Archivi tag: David Lynch

Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema:da martedì 11 giugno al via “Estate Tabacchi”

Dall’ 11 giugno al 23 agosto, dal martedì al venerdì,  al MIC – Museo Interattivo del Cinema di Milano, Fondazione Cineteca Italiana presenterà Estate Tabacchi, la rassegna cinematografica estiva  con i migliori film della stagione 2018-2019, a partire,  martedì 11 giugno alle 20.30, con l’anteprima nazionale del film d’animazione Ruben Brandt, Collector dell’ungherese Milorad Krstić, presentato al Locarno Film Festival 2018, immersione totale  in un mondo di arte, psicoanalisi e cinema,  per un tripudio visivo in cui ogni singola immagine, disegnata con uno stile unico e inconfondibile, deborda di riferimenti che spaziano da Caravaggio a Picasso, da Ejzenstejn a Hitchcock, da Elvis a Rambo.Tra le novità di quest’anno, tutti i mercoledì alle ore 21 è in programma il Cine-Karaoke in terrazza,  5 appuntamenti con 5 film musicali con animazione live: Jesus Christ Superstar, Mary Poppins, Grease, Dirty Dancing, Bohemian Rhapsody. Continua a leggere

Oscar alla carriera per Lina Wertmüller

Lina Wertmüller (Corriere.it)

L’Academy of Motion Picture Arts & Sciences ha reso noto che tra gli Oscar alla carriera assegnati quest’anno vi sarà anche la statuetta per la regista italiana Lina Wertmüller, prima donna candidata all’Oscar come migliore regista, per il film Pasqualino Settebellezze nel 1977, protagonista Giancarlo Giannini.
Oltre alla Wertmuller, il 27 ottobre agli undicesimi Annual Governors Awards dell’Academy saranno premiati David Lynch, Wes Studi e Geena Davis.

Un ricordo di Harry Dean Stanton

Nessun film con Harry Dean Stanton o M. Emmet Walsh sarà mai un fiasco (Roger Ebert, critico cinematografico).

Harry Dean Stanton

Anche se lo stesso critico, almeno da quanto può leggersi sul web, scrisse che Un piccolo sogno (Dream a Little Dream, 1989, Marc Rocco), è l’ eccezione che conferma la regola, non si può negare che l’attore americano, morto ieri, sabato 16 settembre, a Los Angeles (era nato ad Irvine, nel 1926), abbia offerto, tanto al mondo del cinema quanto a quello della televisione, interpretazioni piuttosto intense, “vissute”, espresse ora con modalità più defilate, da eccellente caratterista, altre maggiormente incisive.
Da ricordare a tale ultimo riguardo l’intensa prova delineata quale protagonista di Paris, Texas diretto nel 1984 da Wim Wenders, film che vinse la Palma d’Oro al 37mo Festival di Cannes, il cui iter narrativo e la conseguente messa in scena apparivano in simbiosi con il suo fisico non propriamente imponente, ma con un carisma nascente soprattutto dallo sguardo in apparenza spento e dal modo di porsi, laconico e distaccato, doti che lo hanno reso in particolare fra gli attori preferiti di registi quali  John Milius, David Lynch e Monte Hellman.

 

Festa del Cinema di Roma XII edizione: Premio alla Carriera a David Lynch

David Lynch

Sono state annunciate ieri, martedì 27 giugno, dal Direttore Artistico Antonio Monda, d’intesa con la Presidente della Fondazione Cinema per Roma, Piera Detassis, alcune anticipazioni relative alla dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (26 ottobre5 novembre) che si svolgerà all’Auditorium Parco della Musica, coinvolgendo, come lo scorso anno, numerosi altri luoghi e realtà culturali della Capitale. Nel suo lavoro, Antonio Monda è affiancato da un Comitato di Selezione coordinato da Mario Sesti e composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel e Valerio Carocci. Il programma completo sarà annunciato nel corso di una conferenza stampa che si terrà martedì 10 ottobre. Come ogni anno, ampio spazio sarà dedicato agli Incontri Ravvicinati con registi, attori e grandi personalità del mondo della cultura, a partire da David Lynch, cui verrà consegnato il Premio alla Carriera a quarant’anni dall’uscita del suo primo lungometraggio, Eraserhead e proseguendo con  Ian McKellen, attore shakespeariano che si è fatto conoscere in tutto il mondo come Magneto, nella saga cinematografica degli X-Men, e nei panni di Gandalf, nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e de Lo Hobbit. Ian McKellen condividerà con gli spettatori il suo profondo amore per il cinema, in particolare per il genio comico di Jacques Tati.
Sempre all’interno degli Incontri ravvicinati, il giovane autore canadese Xavier Dolan sarà sul palco dell’Auditorium per parlare della sua carriera di artista a tutto tondo, regista e sceneggiatore di sei lungometraggi di successo e di due videoclip (fra cui Hello di Adele), interprete cinematografico e televisivo. Continua a leggere

70mo Festival di Cannes, ecco il cartellone

E’ stato svelato  stamane, nel corso della tradizionale conferenza stampa a Parigi, dal direttore Thierry Fremaux e dal presidente Pierre Lescure, il cartellone del 70mo Festival di Cannes (17-28 maggio). Film d’apertura sarà Les fantômes d’Ismael di Arnaud Desplechin,  Fuori Concorso, mentre in corsa per la Palma d’Oro vi sono 18 titoli, per 29 paesi rappresentati e nove opere prime. Risaltano, fra gli altri, i nomi di Sofia Coppola con The Beguiled, remake dell’omonimo film girato da Don Siegel nel 1971, uscito in Italia col titolo La notte brava del soldato Jonathan e adattamento del romanzo A Painted Devil (1966, Thomas P. Cullinan), Todd Haynes (Wonderstruck), Michael Haneke (Happy End, protagonista Isabelle Huppert), François Ozon (L’amant double), Yorgos Lanthimos (The Killing of a Sacred Deer). Interessante anche la presenza nella sezione Événement dei lavori televisivi di  Jane Campion (la seconda stagione di Top Of The Lake) e di David Lynch (la terza serie di Twin Peaks, di cui saranno presentati due episodi). Nessun titolo italiano in Concorso, anche se nella sezione Un Certain Regard troviamo il film di Sergio Castellitto Fortunata (protagonisti Jasmine Trinca e Stefano Accorsi) e Après la guerre di Annarita Zambrano. Di seguito, tutti i titoli del 70mo Festival di Cannes. Continua a leggere

Milano, Mic- Museo Interattivo del Cinema: un seminario dedicato a David Lynch

David Lynch

Curato da Andrea Chimento, critico de IlSole24Ore e direttore responsabile di LongTake, il dizionario di cinema online composto da oltre 22.000 schede, realizzate da un team di redattori specializzati, da martedì 4 aprile al MIC- Museo Interattivo del Cinema di Milano si terrà Il cinema di David Lynch, seminario incentrato su tre incontri ed una proiezione per avvicinarsi alla densa filmografia del regista statunitense, approfondirne la poetica e fornire le chiavi di lettura adatte a interpretare il suo cammino cinematografico profondo e personale. Lynch costituisce l’emblema dell’artista totale (cineasta, pittore, designer, compositore, autore di videoclip e spot pubblicitari, fumettista) e nel corso della sua carriera ha espresso una straordinaria creatività, a un tempo visionaria e rigorosa, mediante le più svariate forme linguistiche, conducendo il cinema a vette di ricchezza espressiva che sembravano perdute e che tanto più oggi, in tempi di crescente omologazione, risultano preziose.
Sarà dunque analizzata la filmografia del regista così da individuarne i temi principali e le scelte stilistiche più ricorrenti, provando a decifrare l’alone misterioso che lo circonda e che contribuisce a rendere lui e il suo cinema ancor più affascinanti nel fluire di diversi livelli rappresentativi. Continua a leggere

Monica Bellucci madrina del 70mo Festival di Cannes

Monica Bellucci

Sarà l’attrice italiana Monica Bellucci ad inaugurare il 70mo Festival di Cannes mercoledì 17 maggio e a condurre la cerimonia di premiazione durante la serata conclusiva, domenica 28 maggio, quando verrà reso noto il verdetto espresso dalla Giuria presieduta da Pedro Almodóvar.
Già madrina sulla Croisette nel 2003, mentre nel 2006 era fra i componenti della Giuria (presidente Wong Kar Wai),  Monica Bellucci succede nel ruolo a Laurent Lafitte e Lambert Winson ed è stata tra le presenze più assidue della kermesse francese, fin dal 2000 con Under Suspicion di Stephen Hopkins, per poi scatenare una serie di polemiche due anni più tardi con Irreversible (Gaspar Noè); vi tornò con Sanguepazzo di Marco Tullio Giordana, 2008,e con Do not Look Back di Marina de Van, 2009. Nel 2014 vi ha preso parte con Le meraviglie di Alice Rohrwacher, film vincitore del Grand Prix De La Jurie.
Fra gli ultimi suoi lavori, On the Milky Road (Na mlijecnom putu, Emir Kusturika), la terza stagione di Twin Peaks (David Lynch).