Archivi tag: Torino Film Festival

36mo Torino Film Festival, grande cinema fra passato e futuro

E’ stata presentata lo scorso 13 novembre, con la consueta doppia conferenza stampa alla Casa del Cinema di Roma e al Cinema Massimo di Torino, la 36ma edizione del Torino Film Festival, per la direzione artistica di Emanuela Martini.
Sul manifesto ufficiale campeggia l’immagine di Rita Hayworth, una delle grandi dive del ventesimo secolo, tratta dal film Non sei mai stata così bella (You Were Never Lovelier), interpretato insieme con Fred Astaire, diretto nel 1942 da William A. Seiter.
Il cartellone prevede 133 lungometraggi (36 opere prime e seconde), 23 mediometraggi e 22 cortometraggi, con 34 anteprime mondiali, 23 internazionali, e 59 italiane, selezionati tra più di 4000 titoli. Apertura venerdì 23 novembre, al Cinema Massimo, con The Front Runner di Jason Reitman, tratto dal libro All the Truth Is Out: The Week Politics Went Tabloid del giornalista e sceneggiatore americano Matt Bai, la cui narrazione verte sulla vicenda che nel 1988 vide protagonista il senatore americano Gary Hart (interpretato da Hugh Jackman), candidato democratico alla presidenza: mentre era in piena corsa elettorale, vide sfumare qualsiasi possibilità di vittoria una volta pubblicata sui giornali la notizia di una sua ipotetica relazione extraconiugale con la modella Donna Rice Hughes; per la prima volta il pettegolezzo sulla vita privata dei politici arrivò ad occupare le prime pagine dei rotocalchi. Continua a leggere

36mo Torino Film Festival: il manifesto omaggia Rita Hayworth

E’ dedicato a Rita Hayworth il manifesto del 36mo Torino Film Festival (23 novembre -1 dicembre), una delle grandi dive del ventesimo secolo, il cui centenario della nascita ricorre il prossimo 17 ottobre.
L’immagine è tratta dal film Non sei mai stata così bella (You Were Never Lovelier), interpretato insieme con Fred Astaire, diretto nel 1942 da William A. Seiter. “Rita più che Gilda; la ballerina vitale e agilissima che danzò con Fred Astaire e con Gene Kelly, più che la sirena sinuosa e pericolosa, simbolo della dark lady nell’immaginario collettivo” ha dichiarato il direttore artistico Emanuela Martini, “La ragazza che sapeva essere una commediante più che l’icona sexy la cui foto fu appiccicata sulla bomba sganciata sull’Atollo Bikini. Senza dimenticare Gilda, è soprattutto a questa Rita che il Torino Film Festival rende omaggio nell’anno del centenario della sua nascita”.

Torino Film Festival dedica a Powell & Pressburger e a Jean Eustache le retrospettive della 36ma edizione

Michael Powell ed Emeric Pressburger (Senses of Cinema)

Saranno dedicate al duo Powell & Pressburger e a Jean Eustache le due retrospettive del 36mo Torino Film Festival (23 novembre- 1° dicembre).
Due generazioni, due stili, due immaginari che possono apparire agli antipodi ma anche due idee di cinema che ben corrispondono alle anime diverse della kermesse cinematografica torinese; tra i più grandi visionari della storia del cinema, l’inglese Michael Powell (regista e produttore) e l’ungherese Emeric Pressburger (scrittore) hanno costruito tra la fine degli anni ‘30 e l’inizio degli anni ‘60 lo spettacolo cinematografico perfetto, idoneo a comunicare con l’inconscio degli spettatori, che ha affascinato e influenzato i giovani Scorsese, De Palma e Coppola in virtù della distorsione ed enfatizzazione continua del potere dello sguardo (e dell’occhio della cinepresa).
La retrospettiva presenterà i venti titoli che hanno realizzato insieme, dall’eccentrico film bellico per il quale Pressburger vinse un Oscar (49° Parallelo) all’affresco romantico molto amato da Bertrand Tavernier (Duello a Berlino), dal viaggio ossessivo nella passione di Narciso nero agli andirivieni “lisergici” nell’Aldilà di Scala al Paradiso, dalla dannazione artistica di Scarpette rosse al lussureggiante demonismo di I racconti di Hoffmann. Insieme a questi, alcuni dei film diretti dal solo Powell, compreso il capolavoro “maledetto”, L’occhio che uccide. Continua a leggere

Il Torino Film Festival annuncia alcune anticipazioni per le sezioni TFFdoc e Italiana.corti

In attesa della conferenza  stampa di martedì 14 novembre che  ne svelerà il cartellone, il Torino Film Festival ha annunciato nei giorni scorsi alcuni titoli fuori concorso della 35ma edizione (24 novembre – 2 dicembre), nell’ambito delle sezioni TFFdoc e Italiana.corti.
Riguardo la prima sezione, il focus 2017 di TFFdoc sarà costruito attorno al tema del viaggio. Il cinema documentario è nella sua essenza esplorazione, scoperta e avventura, ma il cinema tout court ha il viaggio tra i suoi generi, basti pensare alla famiglia Méliès: George costruisce immaginifici viaggi sulla luna, mentre il fratello Gaston esplora con la sua cinepresa le isole del Pacifico; tra questi due poli si articolerà il focus e due film li rappresenteranno perfettamente: Napalm di Claude Lanzmann (Shoah, L’ultimo degli ingiusti); 9 Doigts di F.J. Ossang (Pardo d’argento per la miglior regia al 70mo Locarno Festival), entrambi presentati in anteprima italiana; Claude Lanzmann e F.J. Ossang saranno entrambi ospiti a Torino per presentare i loro film e incontrare il pubblico. TFFdoc/non umano creerà poi uno spazio sugli animali con due film, Animal Cinema di Emilio Vavarella e Animal Pensivité di Christine Baudillon, anteprime internazionali.  L’incontro di due scrittori e filosofi (Felice Cimatti e Leonardo Caffo) tenta di ridelineare il senso dell’animalità, ripensare il nostro rapporto con gli animali e realizzare nuove immagini e nuovi punti di vista non umani. Continua a leggere

TorinoFilmLab 2016: i vincitori

tfl-color-corporateSi è conclusa l’edizione 2016 del TorinoFilmLab con il TFL Meeting Event a rappresentare il momento culminante di un anno di attività, e con l’assegnazione di 14 premi a sostegno dello sviluppo, della produzione e della distribuzione per un valore totale di oltre € 470.000. L’attività di TorinoFilmLab, è infatti volta a sostenere filmmaker emergenti da tutto il mondo attraverso attività di formazione, sviluppo di progetti e finanziamento alla produzione e alla distribuzione e può vantare un totale di 68 film completati, presentati nei maggiori festival del mondo e distribuiti a livello internazionale: dal 2008 sono stati assegnati oltre 40 premi a sostegno della produzione di progetti sviluppati nei suoi programmi. Il TorinoFilmLab Meeting Event, svoltosi dal 23 al 25 novembre nell’ambito del Torino Film Festival, ha coinvolto più di 300 professionisti del cinema da tutto il mondo; nell’ambito del programma FrameWork sono stati presentati 9 progetti in una fase già avanzata di sviluppo e che presto entreranno in pre-produzione. Continua a leggere

Torino: tutto pronto per la V Edizione del “Moving TFF”

165553-facebook-pr-01Prenderà il via domani, lunedì 3 ottobre, la quinta edizione del Moving TFF, che anche quest’anno proporrà per tutto il mese di ottobre (la conclusione lunedì 31) una serie di iniziative “in movimento” attraverso la città, legate al multiforme universo del cinema, con l’intento di valorizzare la storia del Torino Film Festival e accompagnare il pubblico fino alla 34esima edizione della kermesse, che si svolgerà dal 18 al 26 novembre. La manifestazione, ideata e coordinata da Altera insieme al Centro di Cooperazione Culturale, e realizzata in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci Torino, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival, prevede nove proiezioni di film, oltre a presentazioni e dibattiti che si terranno in diversi luoghi di Torino (come biblioteche, spazi associativi, musei) e che daranno vita a un’edizione partecipata e ricca, in grado di coinvolgere diverse zone della città, con l’obiettivo di portare i film delle scorse edizioni del TFF sul territorio cittadino, facendo rete con le realtà che attivamente “fanno cultura” nei quartieri.
All’interno della manifestazione è previsto inoltre un evento speciale, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Continua a leggere

32mo Torino Film Festival: apertura con “Gemma Bovery” di Anne Fontaine

untitled6456Sarà Gemma Bovery (Francia, 2014) di Anne Fontaine il film di apertura del 32mo Torino Film Festival (21-29 novembre).
Interpretata da Fabrice Luchini e da Gemma Arterton, la pellicola è ispirata all’omonima graphic novel del 1999 di Posy Simmonds, autrice di Tamara Drewe, da cui Stephen Frears ha tratto un film nel 2010: l’adattamento per il grande schermo è stato curato dal critico e sceneggiatore Pascal Bonitzer e dalla stessa regista, autrice di commedie insolite e spesso venate di sfumature noir o drammatiche come Dry Cleaning, La fille de Monaco, Il mio migliore incubo!, Two Mothers e il biografico Coco avant Chanel. Dalla sinossi si evince una commedia eccentrica e amara, volta a raccontare le disavventure sentimentali di una giovane donna, Gemma (Gemma Arterton), gli equivoci e gli inganni dell’amore ma, soprattutto, la potenza della creazione artistica, dell’immaginazione e la loro influenza sulla vita vera. Continua a leggere