Archivi tag: F. Murray Abraham

Un ricordo di Miloš Forman

Miloš Forman (Alchetron)

Ci lascia Miloš Forman, regista cinematografico ceco, naturalizzato statunitense (Forman Ján Tomáš, Čáslav, Boemia, 1932), morto ieri, venerdì 13 aprile.
Una volta diplomatosi, a metà degli anni ’50, alla FAMU di Praga (Facoltà di cinema dell’Accademia delle Muse), Forman, dopo una serie di esperienze come attore, sceneggiatore ed aiuto regista, ed aver preso parte all’opera collettiva volta a girare le immagini per Laterna magika, spettacolo teatrale di mimo, danza, musica e cinema muto, esordì in autonomia sul grande schermo nel 1963, con il mediometraggio Konkurs (Il concorso), realizzando poi nello stesso anno il suo primo lungometraggio, Černý Petr (L’asso di picche), grazie al quale divenne fra i maggiori esponenti della Nová Vlna, la “nuova onda” di rinnovamento che attraversava in quel tempo il cinema cecoslovacco.   Continua a leggere

Berlino 2014: annunciati i primi film nelle sezioni “Competition” e “Berlinale Special”

untitledi7687Sono stati annunciati oggi, martedì 17 dicembre, cinque nuovi titoli rientranti nella selezione ufficiale del 64mo Festival Internazionale del Cinema di Berlino (6-16 febbraio 2014), produzioni e co-produzioni di Canada, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti. Sono tutti in concorso e vanno ad aggiungersi al film d’apertura, Grand Budapest Hotel, diretto da Wes Anderson (anteprima mondiale) e a Monuments Men di George Clooney (fuori concorso, prima internazionale). Rivelato anche una parte, quattro titoli, del cartellone di Berlinale Special, sezione rivolta a giovani filmmaker, documentari e formati unici. Di seguito l’elenco delle opere al momento selezionate, in attesa degli altri nominativi che saranno annunciati nelle prossime settimane:

Wes Anderson (Movieplayer)

Wes Anderson (Movieplayer)

Competition: ’71 (Regno Unito, Yann Demange. Con Jack O’Connell, Sean Harris, Richard Dormer. Anteprima mondiale); Aimer, boire et chanter (Life of Riley, Francia, Alain Resnais. Con Sabine Azéma, Sandrine Kiberlain, Caroline Silhol, André Dussolier, Hippolyte Giradot, Michel Vuillermoz. Anteprima mondiale); Aloft (Spagna/Canada/Francia, Claudia Llosa. Con Jennifer Connelly, Cillian Murphy, Mélanie Laurent. Anteprima mondiale); Die geliebten Schwestern (Germania, Dominik Graf. Con Hannah Herzsprung, Florian Stetter, Henriette Confurius. Anteprima mondiale); Stratos (Grecia / Germania / Cipro, Yannis Economides. Con Vangelis Mourikis, Vicky Papadopoulou, Petros Zervos. Anteprima mondiale). The Grand Budapest Hotel (Regno Unito/Germania, Wes Anderson. Con Ralph Fiennes, Tony Revolori, F. Murray Abraham, Mathieu Amalric, Adrien Brody. Anteprima mondiale – Film d’apertura); The Monuments Men (Germania / USA, George Clooney. Con George Clooney, Matt Damon, Bill Murray, John Goodman, Jean Dujardin, Bob Balaban, Hugh Bonneville, Cate Blanchett. Anteprima internazionale – Fuori concorso).

Alain Resnais

Alain Resnais

Berlinale Special: A Long Way Down (Regno Unito, Pascal Chaumeil. Con Pierce Brosnan, Toni Collette, Aaron Paul, Imogen Poots. Anteprima mondiale); Entente Cordiale (We Come As Friends, documentario, Francia / Austria, Hubert Sauper. Anteprima europea). The Galapagos Affair: Satan Came to Eden (documentario, USA, Dayna Goldfine e Dan Geller. Con le voci di Cate Blanchett, Diane Kruger, Thomas Kretschmann, Sebastian Koch, Josh Radnor, Connie Nielsen, Gustaf Skarsgård. Premiere europea). The Turning (anthology film, Australia, Marieka Walsh, Warwick Thornton, Jub Clerc, Robert Connolly, Anthony Lucas, Rhys Graham, Ashlee Page, Tony Ayres, Claire McCarthy, Stephen Page, Shaun Gladwell, Mia Wasikowska, Simon Stone, David Wenham, Jonathan auf der Heide, Justin Kurzel, Yaron Lifschitz, Ian Meadows. Con Cate Blanchett, Rose Byrne, Miranda Otto, Richard Roxburgh, Hugo Weaving. Premiere internazionale).

Berlino 2014: apertura con “The Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson

Wes Anderson

Wes Anderson

Sarà The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson ad inaugurare la 64ma edizione del Festival Internazionale del Film di Berlino (6 -16 febbraio), una coproduzione anglo- tedesca (rispettivamente Grand Budapest Limited e Neunzehnte Babelsberg Film GmbH), che segna il ritorno del cineasta statunitense alla Berlinale dopo I Tenenbaum (2002) e Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2005).
La sceneggiatura del film, opera dello stesso Anderson, è incentrata sulle avventure di Gustave H. (Ralph Fiennes), impeccabile concierge del prestigioso hotel che dà il titolo al film, in un periodo compreso fra i due conflitti mondiali, ed in particolare sulla sua amicizia con il facchino Zero (Tony Revolori).

ffSullo sfondo dei cambiamenti apportati inevitabilmente dalla Storia, ecco avvicendarsi vari avvenimenti, come il furto e ritrovamento di un dipinto rinascimentale dall’inestimabile valore, o la lotta conseguente ad un ingente eredità, per una commedia che, richiamando le parole di Dieter Kosslick, Direttore Artistico del Festival, “con il suo inconfondibile stile promette di inaugurare alla grande la manifestazione”.
Tra gli interpreti, oltre ai citati protagonisti, F. Murray Abraham, Mathieu Amalric, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Harvey Keitel, Jude Law, Bill Murray, Edward Norton, Saoirse Ronan, Jason Schwartzman, Tilda Swinton, Léa Seydoux, Tom Wilkinson e Owen Wilson.

Giancarlo Giannini al Giffoni Film Festival

Giancarlo Giannini

Giancarlo Giannini

, già ospite d’onore alla prima edizione del Giffoni Sao Paulo Film Festival, dove ha presentato in esclusiva per i ragazzi della giuria il suo secondo film da regista dopo Ternosecco dell’87 (Ti ho cercata in tutti i necrologi, in uscita nelle nostre sale da giovedì 30 maggio, del quale è anche protagonista insieme a F.Murray Abraham e Silvia De Santis), parteciperà alla 43ma edizione del Giffoni Film Festival (19-28 luglio, Forever Young il tema di quest’anno), a Giffoni Valle Piana (SA).

giancarlo-giannini-al-giffoni-film-festival-L-c_XFXmNell’occasione gli sarà conferito il Truffaut Award, il più importante riconoscimento previsto dalla kermesse diretta da Claudio Gubitosi, ed inoltre, per i giurati di Masterclass, sezione che prevede incontri con celebri personaggi del mondo del cinema, dell’arte, della Storia, della cultura, del giornalismo e della politica, Giannini terrà una lezione di recitazione.