Vittorio Gassman, ovvero l’inimitabile poliedricità del genio

Il 29 giugno del 2000, venti anni fa, ci lasciava Vittorio Gassman (Gassmann all’anagrafe, Struppa, Genova, 1922), uno degli ultimi grandi attori italiani, estremamente carismatico in virtù della suggestiva combinazione fra una pulsante corporalità ed una forte istintualità comunicativa, capace di alternare con geniale ed estrema versatilità, ruoli intensamente drammatici, in particolare a teatro, ad … More Vittorio Gassman, ovvero l’inimitabile poliedricità del genio

Sordi 100 – “Quanno se scherza bisogna esse seri!”.

Volendo rimembrare, a grandi linee, nei tratti essenziali, la figura di Alberto Sordi, la sua acuta e spietata osservazione dei tipi umani e delle loro quotidiane miserie, con più di un tocco cinico, ebbe inizio alla radio, dove nel 1948 era divenuto titolare ed autore della trasmissione Vi parla Alberto Sordi (vinse la Maschera d’argento … More Sordi 100 – “Quanno se scherza bisogna esse seri!”.

Totò e i re di Roma (1952)

Roma, anni ’50. Ercole Pappalardo (Totò) è un impiegato del Ministero, qualifica di archivista capo, in pianta stabile nel Gruppo C da trent’anni, quasi Cavaliere, avendo inoltrato domanda appena quindici anni orsono, per quanto non possa fare a meno d’incupirsi nel notare come l’usciere sia stato insignito di tale agognata onorificenza senza tante complicazioni (“E … More Totò e i re di Roma (1952)

Un ricordo di Flavio Bucci

Lo scorso martedì, 18 febbraio, ci ha lasciato l’attore Flavio Bucci, attivo in teatro, cui deve la sua formazione, cinema e televisione. Sguardo penetrante, una presenza scenica attentamente calibrata in ogni movimento, uno stile recitativo volto ad offrire, nei modi e nei gesti, una realistica caratterizzazione del personaggio che si trovava ad interpretare, sia come protagonista … More Un ricordo di Flavio Bucci