Archivi tag: Anica

Oscar 2019: l’Italia concorre con “Bismillah” di Alessandro Grande alla selezione per il miglior cortometraggio

(ANSA.it)

Bismillah del regista Alessandro Grande rappresenterà il cinema italiano alla selezione del premio Oscar per il miglior cortometraggio, andando così ad affiancare Dogman di Matteo Garrone, che, come già comunicato ieri, martedì 25 settembre, è stato scelto dall’apposita  commissione dell’ANICA per concorrere alla selezione relativa al miglior film straniero alla 91ma edizione degli Academy Awards. Scritto e diretto da Alessandro Grande, che lo ha prodotto con la Indaco Film, supportato da Calabria Film Commission, Rai cinema e distribuito da Zen Movie, Bismillah, che ha già conquistato importanti riconoscimenti in vari festival internazionali, oltre al David di Donatello per il Miglior Cortometraggio, vede il plot narrativo incentrarsi sulla storia della piccola Samira, ponendo sullo sfondo l’urgente e problematica tematica dell’immigrazione.

21 titoli per un Oscar

(Oubilette Magazine)

Si sono chiuse le iscrizioni per i film di nazionalità italiana che intendono concorrere alla selezione del candidato all’Oscar per il miglior lungometraggio in lingua straniera: 21 i titoli, distribuiti nelle sale del territorio nazionale tra il 1° ottobre 2017 e il 30 settembre 2018, come da seguente elenco, in ordine alfabetico; la commissione istituita presso l’ANICA su richiesta dell’Academy Award si riunirà il prossimo 25 settembre per designare il candidato italiano.

A casa tutti bene (Gabriele Muccino). Caina (Stefano Amatucci). Come un gatto in tangenziale (Riccardo Milani). Dogman (Matteo Garrone). Dove non ho mai abitato (Paolo Franchi). L’esodo (Ciro Formisano). L’eta’ imperfetta (Ulisse Lendaro). Il figlio sospeso (Egidio Termine). Lazzaro felice (Alice Rohrwacher). Manuel (Dario Albertini). Napoli velata (Ferzan Ozpetek). Nome di donna (Marco Tullio Giordana). Quanto basta (Francesco Falaschi). La ragazza nella nebbia (Donato Carrisi). Riccardo va all’inferno (Roberta Torre).  Sembra mio figlio (Costanza Quatriglio). Una storia senza nome (Roberto Andò). Sulla mia pelle (Alessio Cremonini). La terra dell’abbastanza (Damiano e Fabio D’Innocenzo). The Place (Paolo Genovese). Tito e gli alieni (Paola Randi).

Oscar 2018: l’Italia candida “A Ciambra”

Jonas Carpigano at arrivals for 25th Gotham Independent Film Awards, Cipriani Wall Street, New York, NY November 30, 2015. Photo By: Derek Storm/Everett Collection

La Commissione di Selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali),  lo scorso 4 agosto, su invito dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica Lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani, Francesco Piccolo ha designato oggi, martedì 26 settembre, il film A Ciambra di Jonas Ash Carpignano a rappresentare il cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese. L’annuncio delle candidature è previsto per il 23 gennaio 2018, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles domenica 4 marzo 2018.

Oscar 2018: 14 i titoli italiani iscritti per la candidatura

A ciambra (Jonas Ash Carpignano), Cuori puri (Roberto De Paolis), L’equilibrio (Vincenzo Marra), Una famiglia (Sebastiano Riso), Fortunata (Sergio Castellitto), Gatta Cenerentola (Alessandro Rak – Ivan Cappiello – Marino Guarnieri – Dario Sansone), Ho amici in paradiso (Fabrizio Maria Cortese), L’ora legale (Salvatore Ficarra e Valentino Picone), L’ordine delle cose (Andrea Segre), Sicilian Ghost Story (Antonio Piazza e Fabio Grassadonia), La stoffa dei sogni (Gianfranco Cabiddu), La tenerezza (Gianni Amelio), Tutto quello che vuoi (Francesco Bruni), La vita in comune (Edoardo Winspeare): ecco, selezionati fra i film italiani distribuiti sul nostro territorio tra il 1° ottobre 2016 e il 30 settembre 2017, i 14 titoli che risultano iscritti alla corsa per la candidatura del rappresentante  all’Oscar per il migliore film di lungometraggio in lingua non inglese. Lo ha reso noto oggi, lunedì 18 settembre, l’ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali): il candidato verrà scelto martedì 26 settembre, quando si riunirà l’apposita Commissione di selezione, che agisce in rappresentanza dell’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences. La designazione dovrà essere comunicata all’Academy entro lunedì 2 ottobre. L’annuncio delle nomination è previsto per il 23 gennaio 2018, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar avrà luogo a Los Angeles domenica 4 marzo 2018.

Oscar 2017: l’Italia candida “Fuocoammare”

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

La Commissione di selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’ANICA, su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli (direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le attività culturali), Tilde Corsi (produttrice), Osvaldo De Santis (distributore), Piera Detassis (giornalista), Enrico Magrelli (giornalista), Francesco Melzi D’Eril (distributore), Roberto Sessa (produttore), Paolo Sorrentino (regista), Sandro Veronesi (scrittore), ha comunicato oggi, lunedì 26 settembre, la designazione di Fuocoammare, diretto da Gianfranco Rosi, come rappresentante del cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese; l’annuncio delle nomination avrà luogo martedì 24 gennaio 2017, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.
Il film di Rosi andrà in onda in prima visione lunedì 3 ottobre su Rai3 in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

Oscar 2017: i sette titoli italiani iscritti per la candidatura

academy_award_trophyFuocoammare (Gianfranco Rosi), Gli ultimi saranno gli ultimi (Massimiliano Bruno); Indivisibili (Edoardo De Angelis); Lo chiamavano Jeeg Robot (Gabriele Mainetti); Perfetti sconosciuti (Paolo Genovese); Pericle il nero (Stefano Mordini); Suburra (Stefano Sollima): ecco, selezionati fra i film italiani distribuiti sul nostro territorio tra il 1 ottobre 2015 e il 30 settembre 2016, i sette titoli che si sono iscritti alla corsa per la candidatura del rappresentante italiano all’Oscar per il migliore film di lungometraggio in lingua non inglese.
Lo ha reso noto oggi, venerdì 16 settembre, l’ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali): il candidato verrà scelto lunedì 26 settembre, quando si riunirà l’apposita Commissione di selezione, che agisce in rappresentanza dell’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, composta da Nicola Borrelli (direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le attività culturali), Tilde Corsi (produttrice), Osvaldo De Santis (distributore), Piera Detassis (giornalista), Enrico Magrelli (giornalista), Francesco Melzi D’Eril (distributore), Roberto Sessa (produttore), Paolo Sorrentino (regista), Sandro Veronesi (scrittore). La cerimonia di consegna degli Oscar è in programma a Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.

#CinemaDays, il ritorno

CinemadaysDopo il successo ottenuto nell’edizione dello scorso anno (1.800.000 biglietti venduti in soli 4 giorni) da lunedì 11 a giovedì 14 aprile faranno ritorno i CinemaDays: per 4 giorni il costo del biglietto sarà di soli 3 euro (5 euro per i film in 3D), nelle sale aderenti all’iniziativa. In previsione una serie di eventi collaterali e concorsi per il pubblico, oltre alla conferma dell’appuntamento di ottobre. L’iniziativa è organizzata dalle associazioni dell’industria cinematografica ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema), ANEM (Associazione Nazionale Esercenti Mutiplex), ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali) e con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiBACT.