Archivi tag: Paolo Sorrentino

Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema: “Buon compleanno Jane Fonda!”

Jane Fonda on the set of PBS documentary series, Makers: Women Who Make America, at her Beverly Hills.
Photo by Nancy Pastor

Dal 26 dicembre al 5 gennaio Fondazione Cineteca Italiana presenterà al MIC – Museo Interattivo del Cinema Buon compleanno Jane Fonda!, una rassegna volta a celebrare il genetliaco della celebre attrice statunitense, duttile interprete tanto di commedie brillanti quanto di film dove il suo forte temperamento di donna attivista per i diritti civili trovava idonea sublimazione nel ruolo attoriale.
Ecco allora in calendario titoli, fra gli altri, come Barbarella (1968, Roger Vadim), Tre passi nel delirio (1968, Federico Fellini, Louis Malle e  Vadim), Non si uccidono così anche i cavalli? (They Shoot Horse, Don’t They?, 1969, Sydney Pollack), A piedi nudi nel parco (Barefoot in the Park, 1967, Gene Saks), Tornando a casa (Coming Home, 1978, Hal Ashby), che le ha fatto guadagnare il secondo Oscar come Miglior attrice protagonista nel 1979 (il primo lo conseguì nel 1972, Klute, Alan J. Pakula), Sul lago dorato (On Golden Pond, 1981, Mark Rydell),  Youth – La giovinezza (2015), ultima opera cinematografica di Paolo Sorrentino, dove  Fonda interpreta Brenda Morel, diva che uno dei due protagonisti del film, Mick (Harvey Keitel), vorrebbe scritturare per il suo ultimo lavoro, pronunciando una citazione certo memorabile e del tutto in linea con le scelte esistenziali proprie della donna, ancor prima che dell’attrice: “Questa str***ata del cinema finisce, la vita va avanti!”.

 

Passaggio

Sean Penn

Il vero problema è che passiamo senza neanche farci caso dall’età in cui si dice “un giorno farò così” all’età in cui si dice “è andata così”.

Cheyenne (Sean Penn), in This Must Be The Place (Paolo Sorrentino, 2011)

Nastro alla Carriera 2017 a Roberto Faenza / Nastro Speciale a Giuliano Montaldo

Roberto Faenza (SentieriSelvaggi.it)

I Giornalisti Cinematografici hanno annunciato nei giorni scorsi il conferimento del Nastro alla Carriera 2017 a Roberto Faenza, la cui ultima realizzazione è  La verità sta in cielo,  film particolarmente sensibile ad un tema scottante come la vicenda ancora misteriosamente aperta di Emanuela Orlandi, e di un Nastro Speciale a Giuliano Montaldo per il suo ruolo d’attore nel  film di Francesco Bruni Tutto quello che vuoi. I premi saranno consegnati martedì 6 giugno al Museo MAXXI di Roma, insieme a il Nastro dell’AnnoThe Young Pope di Paolo Sorrentino, ai cinque Nastri d’Argento dedicati ai migliori tecnici dell’anno (fotografia, scenografia, costumi, montaggio e sonoro) e al Nastro destinato ad una  particolare sezione  che quest’anno intende segnalare in via eccezionale cinque titoli dedicati al mondo dei giovani.
Nella stessa serata saranno annunciate le e cinquine relative alla candidature dei premi della 71ma edizione dei Nastri d’Argento; gran finale sabato 1 luglio al Teatro Antico di Taormina.

70mo Festival di Cannes: Palma d’Oro a “The Square” di Ruben Östlund

Ruben Östlund (quotidiano.net)

La giuria del 70mo Festival di Cannes, presieduta da Pedro Almodóvar  e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wook, Will Smith, Paolo Sorrentino e Gabriel Yared ha conferito nel corso della consueta cerimonia di premiazione, svoltasi questa sera, domenica 28 maggio, condotta da Monica Bellucci, la Palma d’Oro a The Square di Ruben Östlund, mentre il  Grand Prix del Festival, il cosiddetto “secondo premio”, è andato a 120 battements par minute diretto da Robin Campillo. Premio speciale del 70mo anniversario a Nicole Kidman. Di seguito, l’elenco dei premi assegnati:

Palma d’oro al miglior film: The Square (Ruben Ostlund).
Premio del 70mo anniversario: Nicole Kidman.
Grand Prix della Giuria: 120 battements par minute (Robin Campillo).
Miglior interpretazione maschile: Joaquin Phoenix (You Were Never Really Here, Lynne Ramsay).
Miglior interpretazione femminile: Diane Kruger (In the Fade, Fatih Akin). Migliore regia: Sofia Coppola (The Beguiled).
Migliore sceneggiatura: ex aequo The Killing of a Sacred Deer (Yorgos Lanthimos)- You Were Nevere Really Here (Lynne Ramsay).
Premio della giuria: Loveless (Andrey Zvyagintsev).
Palma d’oro al miglior cortometraggio: A Gentle Night (Qiu Yang).
Menzione speciale al cortometraggioKatto (Teppo Airaksinen).
Caméra d’or (riconoscimento conferito alla miglior opera prima di tutte le sezioni): Jeune femme (Léonor Serraille).

“Nastro dell’anno 2017” a “The Young Pope”

Il Direttivo Nazionale dei Giornalisti Cinematografici ha annunciato oggi, sabato 20 maggio, nel corso del 70mo Festival di Cannes, l’assegnazione del Nastro dell’anno 2017 alla serie televisiva The Young Pope di Paolo Sorrentino.
Le cinquine relative alla candidature dei premi della 71ma edizione dei Nastri d’Argento saranno rese note il prossimo 6 giugno  al Museo MAXXI di Roma, quando Paolo Sorrentino riceverà il Nastro dell’anno insieme ai produttori italiani della serie (Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside, Nils Hartmann, Roberto Amoroso e Sonia Rovai per Sky Italia) e saranno consegnati alcuni premi che anticiperanno il gran finale al Teatro Antico di Taormina. Andata in onda per la prima volta su Sky Atlantic nell’ottobre del 2016, la serie in 10 episodi, una produzione originale Sky, HBO e Canal+ prodotta da Wildside e coprodotta da Haut ed Court TV e Mediapro, ha segnato il debutto di Sorrentino nel panorama della narrazione seriale ed ora va a rappresentare un inedito esordio, la prima volta di una serialità di livello cinematografico, ideata, prodotta e trasmessa in tutto il mondo, in un premio, come ha sottolineato a nome del Direttivo, Laura Delli Colli, “istituzionalmente e tradizionalmente dedicato al miglior cinema, con un Nastro che apre la strada ad una nuova, indifferibile, attenzione al cinema delle grandi serie” da parte della stampa che ha molto amato, come il pubblico, la saga di Pio XIII, al secolo Lenny Belardo, interpretato da Jude Law. Continua a leggere

70mo Festival di Cannes, tutte le giurie

Prenderà il via domani, mercoledì 17 maggio, la 70ma edizione del Festival di Cannes, con la cerimonia di inaugurazione condotta da Monica Bellucci.
Di seguito, la composizione delle Giurie relativamente al Concorso e alle altre sezioni della kermesse cinematografica francese.

Concorso: Pedro Almodóvar -Regista, Sceneggiatore, Produttore (Spagna)– Presidente; Maren Ade, regista, Sceneggiatrice, Produttrice (Germania); Jessica Chastain, attrice, produttrice (USA); Fan Bingbing, attrice, produttrice (Cina); Agnès Jaoui, attrice, sceneggiatrice, produttrice, cantante (Francia); Park Chan-wook, regista, sceneggiatore, produttore (Corea del Sud); Will Smith, attore, produttore, musicista (USA); Paolo Sorrentino, regista, sceneggiatore (Italia); Gabriel Yared, compositore (Francia).

Un certain regard:  Uma Thurman, attrice (USA)– Presidente; Mohamed Diab, regista (Egitto); Reda Kateb, attore (Francia); Joachim Lafosse, regista (Belgio); Karel Och, direttore del Karlovy Vary International Film Festival (Repubblica Ceca).

Caméra d’or: Sandrine Kiberlain, attrice (Francia) – Presidente; Patrick Blossier, direttore della fotografia (Francia); Elodie Bouchez, attrice (Francia); Guillaume Brac, regista, produttore (Francia); Thibault Carterot, president M141 (Francia); Fabien Gaffez, sceneggiatore, critico cinematografico (Francia); Michel Merkt, produttore (Svizzera).

Cinefondation & Cortometraggi: Cristian Mungiu, regista, sceneggiatore, produttore (Romania) – Presidente; Clotilde Hesme, attrice (Francia); Barry Jenkins, regista, sceneggiatore (USA); Eric Khoo, regista, sceneggiatore, produttore (Singapore); Athina Rachel Tsangari, regista, sceneggiatore, produttore (Grecia).

 

70mo Festival di Cannes, svelata la giuria

Sono stati resi noti oggi, martedì 25 aprile, i nominativi dei giurati che andranno ad affiancare il presidente Pedro Almodóvar al 70mo Festival di Cannes, ai quali toccherà il compito di attribuire la Palma d’Oro e gli altri premi, nel corso della cerimonia di chiusura il 26 maggio: Maren Ade (regista, sceneggiatrice, produttrice- Germania), Jessica Chastain (attrice, produttrice- Stati Uniti), Fan Bingbing (attrice, produttrice-Cina), Agnès Jaoui (attrice, sceneggiatrice, regista, cantante- Francia), Park Chan-Wook (regista, sceneggiatore, produttore-Corea del Sud), Will Smith (attore, produttore, musicista-Stati Uniti), Gabriel Yared (compositore-Francia), Paolo Sorrentino (regista, sceneggiatore-Italia).