Archivi tag: Stefania Rocca

Sono tornato

Roma, Porta Alchemica, vicino Piazza San Vittorio, 22 aprile 2017. A 72 anni esatti dalla morte fa ritorno sulla terra Benito Mussolini (Massimo Popolizio), probabilmente richiamato in vita dalle tante esortazioni italiche invocanti ordine e disciplina, mai propense, però, ad una presa di coscienza riguardo la propria responsabilità sul mancato rispetto delle regole, preferendo l’affidarsi “messianico” ad un intercambiabile “uomo della provvidenza”. Il Duce si aggira lungo le vie cittadine, nota attonito la molteplicità delle etnie, certo più stupito della gente che incontra lungo il cammino, anzi molti non perdono l’occasione per scattare un selfie con quel curioso personaggio in divisa e stivaloni, chissà, potrebbe essere una candid camera, hai visto mai che non si riesca a fare il giro dei social a suon di like o magari finire all’interno di una trasmissione televisiva… Troverà infine ospitalità all’interno di un’edicola gestita da due invertiti (la definizione è sua, nel lieto rimembrare come ai suoi tempi gente di tal guisa venisse spedita al confino …). La prodigiosa “resurrezione” verrà casualmente notata da uno sciamannato regista di documentari, Andrea Canaletti (Frank Matano), intento al montaggio del suo ultimo lavoro, un reportage sui “nuovi italiani” non così reale come vorrebbe.
Potrebbe essere l’occasione per il colpo grosso: preso contatto col nostro, viaggeranno insieme su e giù per l’Italia, a tastare il polso della gente comune; il girato sarà poi proposto a MyTv, emittente televisiva dove Andrea ha sempre cercato, invano, di far accettare le proprie idee artistiche. Continua a leggere

“Bif&st – Bari International Film Festival”, al via la sesta edizione

i8678678e57Avrà inizio oggi, sabato 21 marzo, la sesta edizione del Bif&st – Bari International Film Festival, presieduto da Ettore Scola e con la direzione artistica di Felice Laudadio, il cui programma generale si presenta piuttosto ricco, prevedendo oltre 300 appuntamenti da qui a sabato 28, quando presso il Teatro Petruzzelli avrà luogo la serata finale con la consegna dei premi, condotta dall’attrice e regista Stefania Rocca. Volgendo lo sguardo alle varie sezioni, Anteprime internazionali, non competitiva, verrà inaugurata, alla presenza del regista e di alcuni degli attori, dal film Tempo instabile con probabili schiarite, diretto da Marco Pontecorvo ed interpretato da John Turturro, Luca Zingaretti, Lillo e Carolina Crescentini (distribuito da Good Films, a partire dal 2 aprile).

htyujetyjuetyFra i titoli presenti all’interno della suddetta sezione, si segnalano Ex Machina, opera prima del regista britannico Alex Garland, dichiaratamente ispirato a Metropolis di Fritz Lang (cui il Bif&st dedica una grande retrospettiva) con Oscar Isaac, Alicia Vikander e Domhnall Gleeson, l’anteprima mondiale di Ho ucciso Napoleone, una commedia di Giorgia Farina con Micaela Ramazzotti, Libero de Rienzo, Adriano Giannini, Thony, Pamela Villoresi, Elena Sofia Ricci, che sarà distribuito da 01 il 26 marzo.
Due gli eventi speciali, sempre programmati per oggi: la presentazione in anteprima del film della Universal Kurt Cobain: Montage of Heck di Brett Morgen, in uscita il 28 aprile, e la proiezione a mezzanotte di Humandroid (Chappie) di Neill Blomkamp. Continua a leggere

Magna Graecia Film Festival X Edizione

mgfgghySi svolgerà dal 27 luglio al 4 agosto a Catanzaro, presso Piazza Brindisi, sul Lungomare, la X Edizione del Magna Graecia Film Festival, ideazione e direzione artistica di Gianvito Casadonte.
La giuria è composta da Ettore Scola (Presidente Onorario), Nastassia Kinski, Mimmo Calopresti, Gianfrancesco Lazotti, Alessandro Roja, Ivano De Matteo.
Madrina della kermesse sarà Catrinel Marlon, modella e attrice, protagonista de La città ideale, il film che ha segnato l’esordio alla regia di Luigi Lo Cascio.
Di seguito, il programma, che alterna proiezioni, eventi collaterali e presentazioni di libri (in collaborazione con la libreria Ubik di Catanzaro Lido).
Previsto un omaggio a Pino Michienzi e la presentazione in anteprima mondiale del backstage di Che strano chiamarsi Federico!, film realizzato da Ettore Scola sulla figura di Federico Fellini, a vent’anni dalla scomparsa, che sarà presentato alla 70ma edizione della Mostra Internazionale d’ Arte Cinematografica di Venezia (28 agosto-7 settembre).
I premi saranno costituiti dalle Colonne d’oro realizzate da Michele Affidato.

Catrinel Marlon

Catrinel Marlon

Proiezioni: sabato 27 luglio, Buongiorno papà (Edoardo Leo), parteciperanno Marco Giallini e Rosabell Laurenti Sellers; domenica 28 luglio, Salvo (Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, presenti alla proiezione, insieme a Luigi lo Cascio, fra gli interpreti del film); lunedì 29 luglio: Razza bastarda (Alessandro Gassman); martedì 30 luglio, Tutto parla di te (Alina Marazzi), parteciperà Elena Radonich; mercoledì 31 luglio: Viva l’Italia (Massimiliano Bruno, presente alla proiezione); giovedì 1 agosto: Tutti contro tutti (Rolando Ravello, presente alla proiezione, insieme a Kasia Smutniak); venerdì 2 agosto, Amiche da morire (Giorgia Farina, presente alla proiezione, insieme alle interpreti Claudia Gerini, Sabrina Impacciatore e Cristiana Capotondi); sabato 3 agosto, Miele (Valeria Golino, presente alla proiezione, insieme a Libero De Rienzo); domenica 4 agosto, serata conclusiva, premiazione e performance musicale di Alessandro Mannarino.

Stefania Rocca

Stefania Rocca

Eventi collaterali: proiezione dei cortometraggi Osa (Stefania Rocca); Meglio se stai zitta (Elena Bouryka); Ce l’hai un minuto (Alessandro Bardani). Presentazione libri:lunedì 29 luglio, Radiocronaca di una crisi (Antonio Preziosi, RaiEri); mercoledì 31 luglio, L’uomo che sussurra ai potenti (Luigi Bisignani e Paolo Madron, Chiarelettere); 2 agosto, La dieta Sorrentino, (Nicola Sorrentino, Mondadori); Io che amo solo te (Luca Bianchini, Mondadori, incontro promosso dalla Pro Loco Città di Catanzaro, moderato dalla giornalista Giulia Zampina); 3 agosto, Chi troppo, chi niente, (Emanuele Ferragina, Rizzoli).

Informazioni: http://www.magnagraeciafilmfestival.it/

Festival Internazionale del Film di Roma 2012: Marc’Aurelio d’Oro a Larry Clark

festival-internazionale-del-film-di-roma-2012-L-Vys0GuQuesti i premi assegnati ieri sera, sabato 17 novembre, al Festival Internazionale del Film di Roma, un’ edizione numero sette che è stata accompagnata dalle polemiche sino alla sua conclusione, in particolare per i riconoscimenti attribuiti al controverso, almeno a giudicare dalle reazioni che ha suscitato presso la stampa, E la chiamano estate, regia di Paolo Franchi, che si porta a casa il Premio per la Migliore Regia e quello per la Migliore Interpretazione Femminile (Isabella Ferrari).

Larry Clark

Larry Clark

La mia personale opinione è che questo Festival, nato come Festa del cinema, abbia perso negli anni tale connotazione originaria, alla ricerca d’inutili tentativi d’imitazione in odor di laguna, sino ad arrivare, con la Direzione Artistica di Marco Müller, ad una sorta di compromesso, poco felice, tra popolarità e “un qualcosa in più”, dal sapore sempre indefinito. Soluzione? Quella che al momento mi sovviene è di “consegnare” la kermesse al pubblico, come definitiva e risolutiva caratterizzazione, mantenendo le giurie solo in chiave di selezionatrici dei titoli da proporre agli spettatori, inserendoli nelle varie categorie.

Claudio Giovannesi

Claudio Giovannesi

Comunque, mettendo da parte questi pensieri ad alta voce di un cinefilo, e tornando alla cronaca, la Giuria Internazionale presieduta da Jeff Nichols e composta da Timur Bekmambetov, Valentina Cervi, Edgardo Cozarinsky, Chris Fujiwara, Leila Hatami e P.J. Hogan, ha assegnato il Marc’Aurelio d’Oro a Larry Clark, autore di Marfa Girl, mentre a Claudio Giovannesi, per il suo Alì ha gli occhi azzurri, è stato conferito sia il Premio Speciale della Giuria, che quello riservato alla migliore opera prima e seconda. Di seguito, l’elenco dei premi principali:

Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film: Marfa Girl, Larry Clark; Premio per la migliore regia: Paolo Franchi, E la chiamano estate; Premio Speciale della Giuria: Alì ha gli occhi azzurri, Claudio Giovannesi; Premio per la migliore interpretazione maschile: Jérémie Elkaïm, Main dans la main; Premio per la migliore interpretazione femminile: Isabella Ferrari, E la chiamano estate; Premio a un giovane attore o attrice emergente: Marilyne Fontaine, Un enfant de toi; Premio per il migliore contributo tecnico: Arnau Valls Colomer per la fotografia di Mai morire; Premio per la migliore sceneggiatura: Noah Harpster e Micah Fitzerman-Blue, The Motel Life.

Sezione Cinema XXI:la Giuria Internazionale, presieduta da Douglas Gordon, e composta da Hans Hurch, Ed Lachman, Andrea Lissoni ed Emily Jacir, ha assegnato i seguenti premi: Premio CinemaXXI (riservato ai lungometraggi): Avanti Popolo, Michael Wahrmann; Premio Speciale della Giuria – CinemaXXI (riservato ai lungometraggi) : Picas, Laila Pakalnina; Premio CinemaXXI Cortometraggi e Mediometraggi: Panihida, Ana-Felicia Scutelnicu.

Sezione Prospettive Italia: la Giuria, presieduta da Francesco Bruni e composta da Babak Karimi, Anna Negri, Stefano Savona, Zhao Tao, ha scelto come Migliore Lungometraggio Cosimo e Nicole, di Francesco Amato; Migliore Documentario, Pezzi, di Luca Ferrari; Migliore Cortometraggio: Il gatto del Maine, Antonello Schioppa.

Menzioni Speciali: Cosimo Cinieri e in memoria di Anna Orso, per La prima legge di Newton.

Premio Migliore Opera Prima e Seconda, assegnato dalla Giuria Internazionale, presieduta da Matthew Modine e composta da Laura Amelia Guzmán, Stefania Rocca, Alice Rohrwacher e Tanya Seghatchian: Alì ha gli occhi azzurri, di Claudio Giovannesi. Menzione speciale: Razzabastarda, Alessandro Gassman. Hanno partecipato al premio i film appartenenti ad una delle diverse sezioni competitive del Festival: Concorso, CinemaXXI, Prospettive Italia e la sezione autonoma e parallela Alice nella città.

Premio del Pubblico BNL per il Miglior Film: The Motel Life, Gabriel Polsky, Alan Polsky.

Festival del Film di Roma 2012: Matthew Modine Presidente di Giuria (Opera Prima e Seconda)

Matthew Modine

Matthew Modine

Matthew Modine è il Presidente della Giuria che avrà il compito d’assegnare il Premio per la migliore Opera Prima e Seconda, incluse nelle sezioni competitive del Festival Internazionale del Film di Roma, giunto quest’anno alla VII Edizione (9-17 novembre, Auditorium Parco della Musica): Concorso, Cinema XXI, Prospettive Italia, comprendendovi anche Alice nella città, sezione autonoma e parallela.

Il perché della suddetta distinzione trova efficace e concreta risposta nelle parole di Marco Müller, Direttore Artistico della kermesse: “Offrire una chance ai nuovi registi vuol dire da un lato, prendere in conto i debutti più notevoli, e dall’altro, valutare le conferme di stile e originalità che solo le opere seconde possono rivelare. Ecco perché ci è parso importante allargare il nostro premio alla Migliore Opera Prima e Seconda”.

L’attore americano (anche regista e produttore), avrà al suo fianco Laura Amelia Guzmán (Repubblica Dominicana, regista, sceneggiatrice e direttrice della fotografia), Stefania Rocca (Italia, attrice, regista e produttrice); Alice Rohrwacher (regista, Italia) e Tanya Seghatchian (Inghilterra, produttrice e critica cinematografica).