Archivi tag: Massimo Troisi

“Revuoto 2018”: Napoli rende omaggio a Massimo Troisi

Massimo Troisi, Lello Arena, Enzo Decaro (Napoli Today)

In occasione dei 40 anni del trio La Smorfia (ex I saraceni),  la città di Napoli renderà omaggio a Massimo Troisi dando vita al progetto Revuoto 2018, nato da un’idea di Lello Arena e Mario Esposito, cui hanno aderito Enzo Decaro e Stefano Veneruso, nipote di Troisi: da venerdì 22 a domenica 24 giugno Piazza Plebiscito, in cui saranno allestiti cinquemila posti a sedere, farà da palcoscenico all’esibizione di numerosi personaggi del mondo del cinema e della televisione che hanno avuto un rapporto professionale e di amicizia con il compianto attore e regista, nativo di San Giorgio a Cremano, forte di un umorismo sottile e discreto, intriso di umanità, ed un modo di porsi in scena schivo ed elegantemente naturale, tale da porre, avesse o meno un copione alle spalle, il suo modo d’essere di fronte ai vari accadimenti, quali la notorietà improvvisa o il clamore suscitato dalla disinvoltura nel “fare cinema”. Continua a leggere

Prato Film Festival VI Edizione: i vincitori

Renato Scarpa

Si è conclusa lo scorso 23 maggio la sesta edizione del Prato Film Festival e mentre si  pensa all’edizione 2019, il direttore e fondatore della kermesse, il regista  Romeo Conte, traccia i risultati: sono stati raggiunti gli obiettivi che il festival si era preposto, con migliaia di presenze alle proiezioni, nelle location del Convitto Cicognini e del Cinema Eden.
Il Premio Prato Film Festival è stato conferito al regista Francesco Bruni per Tutto quello che vuoi, a Michele Vannucci per Il grande sogno e a Diego Olivares per il film Veleno. Altri riconoscimenti sono stati consegnati agli attori Mirko Frezza, Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Miriam Candurro, Renato Scarpa, Maurizio Donadoni, Gabriele Tozzi, Liliana Cavani, Matteo Branciamore, oltre allo scenografo Lorenzo Baraldi e alla costumista Gianna Gissi, curatori della mostra sul film Il postino, ma anche a Eleonora Lastrucci, stilista di alta moda di Prato che ha realizzato due abiti ispirati a Maria Grazia Cucinotta, protagonista del film con Massimo Troisi. Ecco, in chiusura, I vincitori della Sezione Cortometraggi:Migliore attrice sezione corti Italia Erika Blanc (La cura, Angelo Frezza); Migliore cortometraggio sezione Corti Italia a Marcello Di Noto  (Pazzo e bella); Miglior interprete maschile sezione Corti Italia Giovanni Esposito (Pazzo e bella); Migliore cortometraggio sezione Diritti Umani al regista spagnolo Nani Matos (Lurna); Migliore cortometraggio sezione Mondo Corto al regista inglese Lewis Rose (The chop).

Prato, inaugurata la mostra “Il postino- Le metafore della poesia”

E’ stata inaugurata ieri, mercoledì 23 maggio, a Prato, nel corso della giornata conclusiva del Prato Film Festival (VI Edizione), nella Saletta Campolmi,  la mostra Il postino-Le metafore della poesia, dedicata al film del 1994 diretto da Michael Radford ed interpretato da Massimo Troisi con Maria Grazia Cucinotta, Philippe Noiret, Renato Scarpa ed Anna Bonaiuto. 
Saranno esposti, fino al 4 giugno, i bozzetti e gli schizzi con cui venivano immaginate le scene ed i costumi dallo scenografo Lorenzo Baraldi e dalla costumista Gianna Gissi, che hanno curato la suddetta esposizione, oltre alla bicicletta concessa dai fratelli Conti, e la borsa utilizzata da Troisi durante le riprese.
In mostra anche le foto da set del film realizzate da Angelo Frontoni e tratte dalla collezione digitale Angelo Frontoni, il fotografo delle dive del portale internetculturale.it del Mibact; l’intero archivio di Angelo Frontoni è conservato presso la Fototeca del Museo nazionale del Cinema di Torino e Centro sperimentale di cinematografia-Cineteca nazionale di Roma. L’ingresso alla mostra (ore 10-20) è gratuito.

“Prato Film Festival”, dal 20 al 23 maggio la sesta edizione

Avrà luogo a Prato dal 20 al 23 maggio la sesta edizione del PFF – Prato Film Festival, fondato e diretto da Romeo Conte e realizzato in collaborazione con il Comune di Prato – Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Prato, Confcommercio Pistoia e Prato, Lions Club Prato Datini, Convitto Nazionale Statale Cicognini e con il patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Prato. Previste due location: le proiezioni di apertura del 20 maggio nello storico Teatro Gabriele D’Annunzio all’interno del Convitto Nazionale Statale Cicognini e il resto del festival al Cinema Eden. Evento di apertura, l’omaggio allo scrittore e giornalista pratese Curzio Malaparte, con la proiezione, in versione restaurata, del film La pelle di Liliana Cavani. Per tale occasione l’attore Maurizio Donadoni interpreterà alcuni passaggi del libro di Malaparte Maledetti toscani. Cuore centrale della kermesse, il concorso di cortometraggi con le sue sezioni tematiche Mondo Corto, Diritti Umani e Corto Italia. Apertura alle scuole con matinée e proiezioni di lungometraggi fuori concorso quali Il più grande sogno, di Michele Vannucci con Mirko Frezza, Alessandro Borghi, Ivana Lotito e Milena Mancini e Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni con Giuliano Montaldo, Andrea Carpenzano e Donatella Finocchiaro. Proiezione serale per il lungometraggio Veleno di Diego Olivares con Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Salvatore Esposito e Nando Paone.

Continua a leggere

San Giorgio a Cremano (NA): riparte il “Premio Massimo Troisi – Osservatorio sulla comicità”

Massimo Troisi (Wikipedia)

Tutto pronto per la XVII edizione del Premio Massimo Troisi – Osservatorio sulla comicità, la cui direzione artistica è stata affidata a Paolo Caiazzo, attore comico nativo di San Giorgio a Cremano, che si svolgerà da ottobre a dicembre nella città natale di Troisi, con l’obiettivo  di ricercare nuovi talenti comici, in virtù della competizione che andrà a svilupparsi attraverso due semifinali (venerdì 13 e sabato 14 ottobre) fino alla finalissima di domenica 15 ottobre quando sarà designato il vincitore tra i sei finalisti scelti dalla giuria presieduta da Enzo De Caro (storico componente de La Smorfia) affiancato da Anna Pavignano, scrittrice e coautrice di Massimo Troisi, composta da Gianni Parisi, Peppe Borrelli e Niko Mucci. Durante la serata finale Ficarra e Picone ritireranno il Premio Massimo Troisi per il miglior film. Tre le categorie che saranno premiate: Premio miglior attore comico, Premio migliore scrittura comica e il Premio Cortometraggio al miglior WebFilm. Partenza domenica 1 Ottobre con i Ditelo Voi al parco Iacp di San Giorgio a Cremano (ingresso gratuito).
Il Premio Massimo Troisi torna quindi dopo cinque anni, costituendo certo un’opportunità per inediti talenti, una solida ribalta idonea a far conoscere ed apprezzare le loro proposte, ma anche l’occasione per ricordare la figura, umana e attoriale, di  Troisi. Continua a leggere

San Giorgio a Cremano (NA): a settembre il “Premio Massimo Troisi”

Massimo Troisi

Ritornerà a settembre a San Giorgio a Cremano (Napoli) il Premio Massimo Troisi: la giunta comunale, presieduta dal sindaco Giorgio Zinno, ha approvato un provvedimento con il quale sono stati pubblicati i bandi di concorso per miglior attore comico, migliore scrittura comica, miglior corto comico.
Proprio intorno ai concorsi si sta costruendo l’intero programma di spettacoli che interesseranno le serate del Premio, per il quale la Regione Campania ha confermato un finanziamento di 150 mila euro.
E’ stata inoltre pubblicata la manifestazione di interesse per la candidatura di direttore artistico della kermesse, rivolta a figure di comprovata esperienza nel coordinamento e nella direzione di grandi eventi, così come si è dato avvio alla procedura selettiva per reperire sponsor che possano contribuire a sostenere economicamente l’evento. (Fonte: Ansa)

“Il bello Marcello”, l’America ricorda Marcello Mastroianni

Marcello Mastroianni

Presentata da Istituto Luce-Cinecittà e The Film Society of Lincoln Center, dal 17 al 31 maggio al Lincoln Center di New York avrà luogo la retrospettiva Il bello Marcello, dedicata a colui che può ritenersi il più iconico attore che il cinema italiano abbia mai avuto: Marcello Mastroianni.
Interprete dalla formazione teatrale (frequentò la scuola di Visconti), Mastroianni ha infatti offerto al cinema un impagabile eclettismo, profuso nell’ambito di un’ampia gamma di caratterizzazioni all’insegna di una mutabile e sempre consona espressività.
Nell’alternare ironia e dramma, assecondando ora toni sornioni ed accomodanti, ora dolenti, sofferti, intimamente toccanti, è riuscito a dar vita ad un particolare melange di professionalità e naturalezza nell’aderire al personaggio interpretato. Emblematica al riguardo la sua “trasfigurazione” nell’alter ego di Federico Fellini (8 ½), senza sottovalutare  la mutazione anche fisica che spesso affrontò con una certa disinvoltura in vari ruoli, espressione di un’esibita noncuranza della propria immagine.
Difficile dimenticare poi i duetti recitativi con Sophia Loren (da Peccato che sia una canaglia, 1954, Alessandro Blasetti, a Prêt-à-porter, 1994, Robert Altman, passando per Matrimonio all’italiana di Vittorio De Sica, 1964, e Una giornata particolare di Ettore Scola, 1978) o Massimo Troisi (Splendor, Che ora è, entrambi del 1989, Ettore Scola) e Jack Lemmon (Maccheroni, 1985, ancora Scola). Continua a leggere