Archivi categoria: Cinema

Le mostre della 13ma Festa del Cinema di Roma

Three Minutes / Mostra fotografica di Riccardo Ghilardi: una cinquantina di ritratti realizzati da Ghilardi, fotografo ritrattista dell’agenzia internazionale Contour by Getty Images, nel corso della sua vita artistica e professionale, durante i suoi anni errabondi tra i festival internazionali di cinema, alla ricerca dei volti delle star colti in quei luoghi iconici che ogni anno diventano vetrina della “fabbrica dei sogni”, Cannes, Venezia, Berlino, Los Angeles con gli Oscar® e i Golden Globe, e ancora Toronto, Roma, New York e tanti altri. L’obiettivo le ha catturate in quegli attimi, prima che le luci del red carpet si accendano o subito dopo che si siano spente, in cui si riappropriano della propria intima umanità, come se volessero farne tesoro per prepararsi nuovamente ai riflettori; la mostra è realizzata in collaborazione con Rai Cinema e con il sostegno di Istituto Luce Cinecittà. Orari per il pubblico:18 – 28 ottobre ore 9 – 24- Foyer Sala Sinopoli, Foyer Sala Petrassi (Auditorium Parco della Musica). Ingresso gratuito. Continua a leggere

“La Pellicola d’Oro” torna alla Festa del Cinema di Roma, con il convegno “Mestieri ed artigiani del cinema Italiano – Per valorizzare i mestieri nascosti”

La Pellicola d’Oro

Venerdì 19 ottobre alle ore 15.00 nello spazio RomaLazioFilmCommission, all’interno della 13ma edizione de la Festa del Cinema di Roma, avrà luogo il convegno Mestieri ed artigiani del cinema Italiano – Per valorizzare i mestieri nascosti, promosso ed organizzato dall’Associazione Culturale Articolo 9 Cultura e Spettacolo e dalla Sas Cinema di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis,  legato a  La Pellicola d’Oro, riconoscimento  dedicato alle maestranze e all’artigianato,  giunto alla sua IX edizione, che ha come obiettivo portare alla ribalta quei mestieri il cui ruolo è fondamentale per la realizzazione di un film ma che, allo stesso tempo, sono praticamente sconosciuti o non correttamente valutati dal pubblico che frequenta le sale cinematografiche o guarda i film sui canali televisivi. Accanto a questi riconoscimenti però, non mancano premi speciali che vengono assegnati ad altri esponenti del cinema, dello spettacolo e della cultura, che si sono particolarmente distinti nella loro carriera anche in relazione al positivo rapporto instaurato con le maestranze, tecnici e artigiani che operano sul set. Saranno presenti al convegno Laura Delli Colli (Vicepresidente Fondazione Cinema per Roma), l’On. Silvia Costa (Parlamentare Europeo), Paolo Masini (MiBact Consigliere del Ministro), Roberto Perpignani (Presidente FIDAC),  Gianni Quaranta.

 

Festa del Cinema di Roma 13ma Edizione

Avrà inizio giovedì 18, per concludersi domenica 28 ottobre, la 13ma edizione della Festa del Cinema di Roma, che si terrà all’Auditorium Parco della Musica, coinvolgendo, come ogni anno, numerosi altri luoghi e realtà culturali della Capitale.
Direttore artistico Antonio Monda, il quale ponendo l’accento sulla denominazione della kermesse, “Festa” e non “Festival” ha mantenuto fede alla sua promessa “di lavorare con discontinuità: artisti, registi, attrici, attori, personaggi scelgono Roma anche se non hanno un film da promuovere, vengono a parlare per un’ora e mezza con noi”.  Sull’immagine ufficiale della Festa campeggia Peter Sellers, uno scatto del fotografo britannico Terry O’Neill, che lo ritrae nei panni del suo personaggio più conosciuto, l’ispettore Jacques Clouseau, protagonista della serie La Pantera Rosa (iniziata nel 1963, per la regia di Blake Edwards, The Pink Panther). All’attore inglese, apprezzato da un pubblico eterogeneo, che ha ammirato tanto le sue interpretazioni brillanti, intrise di lucida follia, rispettose dei tempi comici ed ispirate all’essenzialità visiva dei tempi del muto, quanto le eccellenti prove in ruoli drammatici, sarà dedicata una delle Retrospettive, sezione curata da Mario Sesti, mentre l’altra sarà incentrata sul cineasta francese Maurice Pialat,  autore di un cinema che sfugge volontariamente alle etichette, ma sempre attraversato da temi e sentimenti di eccezionale tensione emotiva. Continua a leggere

Sogni d’oro

(Pinterest)

“Io… io dormirò tranquillo… perché so che il mio peggior nemico… veglia su di me”. (Clint Eastwood, “il buono”, rivolto a Tuco, “il brutto”, Eli Wallach, nel film Il buono, il brutto, il cattivo, Sergio Leone, 1966).

Milano: prende vita il progetto “CIACK”, la magia del cinema come terapia per le malattie neurodegenerative

Avrà inizio oggi, venerdì 12 ottobre, la sperimentazione del nuovo progetto CIACK – Curare Attraverso il Cinema Kreativo, promosso da Fondazione Cineteca Italiana, Medicinema Italia Onlus, Centro di Neuropsicologia Cognitiva ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda e Istituto Don Gnocchi, che intende offrire benessere e sollievo alle persone affette da malattie con deterioramento cognitivo (morbo di Alzheimer), così come a coloro che le assistono nell’ambito del contesto familiare,  attraverso  un uso innovativo del materiale filmico d’archivio, inteso quale strumento di cura alla memoria e di assistenza al malato: specifici montaggi di immagini d’archivio con accompagnamento musicale rivelano infatti uno straordinario potere terapeutico.Da ricerche scientifiche svolte è emerso che la terapia di sollievo con l’utilizzo del cinema e della cultura permette di formulare un percorso psicologico di supporto alla malattia, con ricaduta positiva sulle persone beneficiarie: da queste sperimentazioni prende spunto il progetto CIACK, focalizzandosi in questo caso sulle malattie neurologiche, in particolare sul morbo di Alzheimer, considerando che solo in Italia circa 700.000 persone devono convivere con questa patologia e ogni anno sono circa 8.000 i nuovi casi stimati. Continua a leggere

Te absolvo

Piemonte, un piccolo paese fra le colline del Monferrato, giorni nostri.
Per sostituire il parroco Andrea Caracci (Toni Garrani), sospeso a divinis in seguito alla relazione con una donna del luogo, Veronica (Karolina Cernic), dalla quale ha avuto una bambina, è arrivato un giovane prete, Paolo Biancorè (Igor Mattei). Il primo incontro fra i due, all’osteria, non sembra nascere sotto buoni auspici, Paolo fatica a comprendere l’atteggiamento di Andrea, il quale non solo ha celebrato il “matrimonio riparatore” fra Veronica e il sacrestano Fausto (Fabio Fazi), provvedendo poi a battezzare la neonata, ma appare inoltre deciso nel continuare ad assumere il proprio ruolo: la sua vocazione non è certo svanita, anzi, ha dato amore e messo una vita al mondo, poco importa se la gente, oltre a giudicare la sua condotta, diserta la messa, lui fa affidamento più sui testi delle Scritture che sui regolamenti ecclesiastici e, soprattutto, sulla presenza tangibile, concreta, di Dio, rinvenibile tanto nella terra dei declivi tutt’intorno, quanto in ogni gesto quotidiano volto alla comprensione reciproca e alla speranza condivisa. Continua a leggere

Roma, al via la mostra “Pixar. 30 anni di animazione”

Fondata in California nel 1986, la Pixar, acquisita nel 2006 dalla Disney, si è sempre caratterizzata per la realizzazione di opere dalla godibile ed armonica messa in scena, perfetta sotto ogni aspetto tecnico, rimarcando, ancor prima dell’originalità narrativa,  una certa sensibilità espressa a livello di sceneggiatura e regia nel trattare tematiche “adulte” senza perdere di vista una concreta fascinazione visiva, con un uso delle moderne tecniche  idonea ad andare oltre l’idea di semplice prodigio tecnico. Dietro le quinte di cotanta meraviglia si nasconde il lavoro di creativi e registi che, prima di affidarsi al digitale, utilizzano strumenti tradizionali quali  il disegno, i colori a tempera, i pastelli, la scultura, tutto un mondo nascosto che ora viene alla luce grazie alla mostra Pixar. 30 anni di animazione curata, per l’edizione italiana, da Elyse Klaidman e Maria Grazia Mattei, visitabile da oggi, martedì 9 ottobre, al Palazzo delle Esposizioni di Roma: fino al 20 gennaio 2019 saranno dunque esposte oltre 400 opere tra disegni, sculture, bozzetti, collage e storyboard, oltre ad una nutrita selezione di materiali video.
Il percorso espositivo, progettato da Fabio Fornasari, propone una chiave di lettura basata sui concetti di Personaggio, Storia e Mondo, offrendo poi due installazioni, l’Artscape e lo Zoetrope, che con la tecnologia digitale fanno rivivere le opere esposte e ricreano l’emozione e la magia dell’animazione.
Prevista inoltre la proiezione dei film realizzati negli anni dalla Pixar, oltre ad una serie d’incontri (A regola d’arte) e laboratori per scuole e famiglie.