Archivi tag: Glenn Close

76esimi Golden Globe Awards: i vincitori

Si è svolta ieri sera, domenica 6 gennaio, al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles,  condotta da Sandra Oh e Andy Samberg, la 76ma cerimonia di premiazione dei  Golden Globe Awards, gli annuali riconoscimenti della Hollywood Foreign Press Association, l’associazione hollywoodiana della stampa estera. Un’edizione volta a celebrare tematiche quali la condivisione e la diversità, valori da preservare all’interno di una società che voglia definirsi veramente tale, offrendo alle donne concreta eguaglianza di presenza nell’ambito lavorativo (nello specifico produzioni televisive e cinematografiche), così come eguali diritti a coloro che ancora vengono definiti “diversi” per i propri orientamenti sessuali o per la loro etnia, senza dimenticare quanti cercano accoglienza nello sfuggire a guerre e persecuzioni. Continua a leggere

Il 35mo Torino Film Festival annuncia alcuni titoli del cartellone

Il Torino Film Festival ha annunciato nei giorni scorsi alcuni titoli che saranno presentati alla 35ma edizione (24 novembre – 2 dicembre), nelle sezioni fuori concorso Festa Mobile ed After Hours.

 Festa Mobile, sezione fuori concorso: Cento anni, diretto da Davide Ferrario: suddiviso in quattro capitoli, parte dal racconto della disfatta di Caporetto del 1917, di cui quest’anno ricorre il centenario, proseguendo poi con altre “Caporetto” che hanno segnato la storia italiana, vicende di sconfitta ma anche occasioni di riscossa, la Resistenza, la strage di Piazza della Loggia e la Caporetto della crisi demografica di oggi.
Basato su un soggetto di Giorgio Mastrorocco, il film è prodotto da Rossofuoco con Rai Cinema e sarà nelle sale italiane dal 4 dicembre, distribuito da Lab 80 film. Tra i molti artisti coinvolti ci sono il musicista e scrittore Massimo Zamboni, ex CCCP e CSI; gli attori Marco Paolini e Diana Hobel; il poeta e attivista Franco Arminio; il violoncellista Mario Brunello. Continua a leggere

Guardiani della Galassia (3D)

(Movieplayer)

(Movieplayer)

Presentato, fuori concorso, alla IX Edizione di Alice nella Città (sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Film di Roma dedicata alle nuove generazioni), Guardiani della Galassia, diretto da James Gunn (anche sceneggiatore insieme a Nicole Pearlman), è il classico film che non ti aspetti.
Entri in sala del tutto sicuro di ritrovarti di fronte all’ormai consueta smargiassata Marvel*, effetti speciali a gogò, le abituali pacche sulla spalla, compiaciute e compiacenti, rivolte agli spettatori nel tratteggiare il protagonista di turno con un mix di spavalderia e vaga autoironia e invece, a proiezione conclusa, attesa con pazienza la classica sequenza dopo i titoli di coda (vi compaiono due personaggi della Marvel a noi forse poco noti, ma credo che gli appassionati di fumetti non faranno fatica a riconoscerli), ormai riaccese le luci in sala, sei ancora lì seduto a fissare lo schermo, pervaso da una curiosa sensazione di leggerezza, perché, come non ti capitava da tempo, hai finalmente provato l’emozione di un “sano” intrattenimento, restando piacevolmente sorpreso sia sotto l’aspetto visivo, sia riguardo il fluire narrativo. Continua a leggere