Archivi tag: John Hawkes

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Ebbing, Missouri, Stati Uniti d’America, giorni nostri. Mildred Haynes (Frances McDormand), divorziata dal violento marito Charlie (John Hawkes), vive con il figlio adolescente Robbie (Lucas Hedges) e lavora in un negozio di articoli da regalo.
Sette mesi addietro un tragico evento ha segnato la vita della donna e quella dei suoi familiari: la figlia Angela (Kathryn Newton), è stata violentata, uccisa, e il suo corpo dato alle fiamme. Un brutale assassinio che sembra essere stato dimenticato dalla comunità, d’altronde la stessa polizia locale, rappresentata dallo sceriffo Bill Willoughby (Woody Harrelson), ha abbandonato ogni indagine al riguardo, arrendendosi alla mancanza di prove certe.
Un giorno, nel percorrere in auto la strada verso casa, Mildred nota tre cartelloni propagandistici ormai dismessi; si reca dunque nell’agenzia del pubblicitario Red Welby (Caleb Landry Jones) per affittare quegli spazi, dando fondo ai propri risparmi: tre frasi lapidarie, carattere nero su fondo rosso (Raped while dying, And still no arrest?, How come, chief Willoughby?)*, così da ridestare i cittadini dal colpevole torpore che li vede avvolti in un gretto egoismo, idoneo a preservare la loro tranquilla esistenza da ogni scossa rappresentata da un evento esterno . Continua a leggere

Milano, MIC-Museo Interattivo del Cinema:tre film per la “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”

3-dicembreOggi, sabato 3 dicembre, in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, a Milano, al MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana organizza tre proiezioni volte ad affrontare tre aspetti diversi della disabilità: visiva, uditiva e motoria.
Ad aprire la programmazione alle ore 15 Gli occhi della notte (1967) di Terence Young, thriller con protagonista Audrey Hepburn nei panni di Susy, rimasta cieca in seguito ad un incidente, che si ritroverà invischiata in un losco affare da cui però proprio grazie alla sensibilità dovuta alla cecità riuscirà ad uscirne.
Alle ore 17 sarà la volta de La famiglia Bélier (2014) di Eric Lartigau, commedia francese campione di incassi in patria, un film che racconta la storia di una famiglia di sordi coniugando con perfetto equilibrio risate, lacrime, pregiudizi e canzoni. A chiusura della giornata, alle ore 19, verrà proiettato The Sessions (2012), storia d’amore fra un giornalista costretto a vivere in un polmone d’acciaio a causa della poliomielite (John Hawkes) e una terapista (Helen Hunt), un film pulito, delicato, diretto da Ben Lewin, anche lui affetto da poliomielite.

Venezia 72: apertura con “Everest”

Everest-1Sarà Everest, un film diretto da Baltasar Kormákur, ad aprire, fuori Concorso, la 72ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (2-12 settembre), diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta. Everest verrà proiettato in prima mondiale il 2 settembre nella Sala Grande (Palazzo del Cinema) al Lido di Venezia.
Ispirato a fatti legati al tentativo di raggiungere la vetta della più alta montagna del mondo, Everest documenta il viaggio di due spedizioni che si imbattono in una violentissima tempesta di neve. Il coraggio degli scalatori viene messo a dura prova dalla forza della natura, che trasformerà la loro ossessione in una lotta per la sopravvivenza. Continua a leggere