Archivi categoria: Cultura

Una vita in cambio

Anguillara Sabazia, un paese sulle sponde del lago di Bracciano (RM), tempi nostri.
Il pensionato Gustavo Gentili (Toni Garrani), uomo solo, carattere scostante, aspetto elegante e distinto, mette in affitto un appartamento comperato qualche tempo fa, situato nello stesso condominio ove ha sede la propria abitazione, ereditata dai genitori. A chiedere notizie relative alle condizioni locative si presenta tale Marcello Silvestri (Stefano Fresi), rappresentante di alimenti surgelati; il colloquio fra i due, però, non si limita soltanto alle clausole contrattuali o alla determinazione del canone mensile, in quanto il potenziale affittuario incalza Gentili con una serie di domande, intende sapere chi vi abitava precedentemente, anzi, è a conoscenza che fosse una donna…
Pur contrariato, Gentili,  conferma… Sì, precedentemente aveva affittato l’appartamento ad una giovane coppia, Vittoria (Elena Arvigo), cameriera, e Francesco (Diego Florio), lavorante sul locale traghetto.
Puntuali nei pagamenti, pur con un certo affanno, non tenuto in debita considerazione da Gentili, i due sembravano avviati ad una felice vita insieme, fiduciosi verso il futuro, quando la notte di San Silvestro ecco irrompere una tragedia improvvisa, la morte di Francesco causa una caduta… Continua a leggere

Milano, Cinema Spazio Oberdan: una personale dedicata a John Huston

John Huston (Disney Wiki-Fandom)

Dal 23 luglio al 12 agosto  Fondazione Cineteca Italiana presenterà al Cinema Spazio Oberdan di Milano una personale in 19 lungometraggi dedicata a John Huston (1906 – 1987) , uno dei massimi registi dell’intera storia del cinema, oltre che uomo di forte personalità, errabonda e avventurosa, dai svariati talenti (pugile, militare di carriera, giornalista, attore, sceneggiatore, documentarista, regista). Le sue opere sono permeate di un vigoroso senso dell’avventura, dal coraggio della sfida, quest’ultima spesso incentrata sulla ricerca di un’illusoria ricchezza, tanto a lungo bramata quanto rapida a sfuggire di mano, nonché della sconfitta, anche quando si mette in piedi una lotta per ciò in cui si crede, una ritrovata luce nell’incedere quotidiano che andrà presto a spegnersi; nel corso della sua carriera si è cimentato in tutti i generi cinematografici, plasmandoli e modificandoli a suo piacimento: dal noir al western, passando per la commedia e il kolossal.
Fra i 19 titoli in cartellone l’unico senza la regia di Huston risulta Chinatown, per il quale Roman Polanski affidò al collega la parte di Noah Cross, un vecchio magnate senza scrupoli di indimenticabile forza espressiva. Continua a leggere

Venezia 75 : “Il primo uomo” di Damien Chazelle titolo d’apertura

Stando a quanto riporta Variety, in attesa quindi della comunicazione ufficiale, sarà il nuovo film di Damien Chazelle, First Man (Il primo uomo), ad aprire la 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (29 agosto-8 settembre). Proiezione, in Concorso, al Palazzo del Cinema, Sala Grande, Lido di Venezia; dopo La La Land, due anni orsono, Chazelle vedrebbe dunque per la seconda volta un suo film scelto quale titolo d’apertura della Mostra. Protagonista de Il primo uomo, adattamento ad opera di Josh Singer della biografia ufficiale First Man: The Life of Neil A. Armstrong scritta da James R. Hansen (2005), è Ryan Gosling, ad interpretare l’astronauta Neil Armstrong, la cui vita viene narrata negli anni precedenti alla famosa missione, di cui quest’anno ricorre il 49mo anniversario, che vedrà l’Apollo 11 atterrare sulla luna.

***************************************

79041_ppl

Ryan Gosling (Coming Soon)

La  notizia ha avuto conferma nel corso delle ore dalla diramazione del comunicato ufficiale, dal quale estraggo la dichiarazione del direttore della Mostra, Alberto Barbera: “È un autentico privilegio poter presentare in prima mondiale il nuovo, attesissimo film di Damien Chazelle.
Un lavoro personale, affascinante e originale, piacevolmente sorprendente al confronto con gli altri film epici del nostri tempi, a conferma del grande talento di un regista tra i più importanti del cinema americano di oggi.
Siamo grati alla Universal Pictures per aver accettato di condividere con noi l’apertura della 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica con First Man”. Il regista Chazelle, a sua volta, ha affermato: “Sono onorato dell’invito di Venezia e sono entusiasta di ritornare.  È particolarmente emozionante che questa notizia sia così vicina all’anniversario dell’atterraggio sulla luna.
Non vedo l’ora di portare il film alla Mostra”.

36mo Torino Film Festival: “Lunga vita a Ermanno Olmi!”

Ermanno Olmi (IndieWire)

La 36ma edizione del Torino Film Festival (23 novembre-1°dicembre) dedicherà un’intera giornata al regista Ermanno Olmi, nel corso della quale saranno proposti film, documentari, materiali rari o inediti, incontri con ospiti speciali, testimonianze di collaboratori, allievi e ammiratori eccellenti e molte altre iniziative, per ricordare l’attualità e la vitalità di uno dei maestri del cinema moderno, che continua a porsi come esempio per il rigore morale e la perfezione formale; ad accompagnare le proiezioni e gli ospiti della giornata sarà un amico e storico collaboratore di Olmi, il regista Maurizio Zaccaro.
Lunga vita a Ermanno Olmi!, questa la denominazione dell’evento, vede l’organizzazione del Torino Film Festival e del Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con Rai Cinema, Rai Teche, Istituto Luce Cinecittà e la famiglia Olmi.

Alice nella Città XVI Edizione, le prime anticipazioni

Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle nuove generazioni, giunta alla sua 16ma edizione, curatori Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, si svolgerà nella Capitale dal 18 al 28 ottobre  tra Casa Alice, gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica e alcune sale cinematografiche della città, presentando un’estrema varietà di formati e linguaggi visivi in cui convivranno i classici contemporanei, le prime visioni, le grandi anteprime fuori concorso, le serie tv, i cortometraggi, i film rari ed i restauri.  La nuova programmazione metterà al centro le opere presenti nelle tre sezioni corrispondenti alle tradizionali linee di ricerca collegate al Concorso aperto alle scuole, Panorama e Panorama Italia, che nascono con l’idea di intercettare e raccogliere tutto ciò che si muove non solo tra gli esordi alla regia ma anche nelle storie volte ad affrontare i temi dell’adolescenza e della giovinezza con uno sguardo più adulto.  Tra le prime anticipazioni,  titolo di preapertura sarà Johnny English colpisce ancora , con Rowan Atkinson,  a Roma  per accompagnare il film, oltre che protagonista di un incontro sul mestiere dell’attore e sulla comicità con gli studenti delle scuole di cinema. Continua a leggere

“Il Golem” in Laguna

(Wikipedia)

Il classico del cinema muto Il Golem – Come venne al mondo (Der Golem – Wie er in die Welt kam, 1920), scritto e diretto da Paul Wegener, è il titolo scelto per la serata di preapertura di martedì 28 agosto della 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (29 agosto-8 settembre), che si terrà nella Sala Darsena (Palazzo del Cinema) al Lido.
Il film sarà proiettato in una nuova copia digitale tratta dal negativo originale ritenuto perduto, con un restauro in 4K a cura della Friedrich-Wilhelm-Murnau-Stiftung di Wiesbaden (Germania) e della Cinémathèque Royale de Belgique (Cinematek) di Bruxelles, presentato in prima mondiale; il restauro digitale è stato eseguito dall’Immagine Ritrovata di Bologna. La proiezione de Il Golem sarà sonorizzata con la musica originale del maestro Admir Shkurtaj commissionata dalla Biennale di Venezia, eseguita dal vivo dal Mesimèr Ensemble così composto: Hersjana Matmuja (soprano), Giorgio Distante (tromba in sib, tromba midi), Pino Basile (cupafon – set di tamburi a frizione, percussioni, ocarina), Vanessa Sotgiù (sintetizzatore, pianoforte), Iacopo Conoci (violoncello), Admir Shkurtaj (direzione, elettronica, fisarmonica, pianoforte). Continua a leggere

“Libero cinema in libera terra”, da oggi al via la 13ma edizione

Prende il via oggi, martedì 17 luglio, per concludersi il 12 ottobre, la 13ma edizione di Libero cinema in libera terra, la carovana di cinema itinerante contro le mafie che ogni estate viaggia per la penisola con un furgone tecnologicamente attrezzato, così da consentire in poco tempo di allestire spazi cinematografici temporanei all’aperto, scegliendo luoghi simbolici, piazze, parchi, periferie, terre confiscate ai mafiosi e restituite alla legalità, dove montare schermo e proiettore per portare le emozioni del cinema direttamente alle persone e promuovere l’allargamento degli spazi democratici e la cultura della legalità.
Da oggi e fino al 5 agosto quindi la carovana farà tappa in Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, sempre in stretta collaborazione con le realtà del territorio: associazioni, presidii, cooperative, istituzioni, cittadini responsabili in modo da coinvolgere il maggior numero di cosmocivici, nuovi cittadini del mondo globalizzato convinti che la democrazia si sperimenti nel pubblico confronto, nel bilanciamento delicato fra libertà e regole comuni. Continua a leggere