Archivi del giorno: 5 maggio 2019

Dumbo (1941)

Florida, anni ’40.
Nei quartieri invernali del circo planano giù dal cielo le cicogne, recano nei loro becchi, avvolti in candidi fagottini, i cuccioli da consegnare alle signore in attesa: da mamma orsa a mamma giraffa tutte hanno avuto ciò che aspettavano, tranne l’elefantessa Jumbo, che il mattino dopo s’incammina mesta insieme alle compagne verso il vagone del treno, la locomotiva Casey Jr. (Casimiro), in partenza per la consueta tournée.
Ma anche per lei il messo piumato non si farà attendere, nel corso del viaggio potrà infatti dare il benvenuto ad un grazioso elefantino dagli espressivi occhi azzurri e, lo si scoprirà dopo un sonoro starnuto del piccolo, dotato anche di enormi orecchie, subito oggetto di scherno da parte delle malevole elefantesse.
Ma la mamma sa come impiegare quelle insolite appendici, per esempio le può avvolgere intorno al corpo di Jumbo Jr., a guisa di coperta, per poi cullarlo trattenendolo con la proboscide. Purtroppo il giorno in cui s’inaugura lo spettacolo avviene un episodio increscioso: innervosita per gli scherni rivolti alla creatura da alcuni giovinastri, la signora Jumbo si lancia contro di loro, creando scompiglio e terrore. Per lei si prevede l’isolamento, rinchiusa ed incatenata all’interno un carrozzone, lasciando il piccolo, subitamente soprannominato Dumbo (storpiatura del termine dumb, stupido) dalle solite elefantesse pettegole, tristemente solo. Continua a leggere