a rappresentare, fra strumenti antichi come le lanterne magiche e device di ultima generazione, un percorso dove passato, presente e futuro possano trovare opportuno congiungimento. Singolare, e geniale al contempo, lo spunto tematico scelto per la rassegna di riapertura: considerando come l’appalto di ristrutturazione sia stato consegnato nei tempi previsti, certamente un “miracolo” nel nostro paese in considerazione dei vari passaggi burocratici, ecco che in collaborazione con Sky verrà presentata in sala la serie televisiva italiana Il miracolo, debutto registico dello scrittore  Niccolò Ammaniti, oltre alla proiezione di una  serie di film il cui fulcro narrativo si incentra su eventi miracolosi e fenomeni soprannaturali (fra gli altri, Miracolo a Milano, 1951, Vittorio de Sica, Luci della città, 1931, Charlie Chaplin, Il cielo può attendere, 1943, Ernst Lubitsch, Per grazia ricevuta, 1971, Nino Manfredi,  La forma dell’acqua, 2017, Guillermo del Toro); per l’occasione, da mercoledì 26 a domenica 30 settembre, dalle ore 15 alle ore 19,  l’ingresso a tutte le proiezioni e al museo sarà libero con Cinetessera 2018. Continua a leggere