Archivi tag: Torino Film Festival

Torino Film Festival dedica a Powell & Pressburger e a Jean Eustache le retrospettive della 36ma edizione

Michael Powell ed Emeric Pressburger (Senses of Cinema)

Saranno dedicate al duo Powell & Pressburger e a Jean Eustache le due retrospettive del 36mo Torino Film Festival (23 novembre- 1° dicembre).
Due generazioni, due stili, due immaginari che possono apparire agli antipodi ma anche due idee di cinema che ben corrispondono alle anime diverse della kermesse cinematografica torinese; tra i più grandi visionari della storia del cinema, l’inglese Michael Powell (regista e produttore) e l’ungherese Emeric Pressburger (scrittore) hanno costruito tra la fine degli anni ‘30 e l’inizio degli anni ‘60 lo spettacolo cinematografico perfetto, idoneo a comunicare con l’inconscio degli spettatori, che ha affascinato e influenzato i giovani Scorsese, De Palma e Coppola in virtù della distorsione ed enfatizzazione continua del potere dello sguardo (e dell’occhio della cinepresa).
La retrospettiva presenterà i venti titoli che hanno realizzato insieme, dall’eccentrico film bellico per il quale Pressburger vinse un Oscar (49° Parallelo) all’affresco romantico molto amato da Bertrand Tavernier (Duello a Berlino), dal viaggio ossessivo nella passione di Narciso nero agli andirivieni “lisergici” nell’Aldilà di Scala al Paradiso, dalla dannazione artistica di Scarpette rosse al lussureggiante demonismo di I racconti di Hoffmann. Insieme a questi, alcuni dei film diretti dal solo Powell, compreso il capolavoro “maledetto”, L’occhio che uccide. Continua a leggere

Il Torino Film Festival annuncia alcune anticipazioni per le sezioni TFFdoc e Italiana.corti

In attesa della conferenza  stampa di martedì 14 novembre che  ne svelerà il cartellone, il Torino Film Festival ha annunciato nei giorni scorsi alcuni titoli fuori concorso della 35ma edizione (24 novembre – 2 dicembre), nell’ambito delle sezioni TFFdoc e Italiana.corti.
Riguardo la prima sezione, il focus 2017 di TFFdoc sarà costruito attorno al tema del viaggio. Il cinema documentario è nella sua essenza esplorazione, scoperta e avventura, ma il cinema tout court ha il viaggio tra i suoi generi, basti pensare alla famiglia Méliès: George costruisce immaginifici viaggi sulla luna, mentre il fratello Gaston esplora con la sua cinepresa le isole del Pacifico; tra questi due poli si articolerà il focus e due film li rappresenteranno perfettamente: Napalm di Claude Lanzmann (Shoah, L’ultimo degli ingiusti); 9 Doigts di F.J. Ossang (Pardo d’argento per la miglior regia al 70mo Locarno Festival), entrambi presentati in anteprima italiana; Claude Lanzmann e F.J. Ossang saranno entrambi ospiti a Torino per presentare i loro film e incontrare il pubblico. TFFdoc/non umano creerà poi uno spazio sugli animali con due film, Animal Cinema di Emilio Vavarella e Animal Pensivité di Christine Baudillon, anteprime internazionali.  L’incontro di due scrittori e filosofi (Felice Cimatti e Leonardo Caffo) tenta di ridelineare il senso dell’animalità, ripensare il nostro rapporto con gli animali e realizzare nuove immagini e nuovi punti di vista non umani. Continua a leggere

TorinoFilmLab 2016: i vincitori

tfl-color-corporateSi è conclusa l’edizione 2016 del TorinoFilmLab con il TFL Meeting Event a rappresentare il momento culminante di un anno di attività, e con l’assegnazione di 14 premi a sostegno dello sviluppo, della produzione e della distribuzione per un valore totale di oltre € 470.000. L’attività di TorinoFilmLab, è infatti volta a sostenere filmmaker emergenti da tutto il mondo attraverso attività di formazione, sviluppo di progetti e finanziamento alla produzione e alla distribuzione e può vantare un totale di 68 film completati, presentati nei maggiori festival del mondo e distribuiti a livello internazionale: dal 2008 sono stati assegnati oltre 40 premi a sostegno della produzione di progetti sviluppati nei suoi programmi. Il TorinoFilmLab Meeting Event, svoltosi dal 23 al 25 novembre nell’ambito del Torino Film Festival, ha coinvolto più di 300 professionisti del cinema da tutto il mondo; nell’ambito del programma FrameWork sono stati presentati 9 progetti in una fase già avanzata di sviluppo e che presto entreranno in pre-produzione. Continua a leggere

Torino: tutto pronto per la V Edizione del “Moving TFF”

165553-facebook-pr-01Prenderà il via domani, lunedì 3 ottobre, la quinta edizione del Moving TFF, che anche quest’anno proporrà per tutto il mese di ottobre (la conclusione lunedì 31) una serie di iniziative “in movimento” attraverso la città, legate al multiforme universo del cinema, con l’intento di valorizzare la storia del Torino Film Festival e accompagnare il pubblico fino alla 34esima edizione della kermesse, che si svolgerà dal 18 al 26 novembre. La manifestazione, ideata e coordinata da Altera insieme al Centro di Cooperazione Culturale, e realizzata in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci Torino, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival, prevede nove proiezioni di film, oltre a presentazioni e dibattiti che si terranno in diversi luoghi di Torino (come biblioteche, spazi associativi, musei) e che daranno vita a un’edizione partecipata e ricca, in grado di coinvolgere diverse zone della città, con l’obiettivo di portare i film delle scorse edizioni del TFF sul territorio cittadino, facendo rete con le realtà che attivamente “fanno cultura” nei quartieri.
All’interno della manifestazione è previsto inoltre un evento speciale, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Continua a leggere

32mo Torino Film Festival: apertura con “Gemma Bovery” di Anne Fontaine

untitled6456Sarà Gemma Bovery (Francia, 2014) di Anne Fontaine il film di apertura del 32mo Torino Film Festival (21-29 novembre).
Interpretata da Fabrice Luchini e da Gemma Arterton, la pellicola è ispirata all’omonima graphic novel del 1999 di Posy Simmonds, autrice di Tamara Drewe, da cui Stephen Frears ha tratto un film nel 2010: l’adattamento per il grande schermo è stato curato dal critico e sceneggiatore Pascal Bonitzer e dalla stessa regista, autrice di commedie insolite e spesso venate di sfumature noir o drammatiche come Dry Cleaning, La fille de Monaco, Il mio migliore incubo!, Two Mothers e il biografico Coco avant Chanel. Dalla sinossi si evince una commedia eccentrica e amara, volta a raccontare le disavventure sentimentali di una giovane donna, Gemma (Gemma Arterton), gli equivoci e gli inganni dell’amore ma, soprattutto, la potenza della creazione artistica, dell’immaginazione e la loro influenza sulla vita vera. Continua a leggere

Torino Film Festival, Emanuela Martini nuovo direttore

Paolo Virzì affida la direzione del Torino Film Festival ad Emanuela Martini, ma non lascia la kermesse cinematografica, in cui ricoprirà l’inedito ruolo di Guest Director, come si legge nel comunicato diffuso dalll’Ufficio Stampa del TFF, che riporto qui di seguito.

Paolo Virzì ed Emanuela Martini (torinorepubblica.it)

Paolo Virzì ed Emanuela Martini (torinorepubblica.it)

“Ho davanti un nuovo intenso anno di progetti cinematografici, perciò non posso più fare il Direttore del TFF a tempo pieno.
Ma l’entusiasmo del pubblico torinese e l’attaccamento e la stima per la squadra con cui ho lavorato mi hanno convinto a restare ancora per un anno con il ruolo di Guest Director, inaugurando dunque quella che ci auspichiamo sarà una lunga serie di collaborazioni di cineasti in attività, magari ben più prestigiose della mia, al già ricco programma di un evento cinematografico che cresce meritatamente anno dopo anno.
In parole povere: lascio le rogne della direzione ad Emanuela Martini, che saprà cavarsela benissimo ed alla quale rivolgo il mio più caloroso in bocca al lupo, ma non sparisco da un festival al quale mi sento legato, contribuendo con alcune iniziative e probabilmente con una sezione su misura.
Ne approfitto intanto per ringraziare l’intera squadra di persone che ha dato vita all’edizione numero 31 del TFF, ma soprattutto i torinesi, per la straordinaria esperienza culturale ed umana vissuta quest’anno”.

jtjtySempre in cerca di modelli innovativi, il Torino Film Festival s’ispira al Telluride Film Festival (Colorado) e, primo in Europa, introduce la figura del Guest Director: un Direttore Ospite che per un anno propone e cura uno o più eventi della manifestazione, affiancando il Direttore del Festival. Emanuela Martini assume quindi la direzione del TFF: una scelta, quella del binomio Virzi-Martini, all’insegna della continuità con l’edizione di maggior successo della manifestazione e con il lavoro svolto negli ultimi anni dalla squadra di collaboratori.

Torino Film Festival 2013: vince “Club Sandwich”, di Fernando Eimbcke

untitlednSono stati da poco comunicati i premi assegnati al Torino Film Festival, la cui 31ma edizione, diretta da Paolo Virzì, coadiuvato da Emanuela Martini, non solo ha visto realizzarsi un felice connubio tra popolarità e autorialità, con i film a farsi veri protagonisti, ma è stata anche premiata da un notevole successo di pubblico, registrando negli otto giorni un incremento degli incassi pari al 34% rispetto al 2012.
Di seguito, l’elenco dei premi assegnati.

Fernando Eimbcke

Fernando Eimbcke

Torino 31 – Concorso Internazionale Lungometraggi, la giuria presieduta da Guillermo Arriaga e composta da Stephen Amidon, Aida Begic, Jorge Perugorrìa, Francesca Marciano ha assegnato i seguenti premi: Miglior Film (€ 15.000), Club Sandwich di Fernando Eimbcke; Premio speciale della Giuria, 2 Automnes, 3 hivers di Sébastien Betbeder; Premio per la Miglior Attrice, Samantha Castillo (Pelo malo, Mariana Rondón); Premio per il Miglior Attore, Gabriel Arcand (Le demantelement, Sébastien Pilote).
Premio per la miglior sceneggiatura: Pelo malo di Mariana Rondón.
Premio del Pubblico: La mafia uccide solo d’estate di Pif (Pierfrancesco Diliberto).

untitledfLa Giuria di Internazionale.doc, composta da Cíntia Gil, Jean-Charles Hue e Gabe Klingerha ha premiato come Miglior Film (€ 5.000) A Spell to Ward Off the Darkness (Ben Rivers e Ben Russell, Francia/Estonia, 2013); Premio Speciale della Giuria, Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini.
La Giuria di Italiana.doc, composta da Jasmin Basič, Esmeralda Calabria e Salvatore Mereu, ha conferito il premio di Miglior Film in collaborazione con Persol (€ 5.000) a I fantasmi di San Berillo di Edoardo Morabito (Italia, 2013); Il Premio Speciale della Giuria si risolve in un ex-aequo, Striplife di Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi, Valeria Testagrossa, Andrea Zambelli e Wolf di Claudio Giovannesi (Italia/Repubblica Ceca, 2013).
La Giuria ha assegnato inoltre una Menzione Speciale a Il segreto di cyop&kaf (Italia, 2013).

Premio Chicca Richelmy per il Miglior film: Recuiem di Valentina Carnelutti (Italia, 2013); Premio Speciale della Giuria, No More Lonely Nights di Fabio Scacchioli e Vincenzo Core (Italia, 2013).
Premio Achille Valdata per il Miglior cortometraggio in collaborazione con La Stampa – Torino Sette: Carmine di Davide Luchino (Italia, 2013).
Premio Fipresci: Miglior film, Le démantèlement di Sébastien Pilote (Canada, 2013). Premio Cipputi 2013 come Miglior film sul mondo del lavoro: Portrait of a Lone Farmer di Jide Tom Akinleminu (Danimarca/Nigeria/Germania, 2013). Il Mouse d’Oro, il premio dei siti di cinema, è stato assegnato al film Club Sándwich di Ferando Eimbicke, mentre il Mouse d’argento al miglior film fuori concorso è andato a Frances Ha di Noha Baumbach.