Archivi tag: Luca Guadagnino

Nastri d’Argento 2019: le candidature

Al MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma questa sera, giovedì 30 maggio, l’annuncio ufficiale delle candidature inaugurerà la 73ma edizione dei Nastri d’Argento: Il traditore, di Marco Bellocchio, presentato in Concorso al 72mo Festival di Cannes, ottiene ben undici nomination, risultando il film più candidato di sempre.
A seguire, con 8 nomination ciascuno, Il primo Re di Matteo Rovere,  La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi e Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, mentre a quota 7 troviamo Euforia di Valeria Golino e Capri-Revolution di Mario Martone. 4 candidature per Suspiria, Luca Guadagnino, Il campione, Leonardo D’Agostini, Moschettieri del re – La penultima missione, Giovanni Veronesi e, infine, 3 per Ma cosa ci dice il cervello, Riccardo Milani, Ricordi?, Valerio Mieli, Troppa grazia, Gianni Zanasi e Una storia senza nome, Roberto Andò. Un Premio Speciale andrà a Dafne di Federico Bondi, mentre Chiara Martegiani per il film Ride, Pietro Castellitto per La profezia dell’armadillo, Giampiero de Concilio per Un Giorno all’improvviso e Benedetta Porcaroli per Tutte le mie notti riceveranno il Premio Biraghi per le più giovani rivelazioni dell’anno.  Novità di quest’anno: il premio  Nuovo Imaie-Nastri d’Argento per il doppiaggio, assegnato ad Angelo Maggi (John C. Reilly) e Simone Mori (Steve Coogan), nel film Stanlio & Ollio di John S. Baird. Di seguito, l’elenco delle candidature. Continua a leggere

Nastro d’Argento Europeo per Luca Guadagnino

Luca Guadagnino (Il Fatto Quotidiano)

E’ stato annunciato nei giorni scorsi a Cannes il conferimento a Luca Guadagnino del Nastro d’Argento Europeo, riconoscimento nato nel 1989 e volto a premiare il cinema d’autore, con all’attivo un palmarès che ha visto tra gli assegnatari registi come John Cleese, Krzysztof Kieślowski, István Szabó, Aki Kaurismäki, Ken Loach, Alain Resnais, Theo Angelopoulos, Alan Parker, Jerzy Stuhr, Radu Mihăileanu, Emir Kusturica, Pedro Almodóvar, Andrzej Wajda, Sally Potter, Matteo Garrone, ma anche attori quali Isabelle Huppert, Claudia Cardinale, Fanny Ardant, Malcolm McDowell, Sergio Castellitto e, ancora, Vincent Lindon, Tilda Swinton, Michel Piccoli, Valeria Bruni Tedeschi, Krisztof Waltz, Laura Morante, Lambert Wilson, Juliette Binoche, Monica Bellucci; le cinquine finaliste dei Nastri d’Argento saranno annunciate il prossimo 30 maggio al Museo MAXXI di Roma, mentre il gran finale della 73ma edizione avrà luogo al Teatro Antico di Taormina.

72mo Festival di Cannes, il programma della Quinzaine des Réalisateurs

E’ stata presentata questa mattina, martedì 23 aprile,  la 51ma edizione della Quinzaine des Réalisateurs, sezione indipendente e non competitiva del Festival di Cannes (72ma edizione, 14-25 maggio):il cartellone prevede una selezione di 24 titoli alla quale  va ad aggiungersi un’ antologia di cortometraggi; La Quinzaine sarà aperta dalla proiezione di Le Daim, film  diretto da Quentin Dupieux, mentre in chiusura sarà proiettato Yves di Benoît Forgeard. Riguardo i nostri colori, si segnala la presenza di Luca Guadagnino all’interno delle Proiezioni speciali con il mediometraggio The Staggering Girl; di seguito, l’elenco delle opere selezionate. Continua a leggere

David di Donatello 2019, le candidature

Sono state rese note oggi, martedì 19 febbraio, le candidature relative alla 64ma edizione dei David di Donatello: a darne l’annuncio, nella consueta conferenza stampa che si è tenuta a Roma, il Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del cinema italiano, Piera Detassis; oggetto della votazione, espressa dai componenti della Giuria dell’Accademia dall’8 al 31 gennaio 2019, e trasmessa ufficialmente dallo Studio Notarile Marco Papi, i film usciti in sala dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018. La cerimonia di premiazione si svolgerà mercoledì 27 marzo, alle ore 21.25, condotta da Carlo Conti e trasmessa in diretta da Rai Uno. In testa con 15 candidature troviamo Dogman di Matteo Garrone, cui seguono Capri-Revolution (Mario Martone) con 13, Loro (Paolo Sorrentino) e Chiamami col tuo nome (Luca Guadagnino) appaiati a quota 12, così come un testa a testa si profila per Sulla mia pelle (Alessio Cremonini) e Lazzaro felice (Alice Rohrwacher), che ne ottengono 9, mentre Euforia di Valeria Golino ne consegue 7. Continua a leggere

Il Capodanno della Fondazione Cineteca Italiana

(Pinterest)

Lunedì 31 dicembre  Fondazione Cineteca Italiana nelle sue tre sale (Cinema Spazio Oberdan, MIC – Museo Interattivo del Cinema e Area Metropolis 2.0) proporrà tre eventi speciali per festeggiare il Capodanno all’insegna del grande cinema.
Partenza al MIC –
Museo Interattivo del Cinema di Milano con l’evento Aspettando Capodanno: alle ore 17 infatti sarà proiettato in pellicola 35mm il cult di Dario Argento Profondo rosso a cui seguirà (ore 19) una visita esclusiva al nuovo allestimento dell’Archivio Storico dei Film  Un Archivio da Paura, un viaggio virtuale fra le pellicole più spaventose di sempre, in cui il visitatore dovrà andare alla ricerca dei 25 titoli che si nascondono dietro ai QR Code e immergersi negli oscuri meandri dell’Archivio. Badadook, Il mostro della laguna nera, It, La notte dei morti viventi  sono solo alcuni dei titoli in cui gli spettatori si ritroveranno catapultati. Il remake di un altro grande capolavoro di Dario Argento non si farà attendere: dopo la mezzanotte all’ Area Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano verrà proiettato l’attesissimo Suspiria di Luca Guadagnino. Nel cast Dakota Johnson e Tilda Swinton, mentre le musiche sono affidate a Thom Yorke; a mezzanotte brindisi con panettone e prosecco, inizio film ore 00.30. Al Cinema Spazio Oberdan, sempre a Milano, vi sarà invece  una serata d’autore, con l’edizione restaurata di uno dei massimi capolavori del cinema muto, Il carretto fantasma  del maestro svedese Victor Sjöström. Il film sarà accompagnato da un’esibizione live, il pianoforte del maestro Antonio Zambrini. Al termine della proiezione brindisi con prosecco e panettone.  

      ******************************                       

Cinema Spazio Oberdan: 31.12 ore 20.45, Il carretto fantasma edizione restaurata (Victor Sjöström, Svezia, 1921, 90’, muto, didascalie in italiano). Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Antonio Zambrini. Al termine della proiezione, brindisi con prosecco e panettone per tutti i presenti. MIC – Museo Interattivo del Cinema: 31.12 ore 17, Profondo rosso (Dario Argento, Italia, 1975). Ore 19.00, visita esclusiva al percorso Un archivio da paura. Posti limitati (max 12). Prenotazione obbligatoria allo 0287242114 in giorni e orari d’ufficio. Area Metropolis 2.0 (Paderno Dugnano): 31.12 ore 00, brindisi con prosecco e panettone, a seguire (ore 00.30), Suspiria (Luca Guadagnino, USA, Italia, 2018, con Dakota Johnson e Tilda Swinton).

Oscar 2019: termine di corsa per “Dogman”

(Review Tech Auto)

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha reso nota la shortlist dei nove titoli fra i quali verrà selezionata la cinquina che concorrerà all’Oscar 2019 per il Miglior Film Straniero: purtroppo nulla di fatto per Dogman di Matteo Garrone; i nostri colori sono  a tutt’oggi rappresentati da Suspiria di Luca Guadagnino, in gara per Trucco e parrucco e per la canzone originale (Suspirium, Thom Yorke). Ecco i titoli in lizza per la nomination, che verrà annunciata, come tutte le altre candidature, il 22 gennaio: Roma (Alfonso Cuaron, Messico); Affari di famiglia (Hirokazu Koreeda, Giappone); Birds of Passage (Cristina Gallego e Ciro Guerra, Colombia); The Guilty (Gustav Moller, Danimarca); Opera senza autore (Florian Henckel Von Donnersmarck, Germania); Cafarnao (Nadine Labaki, Libano); Ayka (Sergei Dvortsevoy, Kazakistan); Cold War (Pawel Pawlikowski, Polonia); Burning (Lee Chang-dong, Corea del Sud). (Fonte: Ansa.it)

EFA- European Film Awards 2018: “Cold War” miglior film, Marcello Fonte premiato come miglior attore

Marcello Fonte (News Mondo)

Si è svolta questa sera, sabato 15 dicembre, a Siviglia, la 31ma cerimonia di premiazione  degli European Film Awards, i cosidetti “Oscar Europei”.
Cold War di Paweł Pawlikowski ha ottenuto il maggior numero di premi (Film Europeo, Sceneggiatura, Attrice, Regista, Montaggio), mentre Dogman di Matteo Garrone ha visto premiato Marcello Fonte per la sua interpretazione, ottenendo poi anche riconoscimenti per costumi e trucco; il nostro cinema consegue inoltre altre vittorie, nella sezione cortometraggi, con The Years/Gli anni di Sara Fgaier e  il Premio del Pubblico andato a Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino.
Di seguito, l’elenco dei premi assegnati. Continua a leggere