Archivi tag: Lars Von Trier

Un ricordo di Robby Müller

Robby Müller (CiakClub)

Ci lascia Robby (Robert) Müller (Willemstad, Curaçao, Antille olandesi, 1940), direttore della fotografia collaboratore di registi quali Wim Wenders, Jim Jarmush, Lars Von Trier, Andrzej Wajda,  morto ieri, mercoledì 4 luglio, ad Amsterdam.
Con Wenders Müller diede vita ad una profonda collaborazione, a partire dal cortometraggio Alabama: 2000 Light Years (1969), proseguendo poi con Summer City, lungometraggio d’esordio del cineasta tedesco, e, citando i titoli più famosi, Alice in den Städten (Alice nelle città, 1974), Im Lauf der Zeit (Nel corso del tempo, 1976), Der amerikanische Freund (L’amico americano, 1977), Buena Vista Social Club (1999).
Il suo particolare uso della luce, del tutto in simbiosi con l’attenzione per le inquadrature, votato ad una composizione delle immagini il più possibile nitida e pura, con una certa attenzione alla rappresentazione di oggetti inanimati (tecnica dello Stiil Life, l’equivalente del pittorico Natura Morta, in breve), influenzò tanto il cinema europeo, quanto, successivamente, quello americano, una volta che venne chiamato ad Hollywood da Peter Bogdanovich, con cui collaborò per Saint Jack (1979) e They All Laughed (E tutti risero, 1981), così come si rivelò prezioso il suo intervento in To Live And Die In L.A. (Vivere e morire a Los Angeles, 1985), per la regia di William Friedkin. Continua a leggere

71mo Festival di Cannes, nuovi titoli in cartellone

Nuovi titoli si aggiungono al cartellone del 71mo Festival di Cannes: fuori concorso troviamo Lars von Trier con The House That Jack Built e Terry Gilliam con The Man Who Killed Don Quixote, che sarà il film di chiusura. In concorso invece vengono inseriti: Ahlat Agaci (The Wild Pear Tree, Nuri Bilge Ceylan), Un couteau dans le coeur (Yann Gonzalez), Ayka ( Sergey Dvortsevoy). Altri tre titoli vanno poi ad aggiungersi nella sezione Un Certain Regard (Donbass, Sergey Loznitsa, film d’apertura, Muere, Monstruo, Muere di Alejandro Fadel, Chuva E Cantoria Na Aldeia Dos Mortos, The Dead and the Others, João Salaviza e Renée Nader Messora) e due in Midnight Screenings (Whitney, documentario di Kevin Macdonald su Whitney Houston e Fahrenheit 451, Ramin Bahrani).

L’EFA premia Charlotte Rampling e Christoph Waltz

Charlotte-RamplingL’European Film Academy ha comunicato il conferimento all’attrice Charlotte Rampling e all’ attore Christoph Waltz di due importanti riconoscimenti, che saranno loro conferiti nel corso della cerimonia di premiazione della 28ma edizione degli European Film Awards, il 12 dicembre a Berlino.
Si tratta, rispettivamente, del Premio alla Carriera per l’eccezionale insieme della sua opera e del Premio Contributo Europeo al Cinema Mondiale.
Nata in Inghilterra, nel corso della sua carriera Charlotte Rampling ha lavorato con grandi registi europei da Luchino Visconti, Liliana Cavani e Patrice Chereau a François Ozon, Laurent Cantet, Claude Lelouch, Gianni Amelio, Bille August e Lars von Trier. Ha ottenuto cinque nomination agli EFA e vinto il premio come Attrice Europea 2003 per Swimming Pool (François Ozon).
Nel 2001 le è stato conferito un Premio César onorario e recentemente ha ricevuto l’Orso d’Argento a Berlino per la sua interpretazione in 45 anni (45 Years, Andrew Haigh, 2015), film incluso nella selezione dell’EFA di quest’anno. Continua a leggere

Milano, Spazio Oberdan: “Dal National Theatre Di Londra: grande teatro al cinema”

untitledDal 28 maggio al 18 giugno a Milano, presso Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana presenterà la rassegna Dal National Theatre Di Londra: grande teatro al cinema, al cui interno verranno proposti due titoli attraverso i quali  diversi linguaggi espressivi potranno incontrarsi e confrontarsi: Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte e Medea.

bSi tratta delle versioni filmiche di due spettacoli andati in scena al National Theatre di Londra, il primo, definito dal Times “una fenomenale combinazione di narrazione e spettacolo”, tratto dal libro omonimo dello scrittore e poeta britannico Mark Haddon, best seller da milioni di copie in tutto il mondo, edito in Italia da Einaudi e tradotto in oltre 20 lingue; il secondo dedicato invece a una delle figure fondanti della cultura occidentale, la Medea dell’omonima tragedia di Euripide (431 A.C.), qui interpretata da Helen McCrory, nota al grande pubblico per le interpretazioni di Narcissa Malfoy nella saga di Harry Potter e di Cherie Blair nel premiatissimo The Queen (2006, Stephen Frears) con Helen Mirren. Continua a leggere

Milano, MIC – Museo Interattivo del Cinema: “Lars Von Trier – genio e sregolatezza”

Lars Von Trier (Wikipedia)

Lars Von Trier (Wikipedia)

Da oggi, martedì 2, e fino a sabato 6 dicembre presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta Lars Von Trier, genio e sregolatezza, rassegna cinematografica dedicata al regista danese, incentrata su dieci film, volta ad esplorare il mondo, le immagini e le fobie di un autore estremo, fra i più innovativi ed influenti del cinema contemporaneo. Apertura con The Kingdom – Il regno, miniserie televisiva di grande successo a metà tra horror e commedia, mentre fra i lungometraggi ecco il minimalista e sperimentale Dogville, primo film di una trilogia (USA – Terra delle opportunità), per il momento rimasta incompiuta, cui appartiene anche Manderlay. Vi è poi Dancer in the Dark, girato interamente con camera a mano e definito dal suo autore un anti-musical. L’operaia Selma, interpretata dalla cantante islandese Björk, consuma il proprio dramma lavorativo e familiare lasciandosi andare a momenti di canto e ballo che sono l’evasione ideale dalla realtà della paura. Continua a leggere

Lauren Bacall, lo sguardo sensuale della “vecchia Hollywood”

Lauren Bacall (Wikipedia)

Lauren Bacall (Wikipedia)

A poche ore di distanza dalla scomparsa di Robin Williams, Hollywood perde un’altra stella del suo firmamento, l’affascinante attrice Lauren Bacall (all’anagrafe Betty Joan Perske, New York, 1924), morta ieri, martedì 12 agosto, nel suo appartamento a Manhattan.
Nota col soprannome di The Look, lo sguardo, conferitogli per quel suo particolare modo di porsi dinnanzi la macchina da presa, testa leggermente china ed occhi rivolti verso l’alto, Lauren Bacall, anche in virtù di una conturbante sensualità e dell’indubbia eleganza, offriva risalto ad una presenza scenica particolare, se non unica, una combinazione fra un atteggiamento in apparenza altero e un certo disincanto, avvalorato poi da un lieve ma efficace umorismo.
A rendere ulteriormente intrigante tale già ammaliante combinazione di elementi si aggiungeva un tono di voce piuttosto caldo, vibrante di tonalità basse e roche. Tutte caratteristiche che la resero interprete ideale di molti noir e degna partner, sullo schermo come nella vita di ogni giorno, del granitico Humphrey Bogart (i due si sposarono nel 1945 e la loro unione durò fino alla morte dell’attore, avvenuta nel 1957), un sodalizio che iniziò a sprizzare scintille sul set di To Have and Have Not (Acque del Sud, 1944, dal romanzo di Ernest Hemingway), per la regia di Howard Hawks. Questi decise di farla esordire nella suddetta pellicola dopo un provino conseguente all’aver notato alcune sue foto sulla rivista Harper’s Bazaar: l’attrice infatti, che aveva esordito in teatro a soli 17 anni, una volta interrotti gli studi di recitazione presso l’American Academy of Dramatic Arts causa difficoltà economiche, si era avviata verso la carriera di modella dopo aver svolto vari mestieri, pur continuando, sostenuta da una forte determinazione, a cercare ingaggi nel mondo cinematografico. Continua a leggere

Berlino 2014: i primi titoli della sezione Panorama

KeyVisual_mit_Rahmen_IMG_367xVARSono stati annunciati oggi, venerdì 20 dicembre, 19 dei 50 titoli che andranno a comporre il cartellone relativo alla sezione Panorama della 64ma Berlinale (6-16 febbraio). Film d’apertura in Panorama Special sarà l’opera d’esordio alla regia dell’attore Jalil Lespert, Yves Saint Laurent.

Altra news da Berlino, alla kermesse verrà presentata, fuori concorso, l’anteprima mondiale del Volume I della versione integrale di Nymphomaniac, il nuovo film di Lars von Trier che vede nel cast, accanto alla protagonista Charlotte Gainsbourg e all’esordiente attrice inglese Stacy Martin, una serie di star internazionali: Stellan Skarsgård, Shia LaBeouf, Christian Slater, Jamie Bell, Uma Thurman, Willem Dafoe, Jean-Marc Barr, Udo Kier.
Di seguito, l’elenco dei film al momento selezionati nella sezione Panorama:

Jalil Lespert (Wikipedia)

Jalil Lespert (Wikipedia)

Arrête ou je continue (If You Don’t, I Will, Francia, Sophie Fillières. Con Emmanuelle Devos, Mathieu Amalric. Anteprima mondiale); Bai Mi Zha Dan Ke (The Rice Bomber, Taiwan, Cho Li. Con Huang Chien-wei, Nikki Hsieh, Michael Chang. Anteprima mondiale); Bing Du (Ice Poison, Taiwan / Myanmar, Midi Z. Con Wang Shin-Hong, Wu Ke-Xi. Anteprima mondiale); Calvary (Irlanda / Gran Bretagna, John Michael McDonagh. Con Brendan Gleeson, Chris O’Dowd, Kelly Reilly, Aidan Gillen. Anteprima europea); Hoje Eu Quero Voltar Sozinho (The Way He Looks, Brasile, Daniel Ribeiro. Con Ghilherme Lobo, Tess Amorim, Fabio Audi. Anteprima mondiale); Is the Man Who Is Tall Happy? (Francia, Michel Gondry. Con Noam Chomsky. Anteprima europea); O Homem das Multidões (The Man of the Crowd, Brasile, Marcelo Gomes, Cao Guimarães. Con Paulo André, Silvia Lourenço. Anteprima internazionale); Papilio Buddha (India / USA, Jayan Cherian. Con Kallen Pokkudan, Saritha Sunil, Sreekumar SP, David Briggs, Prakash Bare, Thampy Antony. Anteprima europea); Quick Change (Filippine, Eduardo Roy Jr. . Con Mimi Juareza, Jun jun Quintana, Miggs Cuaderno, Natashia Yumi, Francine Garcia. Anteprima internazionale).

hStereo (Germania, Maximilian Erlenwein. Con Jürgen Vogel, Moritz Bleibtreu, Petra Schmidt-Schaller, Georg Friedrich, Rainer Bock. Anteprima mondiale); Test (USA, Chris Mason Johnson. Con Scott Marlowe, Matthew Risch. Anteprima europea). The Better Angels (USA, A. J. Edwards. Con Jason Clarke, Diane Kruger, Brit Marling, Wes Bentley. Anteprima internazionale); The Lamb (Germania, / Turchia, Kutluğ Ataman. Con Nesrin Cavadzade, Cahit Gök, Mert Taştan, Sıla Lara Cantürk, Nursel Köse. Anteprima mondiale); Things People Do (USA, Saar Klein. Con SWes Bentley, Jason Isaacs, Vinessa Shaw, Haley Bennett. Anteprima mondiale); Triptyque (Triptych, Canada, Robert Lepage, Pedro Pires. Con Lise Castonguay, Frédérike Bédard, Hans Piersbergen. Anteprima internazionale); Über-Ich und Du (Superegos, Germania/Svizzera/Austria, Benjamin Heisenberg. Con André Wilms, Georg Friedrich. Anteprima mondiale); Unfriend (Filippine, Joselito Altarejos.Anteprima mondilae); Xi You (Journey to the West, Francia/ Taiwan, Tsai Ming-liang. Con Lee Kang-sheng, Denis Lavant. Anteprima mondiale); Yves Saint Laurent (Francia, Jalil Lespert. Con Pierre Niney, Guillaume Gallienne, Charlotte Le Bon, Laura Smet, Marie De Villepin. Anteprima internazionale. Film d’apertura Panorama Special).