Archivi tag: Alfonso Cuarón

“Cannes Classics” omaggia il cinema italiano

E’ stato annunciato nei giorni scorsi il programma di Cannes Classics, sezione collaterale del  Festival (72ma edizione, 14-25 maggio) istituita diciassette anni fa, con l’intento di porre in evidenza tutto il lavoro compiuto da Enti, Associazioni, Cineteche, Archivi Nazionali, per preservare tramite restauro capolavori conclamati o semplicemente opere dimenticate della cinematografia mondiale ed offrirgli quindi opportuno risalto.
Un cartellone piuttosto ricco e diversificato, che vede, fra l’altro, un nuovo restauro di The Shining (Stanley Kubrick, 1980, adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King), inserito nella sezione Midnight Screening e la cui proiezione sarà preceduta da un intervento di Alfonso Cuarón (dovrebbe trattarsi, stando ad  alcune fonti, dell’originario montaggio, prima che Kubrick, ad una settimana dall’uscita nelle sale americane, chiedesse ai proiezionisti di eliminare una sequenza).Verranno celebrati poi i 50 anni di Easy Rider (Denis Hopper, 1969), film simbolo della New Hollywood, che proprio alla sua presentazione a Cannes fece conseguire al regista il premio per la miglior opera prima; il restauro è curato dalla  Cineteca di Bologna. Continua a leggere

Oscar 2019: “Green Book” Miglior Film, tre statuette per Alfonso Cuarón

Alfonso Cuarón (Diario AS)

Si è conclusa al Dolby Theatre di Los Angeles la cerimonia di premiazione relativa alla 91ma edizione degli Academy Awards, che si è aperta con un’esibizione dei Queen.
Miglior Film è risultato Green Book di Peter Farrelly, che conquista anche riconoscimenti per la sceneggiatura originale e l’attore non protagonista, Mahershala Ali; “Un film sull’amore nonostante le differenze”, come ha dichiarato il regista nel ritirare il premio, consegnatogli da Julia Roberts. Continua a leggere

BAFTA 2019: sette riconoscimenti per “La favorita”, di Yorgos Lanthimos

Olivia Colman (Wire FM)

Si è svolta ieri sera, domenica 10 febbraio, alla Royal Opera House di Londra, la cerimonia di premiazione dei BAFTA, British Academy of Film and Television Arts, anche noti come “Oscar britannici” (72esima edizione), condotta, per il terzo anno consecutivo, dall’attrice inglese Joanna Lumley.
La favorita, diretto da Yorgos Lanthimos, ha ottenuto il maggior numero di riconoscimenti, sette, compreso quello relativo al Miglior Film Britannico, vedendo poi premiate anche le attrici Olivia Colman (Miglior Protagonista) e Rachel Weisz (Miglior Non Protagonista). Miglior Film Straniero è risultato Roma di Alfonso Cuarón, che ha conseguito altri tre rilevanti riconoscimenti (Miglior Film, Miglior Regista, Miglior Montaggio); Miglior Attore Protagonista Rami Malek (Bohemian Rhapsody), Non Protagonista Mahershala Ali (Green Book). Spider-Man: Un nuovo universo, di Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman, infine, è stato premiato come  Miglior Film d’animazione. Qui potete leggere l’elenco completo dei premi assegnati.

Oscar 2019: le candidature

(RBcasting)

Sono state annunciate oggi, martedì 22 gennaio, alle 5.30, 14.30 ora italiana, in diretta streaming, dal Samuel Goldwyn Theater di Los Angeles, nel corso della cerimonia presentata da Tracee Ellis Ross e Kumail Nanjiani, le nomination relative ai 91esimi Academy Awards®.
In testa con 10 candidature troviamo Roma di Alfonso Cuarón e La favorita di Yorgos Lanthimos, seguiti da Vice (Adam McKay) e A Star is Born (Bradley Cooper) con 8. Subito dopo ecco Black Panther, a quota 7, BlacKkKlansman, 6, Green Book e Bohemian Rhapsody, 5. La cerimonia di premiazione dei 91esimi Academy Awards® avrà luogo al Dolby Theatre di Hollywood, domenica 24 febbraio; di seguito, l’elenco delle candidature. Continua a leggere

Oscar 2019: tutti i candidati per il miglior film straniero

Un click col mouse qui e potrete leggere l’elenco, nel cui novero è incluso Dogman di Matteo Garrone a rappresentare l’Italia, dei film presentati all’Academy of Motion and Picture Arts and Sciences nell’ambito delle candidature per l’Oscar al miglior film in lingua non inglese: da quest’elenco verrà selezionata la cinquina che concorrerà all’assegnazione dell’ambita statuetta. Fra i titoli troviamo Roma di Alfonso Cuarón, in rappresentanza del Messico, che ha conseguito il Leone d’Oro alla 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ma anche il vincitore della Palma d’Oro al 71mo Festival di Cannes, Shoplifters di Hirokazu Kore’eda, candidato per il Giappone. La premiazione del miglior film in lingua non inglese è stata introdotta nel 1956 (la prima statuetta venne conferita a La strada di Federico Fellini); le candidature verranno annunciate martedì 22 gennaio 2019, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar avrà luogo domenica 24 febbraio, al Dolby Theatre ad Hollywood & Highland Center.

Venezia 75: Leone d’Oro ad Alfonso Cuarón

Alfonso Cuarón, Willem Dafoe e Olivia Colman (SkyTG24)

Al regista Alfonso Cuarón è stato attribuito questa sera, sabato 8 settembre, il Leone d’Oro della 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, per il film Roma:questo il verdetto, forse fin troppo telefonato, espresso dalla Giuria presieduta da  Guillermo del Toro e composta da Sylvia Chang, Trine Dyrholm, Nicole Garcia, Paolo Genovese, Malgorzata Szumowska, Christoph Waltz, Naomi Watts. A bocca asciutta gli italiani in gara, forieri di una proposta finalmente diversificata e comunque interessante,  Mario Martone (Capri Revolution), Luca Guadagnino (Suspiria) e Roberto Minervini (What You Gonna Do When the World’s on Fire?). Il Leone d’Argento per la migliore regia è andato a  The Sisters  Brothers (Jaques Audiard), mentre il Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis è stato conferito a Soudade Kaadan, per  Yom Adaatou Zouli (The Day i Lost My Shadow). Leone d’Argento- Gran Premio della Giuria per The Favourite di Yorgos Lanthimos, film che vede anche premiata con la Coppa Volpi la sua interprete femminile, Olivia Colman, mentre miglior interprete maschile è risultato Willem Dafoe, per At Eternity’s Gate, di Julian Schnabel.
I fratelli Ethan e Joel Coen sono stati premiati per la sceneggiatura (The Ballad of Buster Scruggs) e un film italiano spunta riguardo il premio per il Miglior Film Restaurato di Venezia Classici, La notte di San Lorenzo, 1982, di Paolo e Vittorio Taviani. Da evidenziare comee nel palmarés veneziano vi siano due produzioni Netflix, il vincitore del Leone d’Oro, Roma, e l’opera dei fratelli Coen, premiata, come scritto, per la miglior sceneggiatura; di seguito, tutti i premi assegnati. Continua a leggere

Venezia 75: Guadagnino, Martone e Minervini in Concorso

E’ stato svelato questa mattina, mercoledì 25 luglio, al Cinema Moderno di Roma, dal direttore Alberto Barbera, il cartellone della 75ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che, come già annunciato nei giorni scorsi, si aprirà il 29 agosto al Palazzo del Cinema, Sala Grande, Lido di Venezia, con la proiezione, in concorso, di First Man (Il primo uomo), il nuovo film di Damien Chazelle: per la seconda volta una sua opera inaugurerà la Mostra, due anni dopo La La Land. In Concorso troviamo ventuno titoli, fra i quali, a rappresentare i nostri colori, Capri – Revolution (Mario Martone), Suspiria (Luca Guadagnino) e What You Gonna Do When the World’s On Fire (Roberto Minervini).
Risaltano poi i nomi dei fratelli Joel e Ethan Coen, The Ballad of Buster Scruggs, o, “pescando” fra i titoli,  quello di Alfonso Cuaron (Roma),  Rick Alverson (The Mountain), Carlos Reygadas (Nuestro tiempo), Brady Corbet, alla sua opera seconda (Vox Lux), Julian Schnabel (At Eternity’s Gate). Continua a leggere