Archivi tag: Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani

Venezia 75: il cartellone della 33ma Settimana Internazionale della Critica

E’ stato presentato ieri, lunedì 23 luglio, il cartellone della Settimana Internazionale della Critica (SIC),  sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica  di Venezia (29 agosto – 8 settembre), composta da una selezione di sette opere prime in concorso e due eventi speciali, tutti presentati in anteprima mondiale.
La selezione è curata dal Delegato Generale della SIC, Giona A. Nazzaro, con i membri della commissione di selezione Luigi Abiusi, Alberto Anile, Beatrice Fiorentino e Massimo Tria.
I sette lungometraggi in concorso concorrono al Premio del pubblico, € 5.000, realizzato grazie al sostegno di Sun Film Group ed inoltre all’assegnazione dei seguenti riconoscimenti: Premio Circolo del Cinema di Verona, assegnato da una giuria composta da soci del Circolo di Verona e destinato al film più innovativo della sezione, Premio Mario Serandrei – Hotel Saturnia per il Miglior Contributo Tecnico, sponsorizzato dall’Hotel Saturnia di Venezia e assegnato da un’apposita commissione di esperti. Continua a leggere

“Fai bei sogni” è il Miglior film italiano dell’anno per il SNCCI

locandinaFai bei sogni di Marco Bellocchio, basato sull’omonimo romanzo di Massimo Gramellini e presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del 69mo Festival di Cannes, è il vincitore del premio come Miglior film italiano dell’anno, inedito riconoscimento istituito dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI), che va ad affiancarsi a quello internazionale con lo scopo di incrementare l’interesse del pubblico nei confronti delle opere nazionali più interessanti e meritevoli, come ha spiegato il presidente Franco Montini. Il premio è stato assegnato attraverso un referendum aperto a tutti i soci del Sindacato,  i quali hanno effettuato la loro scelta fra i titoli italiani usciti nel corso del 2016 e sarà consegnato il prossimo 28 gennaio nell’ambito del 28mo Trieste Film Festival, che vedrà oltre alla proiezione del film anche un incontro pubblico con Marco Bellocchio.

Venezia 2014: i titoli in programma per la 29ma “Settimana Internazionale della Critica”

terterteIl Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e la Biennale di Venezia hanno reso noto oggi, lunedì 21 luglio, i film in programma per la 29ma Settimana Internazionale della Critica, sezione indipendente dedicata esclusivamente alle opere prime che avrà luogo all’interno della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (71ma edizione, 27 agosto6 settembre): una selezione di sette pellicole provenienti da diversi paesi del mondo, con due titoli italiani, uno in concorso, Dancing With Maria, di Ivan Gergolet (documentario incentrato sulla figura di Maria Fux, danzatrice 92enne famosa a Buenos Aires per la sua scuola di danza-terapia, rivolta a persone con deficit motori e mentali), l’altro fuori competizione ed evento speciale di chiusura, Arance e martello, opera prima di Diego Bianchi, in arte Zoro, blogger, giornalista e conduttore televisivo, mentre l’apertura è affidata a Melbourne, di Nima Javidi.
Di seguito, l’elenco dei film in programma.

Diego Bianchi (torino-repubblica.it)

Diego Bianchi (torino-repubblica.it)

Binguan (The Coffin in the Mountain/Una bara da seppellire, Xin Yukun, Cina, 2014) – World Premiere; Dancing With Maria (Ivan Gergolet, Italia-Argentina-Slovenia, 2014) – World Premiere; Đập cánh giữa không trung (Flapping in the Middle of Nowhere/Agitarsi nel mezzo del nulla, Nguyễn Hoàng Điệp, Vietnam-Francia-Norvegia-Germania, 2014) – World Premiere; Ničije dete (No One’s Child/Figlio di nessuno, Vuk Ršumović, Serbia, 2014) – World Premiere; Terre Battue (40-Love/Terra battuta, Stéphane Demoustier, Francia-Belgio, 2014) – World Premiere; Villa Touma (Suha Arraf, Palestina, 2014) – World Premiere; Zerrumpelt Herz (The Council of Birds/Cuore frantumato, Timm Kröger, Germania, 2014) – World Premiere. Film di apertura – Evento Speciale Fuori Concorso: Melbourne (Nima Javidi, Iran, 2014) – International Premiere. Film di chiusura – Evento Speciale Fuori Concorso: Arance e martello (Diego Bianchi, Italia, 2014) – World Premiere.

(Già pubblicato, in data 21/07/2014, su Storia dei Film, sito d’informazione e critica cinematografica)

Venezia 70/Settimana della Critica: “Shuiyin Jie” è il film sorpresa

 Vivian Qu (Movieplayer)

Vivian Qu (Movieplayer)

La Settimana Internazionale della Critica, sezione parallela della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (28 agosto-7 settembre), organizzata dalla Biennale insieme al SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), giunta alla 28ma edizione, ha annunciato il titolo del film-sorpresa ( il settimo in concorso): Shuiyin Jie (Trap Street), della regista cinese Vivian Qu, la cui proiezione ufficiale è in programma domenica 1 settembre.

La pellicola, nel delineare un ritratto della Cina contemporanea e, più estesamente, di un mondo dominato dall’ossessione del controllo, racconta l’esperienza kafkiana del giovane Li Qiuming, apprendista in una compagnia di impianti di sicurezza e mappature digitali, il quale si innamora di una misteriosa donna incontrata per caso: proprio la ricerca della ragazza, che lavora in un laboratorio segreto, lo farà precipitare nei meandri della burocrazia e del controllo statale.

Anche Shuiyin Jie, come gli altri film in concorso della Sezione, concorre al Premio del pubblico RaroVideo – 28ma Settimana Internazionale della critica di Venezia del valore di 5.000 Euro e, inoltre, al Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis, insieme a tutti gli altri lungometraggi d’esordio presenti nelle sezioni competitive della Mostra, con a 100.000 USD messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore.

Venezia 70: le Giurie e la Settimana Internazionale della Critica

grrrrrrrrrrrEcco la composizione delle Giurie relativamente alle principali sezioni della 70ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (28 agosto-7 settembre):

Martina Gedeck (Movieplayer)

Martina Gedeck (Movieplayer)

Concorso: Bernardo Bertolucci (Presidente), Andrea Arnold, Renato Berta, Martina Gedeck, Pablo Larraìn, Virginie Ledoyen, Ryuichi Sakamoto, Jiang Wen. A breve sarà annunciato un altro giurato.
La Giuria assegnerà per i lungometraggi, senza possibilità di ex-aequo (tranne che per le Coppe Volpi e il Premio Mastroianni), i premi seguenti: Leone d’Oro per il miglior film; Leone d’Argento per la migliore regia; Gran Premio della Giuria (nuovo riconoscimento); Premio Speciale della Giuria; Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile; Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile; Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente; Premio per la miglior sceneggiatura.

Paul Schrader

Paul Schrader

Orizzonti: Paul Schrader (Presidente), Catherine Corsini, Leonardo Di Costanzo, Golshifteh Farahani, Frederic Fonteyne, Ksenia Rappoport, Amr Waked.
La Giuria assegnerà, senza possibilità di ex-aequo, i premi: Premio Orizzonti per il miglior film; Premio Orizzonti per la migliore regia (nuovo riconoscimento); Premio Speciale della Giuria Orizzonti; Premio Speciale Orizzonti per il contenuto innovativo (nuovo riconoscimento); Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.

Maria Sole Tognazzi

Maria Sole Tognazzi

Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis: Haifaa Al Mansour (Presidente), Alexey German Jr., Geoffrey Gilmore, Ariane Labed, Razvan Radulescu, Maria Sole Tognazzi.
La Giuria assegnerà senza possibilità di ex aequo, tra tutte le opere prime di lungometraggio nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele), il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis, e un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che sarà suddiviso in parti uguali tra il regista e il produttore.

Riguardo la Settimana Internazionale della Critica, sezione parallela della Mostra organizzata dalla Biennale insieme al SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), giunta alla 28ma edizione, si sostanzia in una rassegna di 7 film (opere prime), che concorreranno all’assegnazione di due riconoscimenti, Premio del pubblico RaroVideo del valore di 5.000 Euro e il suddetto Leone del Futuro.

criL’Armée du salut (Salvation Army/L’esercito della salvezza, Abdellah Taïa, Francia-Marocco, 2013 – World Premiere); Återträffen (The Reunion/La riunione, Anna Odell, Svezia, 2013 – World Premiere); Las niñas Quispe (The Quispe Girls/Le ragazze Quispe, Sebastián Sepúlveda, Cile-Francia-Argentina, 2013 – World Premiere); Razredni sovražnik (Class Enemy/Nemico di classe, Rok Biček, Slovenia, 2013 – World Premiere); White Shadow (Ombra bianca, Noaz Deshe, Italia-Germania-Tanzania, 2013 – World Premiere); Zoran, il mio nipote scemo (Zoran, My Nephew the Idiot, di Matteo Oleotto, Italia-Slovenia, 2013 – World Premiere). Film sorpresa. Film di apertura – Evento Speciale Fuori Concorso: L’arte della felicità (The Art of Happiness, Alessandro Rak, Italia, 2013 – World Premiere). Film di chiusura – Evento Speciale Fuori Concorso: Las analfabetas (Illiterate/Le analfabete, Moisés Sepúlveda, Cile, 2013 – International Premiere).

TaorminaFilmFest 2013

taorminafilmfest-2013-L-Bd_0asLa 59ma edizione del TaorminaFilmFest, che vede Mario Sesti in qualità di Direttore Editoriale e Tiziana Rocca General Manager, rinnova l’appuntamento al Teatro Antico: apertura sabato 15 giugno con l’anteprima di uno dei film più attesi della stagione, L’uomo d’acciaio (Man of Steel) di Zack Snyder, che lo presenterà insieme a Russell Crowe, Henry Cavill, Amy Adams, Antje Traue, mentre la chiusura avrà luogo il 22, con la proiezione speciale di The Lone Ranger, per la regia di Gore Verbinski, con Johnny Depp e Armie Hammer. Così come nella scorsa edizione, verranno proposti all’interno delle varie sezioni generi dal forte impatto emotivo e popolare, quali la commedia, il thriller, l’horror, senza dimenticare il settore educativo – formativo (le TaoClass e i Campus con le grandi star del cinema mondiale e italiano), oltre alle nuove frontiere del cinema on line (Web Series).

taorminafilmfest-2013-L-sLnUtUIl filo conduttore quest’anno sarà rappresentato da un inedito, o quantomeno particolare, mix fra horror e commedia, evidenziato dalla sezione Fright & Fun/Brividi e risate, così da portare avanti l’idea, sottolinea Sesti, “di lavorare per scoprire cosa c’è ancora oggi nella pancia del cinema, ritornare a quella straordinaria forza che ne ha fatto il medium di più rapida e planetaria diffusione del ‘900, molto più della radio o della televisione”. Ecco quindi, in anteprima, titoli come In Trance (Trance) diretto da Danny Boyle con Rosario Dawson, James McAvoy, Vincent Cassel; Cha cha cha (Marco Risi, con Luca Argentero ed Eva Herzigova); Java Heat (Conor Allyn, con Kellan Lutz e Mickey Rourke); Before Midnight (Richard Linklater, con Ethan Hawke e Julie Delpy); Parental Guidance (Andy Fickman, con Billy Crystal, Bette Midler e Marisa Tomei). Accanto ai film, sin dalla mattina, saranno in programma incontri/masterclass con autori ed attori, critici e studiosi, i quali dialogheranno di cinema insieme a studenti, pubblico e stampa: importante novità, l’’avvio di una collaborazione con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, la quale prevede, oltre a due TaoClass su Ernst Lubitsch e Francois Truffaut, l’assegnazione di un Premio Cariddi speciale a Luigi Lo Cascio.

taorminafilmfest-2013-L-dqrkehLe TaoClass, dirette da Mario Sesti, vedranno la presenza di artisti quali Jeremy Irons, Meg Ryan, Renata Litvinova, James Gandolfini e avranno per oggetto suggestive tematiche (Sud e regia, insieme a Giuseppe Tornatore e Francesco Rosi, con la collaborazione di Alessandro Rais, ad esempio), mentre nell’ambito dei Campus sarà Giorgia Surina a seguire i giovani partecipanti durante tutti gli incontri (tra i quali si segnalano Unforgettable, protagonisti i sex symbol anni ’70 e anni ’90, Gloria Guida e Ronn Moss; L’officina della Commedia, con Rocco Papaleo e Giovanni Veronesi; L’armonia infinita: Il grande cinema del Barocco, con Franco Battiato; La scuola pugliese, con Lino Banfi e Sergio Rubini; La ragazza senza pistola, con Cristiana Capotondi). All’interno dei Campus domenica 16 giugno verrà presentato il concorso Scuola in Corto, un progetto del MIUR e dell’Istituto d’Istruzione Superiore Pugliatti di Taormina: in programma i tre corti finalisti, Il diamante cinese, Panta Rei e Resta di stucco: è un bergamotto, con premiazione del vincitore durante la serata di chiusura del Festival.

Francesco Rosi

Francesco Rosi

Mantenute, dopo il successo dello scorso anno, le sezioni Pre-visioni/Lavori in corso, dove si raccontano in anteprima i film italiani della prossima stagione, presentati dagli autori (previsti incontri con Fabio Segatori e Nino Frassica; Enrico Brignano e Alessio Maria Federici) e Focus Russia, con la presentazione di una ricca selezione di titoli, curata da Helena Romanova, preceduta da una tavola rotonda tra produttori russi ed italiani, che il festival ha ideato e organizzato insieme all’ANICA. A rappresentare il suo paese sarà presente Renata Litvinova, attrice, regista e sceneggiatrice, cui verrà dedicata una proiezione/omaggio di tre film. Saranno presentate poi in anteprima assoluta alcune web series, come quella degli Amanda Flor, Marduk; Inside Batman, di Antonio Micali; Horror Vacui, diretta da Paola Rotasso e Riccardo Sardonè: un approfondimento e un programma speciale sono previsti nell’ambito del Campus che vedrà l’incontro con The Pills (Luca Vecchi, Luigi Di Capua e Matteo Corradini) e la proiezione della serie web culto americana The Lizzie Bennet Diaries, di Bernie Su.

Giuseppe Tornatore

Giuseppe Tornatore

Uno sguardo particolare anche alla Sicilia, con proiezioni di pellicole dirette da filmmaker siciliani: Acqua fuori dal ring (Joel Stangle); Gelati e granite (Ivan Franchin); All’ombra del gigante (Adriano Cutraro); Ore 18 in punto (Giuseppe Gigliorosso); Terramatta (Costanza Quatriglio) e i cortometraggi La ricotta e il caffè (Sebastiano Rizzo); Souviens-moi (Cedric Feny); Importante molto importante ( Alessandra Pescetta), Bye Bye Blackbird (Gaia Bonsignore), Florence (Giacoma Gandolfo). Previsti infine, oltre ad uno spazio per la presentazione di libri e mostre, numerosi appuntamenti in nome dell’impegno sociale, come le raccolte di fondi destinate a numerose associazioni e fondazioni nazionali e internazionali, collegate alle varie proiezioni in anteprima e il Premio Speciale Humanitarian Taormina Award che sarà assegnato al Principe Alberto II di Monaco, dal Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, domenica 16 giugno, per l’impegno della sua Fondazione verso la difesa della biodiversità e del bacino Mediterraneo; Ornella Muti sarà la madrina d’eccezione della serata speciale dedicata alla suddetta fondazione.

Informazioni: sul sito http://www.taorminafilmfest.it è possibile scaricare il programma completo della kermesse.