Archivi tag: British Academy of Film and Television Arts

BAFTA 2019: sette riconoscimenti per “La favorita”, di Yorgos Lanthimos

Olivia Colman (Wire FM)

Si è svolta ieri sera, domenica 10 febbraio, alla Royal Opera House di Londra, la cerimonia di premiazione dei BAFTA, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici” (72esima edizione), condotta, per il terzo anno consecutivo, dall’attrice inglese Joanna Lumley.
La favorita, diretto da Yorgos Lanthimos, ha ottenuto il maggior numero di riconoscimenti, sette, compreso quello relativo al Miglior Film Britannico, vedendo poi premiate anche le attrici Olivia Colman (Miglior Protagonista) e Rachel Weisz (Miglior Non Protagonista). Miglior Film Straniero è risultato Roma di Alfonso Cuarón, che ha conseguito altri tre rilevanti riconoscimenti (Miglior Film, Miglior Regista, Miglior Montaggio); Miglior Attore Protagonista Rami Malek (Bohemian Rhapsody), Non Protagonista Mahershala Ali (Green Book). Spider-Man: Un nuovo universo, di Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman, infine, è stato premiato come  Miglior Film d’animazione. Qui potete leggere l’elenco completo dei premi assegnati.

BAFTA Awards 2019, le candidature

Sono state rese note oggi, mercoledì 9 gennaio, le candidature relative ai BAFTA Awards, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici”, la cui 72ma cerimonia di premiazione si svolgerà il prossimo 10 febbraio alla Royal Albert Hall di Londra. La favorita di Yorgos Lanthimos consegue 12 candidature, mentre a quota sette troviamo Bohemian Rhapsody, First Man – Il primo uomo, Roma e A Star is Born. I nostri colori sono rappresentati da Dogman di Matteo Garrone, presente nella  cinquina per il miglior film in lingua non inglese. Qui potete leggere l’elenco completo delle candidature.

 

BAFTA 2018: cinque riconoscimenti per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, “Chiamami col tuo nome” miglior adattamento

Martin McDonagh (L), Pete Czernin (2ndL), Graham Broadbent (R), Sam Rockwell and Frances McDormand (Sky News)

Si è svolta ieri sera, domenica 18 febbraio, alla Royal Opera House di Londra, la cerimonia di premiazione dei BAFTA, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici” (71esima edizione), condotta da Joanna Lumley. Come già avvenuto per la cerimonia di consegna dei Golden Globes, star vestite a nero in segno di protesta verso lo scandalo relativo alle molestie sessuali esploso nei mesi scorsi, oltre a mettere in evidenza la spilla dell’associazione Time’s Up (costituita da un gruppo di 330 donne dell’industria dello spettacolo statunitense per combattere la violenza sessuale e la disuguaglianza in ogni ambito economico e lavorativo).
Ad aggiudicarsi il maggior numero di riconoscimenti, cinque, Tre manifesti a Ebbing, Missouri, diretto da Martin McDonagh (miglior film, miglior film inglese, miglior sceneggiatura originale,  miglior attrice protagonista,  Frances McDormand, miglior attore non protagonista, Sam Rockwell), mentre La forma dell’acqua, forte di 12 candidature, ne ha conseguito tre, miglior regia, Guillermo Del Toro, miglior colonna, Alexandre Desplat, miglior scenografia, Paul Austerberry. Il film di Luca Guadagnino, Chiamami col tuo nome, ha conseguito il BAFTA come miglior adattamento (James Ivory, dal romanzo di André Aciman), Coco è risultato il miglior film d’animazione, mentre Gary Oldman è stato riconosciuto come miglior attore protagonista per la sua interpretazione di Winston Churchill ne L’ora più buia di Joe Wright, titolo vincitore anche riguardo il miglior make up (David Malinowski). Di seguito, l’elenco dei premi assegnati, relativamente al settore cinematografico. Continua a leggere

BAFTA Awards 2018: le candidature

Sono state rese note ieri, martedì 9 gennaio, le candidature relative ai BAFTA Awards, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici”, la cui 71ma cerimonia di premiazione, che sarà condotta da Joanna Lumney,  si svolgerà il prossimo 18 febbraio.
In testa troviamo  The Shape of Water di Guillermo Del Toro, con dodici nomination; a seguire Three Billboards Outside Ebbing Missouri e Darkest Hour, 9 a testa, poi un altro pareggio, 8 candidature ciascuno per Dunkirk di Christopher Nolan e Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve.
Spazio anche per i nostri colori: Call Me By Your Name di Luca Guadagnino ha ottenuto quattro candidature: miglior film, regia, sceneggiatura non originale (opera di James Ivory, dall’omonimo romanzo dello scrittore statunitense André Aciman)  e attore protagonista (Timothée Chalamet); un click col mouse qui e potrete visionare l’elenco completo delle candidature.

Trionfo di “La La Land” ai BAFTA

Emma Stone e Daniel Chazelle

Emma Stone e Daniel Chazelle

Si è svolta ieri sera, domenica 12 febbraio, alla Royal Opera House di Londra, la cerimonia di premiazione dei BAFTA, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici” (70esima edizione), condotta da Stephen Fry.
A trionfare La La Land, che consegue 5 premi:  miglior film, miglior regista (Damien Chazelle), migliore attrice protagonista (Emma Stone), migliore musica (Justin Hurwitz)  e miglior fotografia (Linus Sandgren). Miglior attore è risultato Casey Affleck, fratello di Ben, per la sua interpretazione nel film Manchester By The Sea, che ha conseguito anche il premio per la miglior sceneggiatura originale; miglior film britannico è risultato I, Daniel Blake di Ken Loach, mentre il premio per il miglior film straniero è andato all’ungherese Laszlo Nemes (Il figlio di Saul).
BAFTA onorario a Mel Brooks. Di seguito l’elenco dei premi assegnati, relativamente al settore cinematografico. Continua a leggere

BAFTA Awards 2017: le nomination

gSono state rese note ieri, martedì 10 gennaio, le candidature relative ai BAFTA Awards, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici”, la cui cerimonia di premiazione è prevista per il prossimo 12 febbraio alla Royal Opera House di Londra, condotta da Stephen Fry.
La La Land di Damien Chazelle, recentemente insignito di sette Golden Globe, è in testa con undici candidature, cui seguono le nove di Arrival (Denis Villeneuve) e Animali notturni (Tom Ford). Manchester by the Sea, diretto da Kenneth Lonergan, è a quota sei, I, Daniel Blake (Ken Loach) a cinque e Moonlight (Barry Jenkins) ne ottiene quattro. Di seguito, l’elenco completo delle nomination. Continua a leggere

BAFTA 2014: trionfa “Gravity”, “La grande bellezza” miglior film straniero

baftaSi è svolta ieri sera, domenica 16 febbraio, presso la Royal Opera House di Londra la cerimonia di premiazione dei BAFTA, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici” (67esima edizione), condotta da Stephen Fry. Vincitore assoluto è Gravity di Alfonso Cuarón, anche se si vede strappare il premio di Miglior Film da 12 Years a Slave (Steve McQueen, cui si aggiunge il Bafta come Miglior Attore a Chiwetel Ejiofor), pur ottenendo, fra gli altri, quello come Miglior Film Britannico e Miglior Regista.

La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha conseguito il riconoscimento come Miglior Film Non in Lingua Inglese, confermandosi ancora una volta pellicola dal respiro internazionale e ponendo le premesse per una probabile vittoria agli Oscar, il prossimo 2 marzo. L’ultima assegnazione di un Bafta ad un film italiano risale al 1991, Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, che a sua volta succedeva a Francesco Rosi e al suo Cristo si è fermato ad Eboli, 1983.
I premi per la sceneggiatura, rispettivamente originale e non, vanno ad American Hustle e Philomena, mentre Miglior Attrice Protagonista è risultata Cate Blanchett per Blue Jasmine di Woody Allen, Non Protagonista Jennifer Lawrence per American Hustle (David O. Russell). Di seguito, l’elenco dei premi assegnati.

Alfonso Cuarón

Alfonso Cuarón

Miglior Film: 12 Years a Slave (Steve McQueen). Miglior Film Britannico: Gravity (Alfonso Cuarón). Miglior debutto di uno scrittore, produttore o regista britannico: Kieran Evans (regista e sceneggiatore, Kelly + Victor). Miglior film non in lingua inglese: The Great Beauty- La Grande Bellezza – (Paolo Sorrentino). Miglior Documentario:The Act Of Killing (Joshua Oppenheimer). Miglior Film di Animazione: Frozen (Chris Buck, Jennifer Lee). Miglior Regista: Alfonso Cuarón (Gravity).

Migliore Sceneggiatura Originale: American Hustle (Eric Warren Singer, David O. Russell). Miglior Sceneggiatura Non Originale: Philomena ( Steve Coogan, Jeff Pope). Miglior Attore Protagonista: Chiwetel Ejiofor (12 Years a Slave). Miglior Attrice Protagonista: Cate Blanchett (Blue Jasmine). Miglior Attore Non Protagonista: Barkhad Abdi (Captain Phillips). Miglior Attrice Non Protagonista: Jennifer Lawrence (American Hustle). Migliore Colonna Sonora: Gravity (Steven Price). Migliore Fotografia:Emmanuel Lubezki (Gravity).

Paolo Sorrentino

Paolo Sorrentino

Miglior Montaggio: Rush (Dan Hanley, Mike Hill). Migliore Scenografia: The Great Gatsby (Catherine Martin, Beverley Dunn). Migliori Costumi: The Great Gatsby (Catherine Martin). Miglior Trucco: American Hustle (Evelyne Noraz, Lori McCoy-Bell). Migliori Effetti Sonori: Gravity (Glenn Freemantle, Skip Lievsay, Christopher Benstead, Niv Adiri, Chris Munro). Migliori Effetti Speciali: Gravity (Tim Webber, Chris Lawrence, David Shirk, Neil Corbould, Nikki Penny). Miglior Corto d’Animazione Britannico: Sleeping With The Fishes (James Walker, Sarah Woolner, Yousif Al-Khalifa). Miglior Corto Britannico: Room 8 (James W. Griffiths, Sophie Venner). The Ee Rising Star Award (votato dal pubblico): Will Poulter. Outstanding Contribution To British Cinema:Peter Greenaway