Archivi tag: Pappi Corsicato

Milano, Spazio Oberdan: “Cinema e arte: Schnabel/Van Gogh”

(Roma Today)

Da lunedì 11 e fino a domenica 24 febbraio, Fondazione Cineteca Italiana presenterà al Cinema Spazio Oberdan di Milano Cinema e arte: Schnabel/Van Gogh, una rassegna in 9 titoli che intende essere un doppio omaggio: al genio pittorico di Vincent Van Gogh e alla versatilità artistica di Julian Schnabel, a sua volta pittore, oltre che regista e sceneggiatore. L’occasione è data dalla recente uscita di Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, firmato da Schnabel, per il quale Willem Dafoe ha conseguito la Coppa Volpi quale migliore attore alla 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, oltre ad essere candidato, sempre come miglior attore protagonista, agli Oscar 2019. Sempre dedicati a Van Gogh, in cartellone sono presenti altri due grandi lungometraggi firmati da altrettanti maestri come Robert Altman (Vincent & Theo) e Maurice Pialat (Van Gogh) , insieme anche a Loving Vincent, il primo  documentario interamente dipinto su tela, per la regia di Dorota Kobiela e Hugh Welchman. La rassegna è poi completata dai migliori titoli firmati da Schnabel (Lo scafandro e la farfalla, Prima che sia notte, Basquiat, Lou Reed’s Berlin) e da L’arte viva di Julian Schnabel, ritratto dell’artista newyorkese realizzato nel 2017 da Pappi Corsicato.

Nastri Argento 2016: le cinquine finaliste per il Miglior Cortometraggio e un riconoscimento a Kevin Costner

la-ballata-dei-senzatettoBellissima (Alessandro Capitani), Frankie (Francesco Mazza), Non senza di me (Brando De Sica), Quasi eroi (Giovanni Piperno) e Varicella (Fulvio Risuleo): questa la cinquina un lizza per il Nastro d’Argento al miglior cortometraggio 2016, sezione Fiction, la cui consegna avrà luogo lunedì prossimo, 11 aprile, presso la Casa del Cinema di Roma. Riguardo invece il Nastro per il miglior corto di animazione i Giornalisti Cinematografici hanno così espresso la loro scelta: Bagni (Laura Luchetti), Lungomare (Daniele e Davide Ratti), Mechanik (Margherita Clemente, Lorenzo Cogno, Maria Garzo, Tudor Moldovan -CSC), Panorama (Gianluca Abbate), Soil is alive (Beatrice Pucci). I Giornalisti Cinematografici hanno inoltre segnalato, fuori concorso, tre corti di Pappi Corsicato, Pippo Delbono e Mario Martone ed assegnato tre premi speciali a Il tema di Jamil, esordio alla regia nel segno della solidarietà di Massimo Wertmuller, Era bellissima di Max Croci, omaggio a Visconti, La ballata dei senzatetto di Monica Manganelli, che affronta con l’animazione le ferite del terremoto in Emilia. Menzioni speciali sono poi state attribuite a Due piedi sinistri di Isabella Salvetti, per la particolare sensibilità con la quale affronta il tema della disabilità e a Il miracolo di Fabio Mollo per l’interessante esperienza collettiva del laboratorio partecipato under 30, promosso dall’ Ente dello Spettacolo.
Tre infine i corti che il SNGCI ha segnalato per l’animazione, sul tema dei migranti: Detours (Nico Bonomolo), Migrar (Laura Pizzato) e Frontiers (Hermes Mangialardo).

****************************

 Kevin Costner

Kevin Costner

Oggi, venerdì 8 aprile, in occasione dell’incontro a Roma per il lancio del suo nuovo film in arrivo nelle sale italiane, Criminal di Ariel Vromen, sarà consegnato all’attore statunitense Kevin Costner il Nastro d’Argento Internazionale 2016, un riconoscimento alla sua qualità professionale in un anniversario particolare: sono trent’anni, infatti, dalla sua prima volta in Italia, con un memorabile debutto alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nella stagione di titoli, che lo fecero subito apprezzare, come Fandango e Silverado. Già venticinque, poi, proprio quest’anno, dagli Oscar® e dal successo di un film memorabile come Balla coi lupi. Il Premio è stato deciso dal Direttivo Nazionale dei Giornalisti Cinematografici per inaugurare, con un riconoscimento due volte speciale, le manifestazioni dei primi 70 anni dei Nastri d’Argento (le cinquine saranno annunciate il 31 maggio a Roma presso il Museo MAXXI, con serata di premiazione al Teatro Antico, a Taormina il 2 luglio).

Un David per Sophia

Sophia Loren in una scena del film "La Voce Umana" (ansa.it)

Sophia Loren in una scena del film “La Voce Umana” (ansa.it)

Il Consiglio Direttivo dell’Accademia del Cinema Italiano ha deciso di assegnare uno dei Premi Speciali della 58ma edizione dei David di Donatello (10 giugno,presso gli studi Nomentano 5 della Rai, sarà trasmessa in diretta da Rai Movie) a Sophia Loren per la sua interpretazione nel cortometraggio La Voce Umana, diretta da Edoardo Ponti, tratto dal celebre testo teatrale (La Voix humaine, 1930) di Jean Cocteau, portato al cinema da Roberto Rossellini (l’episodio Una voce umana del film L’amore, 1948, interpretato da un’intensa Anna Magnani) e, liberamente tratto dall’opera originaria, da Pappi Corsicato nel 2007; il corto, sceneggiato in napoletano da Erri De Luca, è stato recentemente presentato, fuori concorso, al 67mo Festival di Cannes ed accolto favorevolmente dalla critica.
L’annuncio del premio ha avuto luogo oggi, martedì 27 maggio, a Napoli, nel corso della conferenza stampa indetta per l’uscita del suddetto film in dvd.

Festival Internazionale del Film di Roma 2012: il cartellone

roma-2012-il-cartellone-L-M_AVEUE’ stato presentato il cartellone relativo al Festival Internazionale del Film di Roma, la cui VII Edizione si svolgerà nella capitale dal 9 al 17 novembre, presso l’ Auditorium Parco della musica, per la direzione artistica di Marco Müller : la sezione Concorso (Presidente di Giuria, della quale faranno parte sette personalità del mondo del cinema e della cultura, lo sceneggiatore e regista Jeff Nichols) prevede tredici film, più due “titoli sorpresa” che verranno dichiarati nei prossimi giorni, così come il programma completo della sezione Cinema XXI, dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale, senza alcuna distinzione di genere e durata, la cui giuria è presieduta dall’artista visivo Douglas Gordon.

Marco Müller

Marco Müller

Tre italiani a contendersi il Marc’Aurelio d’Oro: E la chiamano estate, di Paolo Franchi, con Isabella Ferrari e Jean-Marc Barr; Alì ha gli occhi azzurri di Claudio Giovannesi; Il volto di un’altra di Pappi Corsicato, con Laura Chiatti e Alessandro Preziosi, mentre sia il film d’apertura che di chiusura del Festival rientrano nella Sezione Fuori concorso, rispettivamente Aspettando il mare, Bakhtiar Khudojnazarov, e Una pistola en cada mano dello spagnolo Cesc Gay. Alice nella città costituirà una sezione autonoma e parallela alla kermesse e, dotata di un proprio regolamento, darà vita ad una rassegna di film per ragazzi, mentre Prospettive Italia, sezione la cui giuria sarà presieduta dallo sceneggiatore e regista Francesco Bruni, si concentrerà sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano: da segnalare al riguardo i debutti alla regia di Carlo Lucarelli, L’isola dell’angelo caduto, e di Alessandro Gassman, Razza bastarda.

Paolo Franchi

Paolo Franchi

Concorso: Alì ha gli occhi azzurri, Claudio Giovannesi (Italia); Il volto di un’altra, Pappi Corsicato (Italia); E la chiamano estate, Paolo Franchi (Italia); A Glimpse Inside the Mind of Charles Swan III, Roman Coppola (USA); Lessons of Evil, Takashi Miike (Giappone); Main dans la main, Valérie Donzelli (Francia); Ixjana, Józef Skolimowski e Michal Skolimowski (Polonia); Mai morire, Enrique Rivero (Messico); Marfa Girl, Larry Clark (USA); The Motel Life, Alan Polsky e Gabe Polsky; Nebesnye ženy lugovykh mari, Aleksei Fedorchenko (Russia); Un enfant de toi, Jacques Doillon (Francia); Eternal Homecoming, Kira Muratova (Ucraina).

Pappi Corsicato

Pappi Corsicato

Fuori Concorso: Il cecchino, Michele Placido (Francia); Una pistola en cada mano, Cesc Gay (Spagna); Bullet to the Head, Walter Hill (USA); The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 2, Bill Condon (USA); La bande de Jotas, Marjane Satrapi (Francia); Mental, P.J. Hogan; Populaire, Régis Roinsard (Francia); Le 5 leggende, Peter Ramsey (USA); Aspettando il mare, Bakhtyar Khudojnazarov.

 Claudio Giovannesi

Claudio Giovannesi

Alice nella città /Concorso: Kid, Fien Troch (Belgio); Babygirl, Macdara Vallely (USA / Irlanda); The Passion of Michelangelo, Esteban Larraín (Cile); Even If It Rains, Fernando Gatti (Argentina); Strings, Rob Savage (Gran Bretagna); You & Me Forever, Kaspar Munk (Danimarca); Innocents, Wong Chen-hsi (Singapore); My Sweet Orange Tree, Marcos Bernstein (Brasile); Youth, Justine Malle (Francia); Pulce non c’è, Giuseppe Bonito (Italia); Animals, Marçal Forés (Spagna); Little Lion, Samuel Collardey (Francia). Fuori Concorso: Ralph Spaccatutto, Rich Moore; The Dandelions, Carine Tardieu (Francia); Il piccolo principe – Il pianeta del serpente, Pierre Alain Chartier (Francia); Kirikou et les hommes et les femmes, Michel Ocelot (Francia); Moon Man, Stephan Schesch (Germania / Francia / Irlanda); Far Out Isn’t Far Enough: The Tomi Ungerer Story, Brad Bernstein (USA). Eventi Speciali: Beautiful Creatures, Richard LaGravenese (verranno proiettate alcune sequenze in anteprima); Altra musica, Claudio Noce (Italia).

Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli

Prospettive ItaliaLungometraggi in concorso:Acqua fuori dal ring, Joel Stangle; Cosimo e Nicole, Francesco Amato; L’isola dell’angelo caduto, Carlo Lucarelli; Italian Movies, Matteo Pellegrini; La scoperta dell’alba, Susanna Nicchiarelli; Razza bastarda, Alessandro Gassman; Waves, Corrado Sassi. Documentari in concorso: Dell’arte della guerra, Luca Bellino, Silvia Luzi; Il leone d’Orvieto-Giancarlo Parretti e la scalata alla MGM, Aureliano Amadei; Milleunanotte, Marco Santarelli; Pezzi, Luca Ferrari; Pinuccio Lovero Yes I Can, Pippo Mezzapesa; S.B. io lo conoscevo bene, Giacomo Durzi, Giovanni Fasanella. Cortometraggi in concorso: Il cinema lo faccio io, Alessandro Valori; Ciro, Sergio Panariello; Il gatto del Maine, Antonello Schioppa; La prima legge di Newton, Piero Messina; Il turno di notte lo fanno le stelle, Edoardo Ponti; Les Yeux Du Renard, Chiara Malta, Sebastien Laudenbach. Documentari Fuori Concorso: Carlo!, Gianfranco Giagni, Fabio Ferzetti; Ebrei a Roma, Gianfranco Pannone; Il gioco degli specchi, Carlo Di Carlo; Giuliano Montaldo- Quattro volte vent’anni, Marco Spagnoli; Giuseppe Tornatore-Ogni film un’opera prima, Luciano Barcaroli, Gerardo Panichi; L’insolito ignoto-Vita acrobatica di Tiberio Murgia, Sergio Naitza; Interdizione perpetua, Gaetano Di Vaio; L’uomo con il megafono, Michelangelo Severgnini. Mediometraggi Fuori Concorso: Il fiume, a ritroso, Mauro Santini; Jet Set-Quando l’aeroporto sembrava Via Veneto, Antonello Sarno. Cortometraggi fuori concorso: Beato chi riceve la grazia, Margherita Giusti; Esca viva, Susanna Nicchiarelli; Himorogi, Marina Pierro, Alessio Pierro; Frammenti, Franco Piavoli.