Archivi tag: Tilda Swinton

72mo Festival di Cannes: “The Dead Don’t Die” di Jim Jarmusch sarà il titolo d’apertura

(Wikipedia)

The Dead Don’t Die di Jim Jarmusch sarà il titolo d’apertura del 72mo Festival di Cannes (14-25 maggio), una commedia horror che vede nel cast Bill Murray, Adam Driver, Chloë Sevigny, Selena Gomez, Austin Butler, Steve Buscemi, Tilda Swinton, Rosie Perez, Iggy Pop, Danny Glover, Tom Waits e Caleb Landry Jones. La notizia è sta diffusa in esclusiva da Variety e poi confermata dagli organizzatori del Festival. Altra news in arrivo dalla Croisette riguarda la Giuria che giudicherà le opere prime e seconde della 58esima Semaine de la Critique: presieduta da Ciro Guerra, regista colombiano, avrà quali componenti Jonas Carpignano, regista italiano, l’attrice franco britannica Amira Casar, la produttrice francese Marianne Slot e la giornalista cinematografica congolese Djia Mambu.

Al via la 66ma Berlinale

berlinale_2016-66_festival_internazionale_del_Cinema_di_BerlinoPrende il via oggi, giovedì 11 febbraio, la 66ma edizione del Festival Internazionale del Film di Berlino, che si concluderà domenica 21, quando la giuria preseduta da Meryl Streep e che vede nei suoi componenti l’attrice italiana Alba Rohrwacher, l’attore britannico Clive Owen, l’attore tedesco Lars Eidinger, la filmaker polacca Malgorzata Szumowska, il critico inglese Nick James ed infine la fotografa francese Brigitte Lacombe, assegnerà l’Orso d’Oro e tutti gli altri riconoscimenti. Ad inaugurare la Berlinale, diretta da Dieter Kosslick, sarà nuovamente un film dei fratelli Coen, cinque anni dopo Il Grinta: Ave, Cesare! (Hail, Caesar!), questo il titolo del nuovo lavoro scritto e diretto da Joel ed Ethan, ambientato negli ultimi anni della Hollywood “degli anni d’oro”; vengono narrate le vicissitudini cui va incontro nel corso della giornata un fixer, ovvero un uomo pagato dagli Studios per risolvere problemi e inconvenienti che potrebbero far ritardare le produzioni o dar luogo scandali indesiderati.
Al protagonista Josh Brolin si affianca un corposo cast composto da George Clooney, Alden Ehrenreich, Ralph Fiennes, Jonah Hill, Scarlett Johansson, Frances McDormand, Tilda Swinton e Channing Tatum. Continua a leggere

66mo Festival di Berlino: apertura con “Ave, Cesare!” dei fratelli Coen

Josh Brolin in una scena di "Hail, Caesar!"

Josh Brolin in una scena di “Hail, Caesar!”

Cinque anni dopo l’apertura con Il Grinta, sarà nuovamente un film dei fratelli Coen ad inaugurare il Festival del Film di Berlino, la cui 66ma edizione avrà luogo dall’11 al 21 febbraio 2016; Ave, Cesare! (Hail, Caesar!), questo il titolo del nuovo lavoro scritto e diretto da Joel ed Ethan, è ambientato negli ultimi anni della Hollywood “degli anni d’oro” e narra le vicissitudini cui va incontro nel corso della giornata un fixer, ovvero un uomo pagato dagli Studios per risolvere problemi e inconvenienti che potrebbero far ritardare le produzioni o dar luogo scandali indesiderati. Al protagonista Josh Brolin si affianca un corposo cast composto da George Clooney, Alden Ehrenreich, Ralph Fiennes, Jonah Hill, Scarlett Johansson, Frances McDormand, Tilda Swinton e Channing Tatum. Il direttore del Festival, Dieter Kosslick, ha dichiarato:
“E’ fantastico che Joel ed Ethan Coen inaugurino nuovamente la Berlinale; il loro humour, i loro personaggi unici e la loro incredibile abilità narrativa sono una garanzia di emozioni per il pubblico. Ave, Cesare! è la partenza perfetta per la Berlinale del 2016”.

Milano, MIC – Museo Interattivo del Cinema: “St. Vincent e gli altri personaggi di Bill Murray”

Bill Murray

Bill Murray

Da domani, giovedì 19 marzo, e fino a domenica 29, a Milano, presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenterà St. Vincent e gli altri personaggi di Bill Murray, rassegna in sette film che rappresentano alcune delle sue più indimenticabili interpretazioni. Formatosi in un’autentica fucina di talenti comici quale il Saturday Night Live, insieme al mitico John Belushi e ai colleghi acchiappafantasmi Dan Aykroyd e Harold Ramis, Bill Murray è un brillante esempio di attore comico moderno e versatile, capace nel corso della sua carriera di affrontare con leggerezza anche racconti drammatici, grazie ad autori che hanno contribuito a farne emergere e risaltare una certa melanconia di fondo, stemperata nell’abituale ironia, dando vita ad un particolare melange che gli ha consentito di impersonare con impassibilità keatoniana personaggi fuori dal tempo e divertenti maschere grottesche. Continua a leggere

Grand Budapest Hotel

1Film d’apertura del 64mo Festival di Berlino, dove ha conseguito l’Orso d’Argento-Gran Premio della Giuria, Grand Budapest Hotel conferma ed in un certo qual modo amplifica lo stile raffinato e piuttosto personale del regista e sceneggiatore Wes Anderson, un autore particolarmente incline a trasferire sullo schermo, ogni volta con inedite connotazioni, un’eccentrica sarabanda, variopinta ed estremamente cinetica, di situazioni e personaggi, dall’estrazione in primo luogo letteraria e poi cinematografica. A tutto ciò si accompagna una notevole attenzione formale, evidente sopratutto nella studiata simmetria delle inquadrature. Anche in questa sua ultima fatica, idonea a portare in scena l’idea del cinema come finzione, racconto affabulante e mirabilia immaginifica, l’ascendenza derivativa del soggetto (opera di Anderson e Hugo Guinnes), citata nei titoli di coda, trova le sue basi nelle opere dello scrittore Stefan Zweig, ma da un punto di vista puramente visivo e nelle modalità propositive dei molti personaggi che entrano ed escono di scena, ognuno apportando una personale visione delle cose, un diverso canone di approccio alla vita, non è difficile individuare il riferimento principe ad Ernst Lubitsch, profuso anche nel fluire di un senso nostalgico per un “mondo perduto”. Continua a leggere

Milano, “Spazio Oberdan”: omaggio a Tilda Swinton in 11 film

Tilda Swinton (www.altezzapeso.com)

Tilda Swinton (www.altezzapeso.com)

Dal 19 luglio al 3 agosto presso Spazio Oberdan- Provincia di Milano (Sala Alda Merini, Viale Vittorio Veneto 2), avrà luogo, a cura di Fondazione Cineteca Italiana, un omaggio a Tilda Swinton, attraverso la proposizione di undici film per altrettante straordinarie interpretazioni, vivide e toccanti. Londinese (classe 1960), attrice cinematografica e teatrale, attiva anche nel campo della video arte (famosa la sua performance The Maybe, in cui è rimasta distesa in un contenitore di vetro per otto ore al giorno alla Serpentine Gallery di Londra), Tilda Swinton è da tempo una delle figure più affascinanti del panorama artistico contemporaneo. Dopo gli inizi nella prestigiosa Royal Shakespeare Company, approda al cinema nel 1984 con Caravaggio di Derek Jarman, del quale diventerà una sorta di musa, continuando a collaborare con lui fino alla morte del regista inglese, avvenuta nel 1994. Continua a leggere

Berlino 2014: apertura con “The Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson

Wes Anderson

Wes Anderson

Sarà The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson ad inaugurare la 64ma edizione del Festival Internazionale del Film di Berlino (6 -16 febbraio), una coproduzione anglo- tedesca (rispettivamente Grand Budapest Limited e Neunzehnte Babelsberg Film GmbH), che segna il ritorno del cineasta statunitense alla Berlinale dopo I Tenenbaum (2002) e Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2005).
La sceneggiatura del film, opera dello stesso Anderson, è incentrata sulle avventure di Gustave H. (Ralph Fiennes), impeccabile concierge del prestigioso hotel che dà il titolo al film, in un periodo compreso fra i due conflitti mondiali, ed in particolare sulla sua amicizia con il facchino Zero (Tony Revolori).

ffSullo sfondo dei cambiamenti apportati inevitabilmente dalla Storia, ecco avvicendarsi vari avvenimenti, come il furto e ritrovamento di un dipinto rinascimentale dall’inestimabile valore, o la lotta conseguente ad un ingente eredità, per una commedia che, richiamando le parole di Dieter Kosslick, Direttore Artistico del Festival, “con il suo inconfondibile stile promette di inaugurare alla grande la manifestazione”.
Tra gli interpreti, oltre ai citati protagonisti, F. Murray Abraham, Mathieu Amalric, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Harvey Keitel, Jude Law, Bill Murray, Edward Norton, Saoirse Ronan, Jason Schwartzman, Tilda Swinton, Léa Seydoux, Tom Wilkinson e Owen Wilson.