Archivi tag: Dolby Theatre

Oscar 2019: Kevin Hart presenterà la cerimonia di premiazione

Kevin Hart (CBC)

Sarà Kevin Hart, comico ed attore, il presentatore della 91ma edizione degli Academy Awards, che avrà luogo al Dolby Theatre di Los Angeles domenica 24 febbraio 2019, con alcuni cambiamenti in programma, in primo luogo una durata complessiva ridotta a tre ore. La notizia è stata confermata dallo stesso Hart, sul suo profilo ufficiale Instagram: “Apprezzo davvero tanto l’Academy per l’opportunità che mi ha offerto. Per anni mi è stato chiesto se avrei mai condotto gli Oscar e la mia risposta è sempre stata la stessa… Ho sempre detto che per me, in qualità di comedian, sarebbe stata l’opportunità della vita e che accadrà quando sarà il momento giusto.”

Venerdì 7 dicembre 2018: L’attore Kevin Hart ha annunciato sul suo profilo Twitter di rinunciare alla presentazione della 91ma cerimonia di premiazione degli Academy Awards in seguito alle proteste sorte per alcune sue frasi omofobe, scritte fra il 2009 e il 2011:”Mi ritiro dalla presentazione degli Academy Awards perché non voglio essere una distrazione in una serata dedicata al meglio del cinema mondiale. Mi scuso sinceramente con la comunità Lgbt per le parole insensibili che fanno parte del mio passato”. (Fonte:Ansa.it)

Oscar 2019: avanti popolo

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, ha reso noto che a partire dalla 91ma edizione degli Academy Awards (Dolby Theatre di Hollywood, 24 febbraio 2019) vi sarà spazio per il conferimento di una nuova statuetta, l’Oscar per i film popolari, blockbuster, riservandosi di svelare tutti i dettagli in un secondo momento.
Inoltre l’Academy, presieduta da John Bailey, rieletto per un secondo mandato, ha comunicato che la prossima Notte degli Oscar vedrà la sua durata contenuta in tre ore: nell’intento di celebrare al meglio tutte le 24 categorie di premi, alcune di esse verranno presentate in diretta sul palco durante le pause pubblicitarie, per poi concedere ai vincitori  gli onori del caso nel corso della trasmissione. (Fonte: Variety;Ansa)

Oscar 2018: “The Shape of Water” Miglior Film e Miglior Regia, “Chiamami col tuo nome” Miglior Sceneggiatura non Originale

Guillermo Del Toro (Panorama)

Si è conclusa al Dolby Theatre di Los Angeles la cerimonia di premiazione, condotta da Jimmy Kimmell, relativa alla 9oma edizione degli Academy Awards. Miglior Film è risultato The Shape of Water di Guillermo del Toro, mirabile confluenza fra fantasia e realtà, che consegue altre tre statuette per la Miglior Regia, Miglior Colonna Sonora Originale e Miglior Scenografia. Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino consegue il premio a James Ivory per il miglior adattamento  (il romanzo omonimo di André Aciman), Miglior Attrice Protagonista è risultata Frances McDormand (Three Billboards outside Ebbing, Missouri), che vede premiato anche Sam Rockwell  come Miglior Attore non Protagonista, mentre quella per il miglior protagonista va a Gary Oldman, per The Darkest Hour di Joe Wright, titolo vincitore anche riguardo il miglior make up (David Malinowski). Coco è risultato il Miglior Film d’AnimazioneDunkirk di Chistopher Nolan consegue tre statuette “tecniche”, due relative al montaggio ed una al Sound Mixing. Di seguito, l’elenco dei premi assegnati. Continua a leggere

Oscar 2017: “Moonlight” è il miglior film, Damien Chazelle miglior regista per “La La Land”

oscar-2017-2Si è conclusa al Dolby Theatre di Los Angeles la cerimonia di premiazione, condotta da Jimmy Kimmell, relativa all’89ma edizione degli Academy Awards.
Miglior Film, dopo un concitato qui pro quo alla consegna delle buste, è risultato Moonlight di Barry Jenkins, che vede premiati anche Mahershala Ali come Miglior Attore non Protagonista  e sempre Jenkins insieme a Tarell McCraney per la Miglior Sceneggiatura non Originale, mentre il favorito La La Land consegue 6 statuette in totale (Miglior Regia, Damien Chazelle, Miglior Attrice Protagonista, Emma Stone, Miglior Fotografia, Miglior Scenografia, Miglior Colonna Sonora Originale e Miglior Canzone Originale).
Nulla di fatto per Fuocoammare di Gianfranco Rosi: Miglior Documentario è risultato OJ: Made in America diretto da Ezra Edelman e Caroline Waterlow, mentre l’Oscar per il Miglior Film Straniero è andato a Forushande (Il cliente, di Asghar Farhadi). Un po’ d’Italia la possiamo rinvenire alla voce Miglior trucco e acconciature (Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini premiati insieme a Christopher Nelson per Suicide Squad) e Miglior Cortometraggio d’Animazione (l’intenso e visivamente mirabile Piper di Alan Barillaro, canadese di origine italiane, e Marc Sondheimer). Di seguito, l’elenco dei premi assegnati. Continua a leggere

Oscar speciali

oscarL’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha comunicato nei giorni scorsi la shortlist dei dieci film che andranno a contendersi una candidatura per i migliori effetti speciali agli 89esimi Academy Awards il prossimo 24 gennaio, mentre la cerimonia di consegna si svolgerà domenica 26 febbraio  presso il Dolby Theatre di Hollywood; fra i titoli troviamo Il libro della giungla, Il GGG-  Il grande gigante gentile di Steven Spielberg e Rogue One: A Star Wars Story. Continua a leggere

Oscar 2017: la shortlist dei candidati per il Miglior Film Straniero

53424_pplL’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha comunicato la shortlist dei nove titoli, selezionati fra 85 candidati, che si contenderanno il prossimo 24 gennaio l’ingresso nella cinquina delle nomination relative all’Oscar per il Miglior Film Straniero; resta fuori Fuocoammare di Gianfranco Rosi (ancora in corsa per la candidatura al Miglior Documentario), così come titoli quali Neruda di Pablo Larrain o Elle di Paul Verhoeven.
La cerimonia di consegna degli 89esimi Academy Awards si svolgerà domenica 26 febbraio 2017 presso il Dolby Theatre di Hollywood.
Lo scorso anno vincitore della categoria è risultato l’ungherese Saul fia (Son of Saul), diretto da László Nemes. Di seguito, la lista dei nove titoli (Fonte: Variety). Continua a leggere

Oscar 2016: “Spotlight” miglior film, premiati DiCaprio e Morricone

Leonardo DiCaprio accepts the Oscar for Best Actor for the movie The Revenant at the 88th Academy Awards in Hollywood, California February 28, 2016.  REUTERS/Mario Anzuoni      TPX IMAGES OF THE DAY

Leonardo DiCaprio accepts the Oscar for Best Actor for the movie The Revenant at the 88th Academy Awards in Hollywood, California February 28, 2016. REUTERS/Mario Anzuoni TPX IMAGES OF THE DAY

Si è conclusa presso il Dolby Theatre di Los Angeles la cerimonia di premiazione, condotta da Chris Rock, relativa all’88ma edizione degli Academy Awards.
Miglior Film è risultato Spotlight, di Tom McCarthy, Miglior Regista Alejandro G. Iñárritu per The Revenant, film che vede (finalmente) premiato Leonardo DiCaprio come Miglior Attore Protagonista ed Emmanuel Lubezki per la Miglior Fotografia.
A portarsi a casa il maggior numero di statuette, sei, tutte “tecniche”(montaggio, trucco, sound editing, sound mixing, costumi, scenografia), è Mad Max: Fury Road, che forse avrebbe meritato maggiore considerazione dai membri dell’Academy, considerando che, ad avviso di chi scrive, George Miller ci ha offerto un film capace di restituire l’essenza del cinema più puro e genuino, al di là della, pur concreta, fantasmagoria visiva ed emozionale.
Ugualmente può scriversi per The Hateful Eight di Quentin Tarantino, che vede comunque premiato il Maestro Ennio Morricone, autore dell’intrigante e funzionale colonna sonora. Brie Larson è la Miglior Attrice Protagonista (Room, di Lenny Abrahamson), Miglior Film d’Animazione è risultato Inside Out, Miglior Film Straniero Son of Saul di László Nemes.
Di seguito, l’elenco dei premi assegnati. Continua a leggere