Archivi tag: Neri Marcorè

Bungaro, “Oggi mi sento profondamente felice per tutte le scelte volute, pensate, sofferte e desiderate”

Nell’occasione della tappa in Calabria del suo Maredentro Tour, che andrà in scena sabato 19 gennaio alle ore 21 sul palco dell’LSS Theater di Polistena (RC), ho avuto modo d’intervistare il musicista e cantautore Bungaro, artista raffinato e poliedrico, le cui canzoni sono state spesso portate al successo da importanti interpreti femminili del panorama musicale italiano e internazionale (Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Giusy Ferreri, Emma Marrone, Daniela Mercury, Miùcha Buarque de Holanda, Paula Morelembaum, Ana Carolina, Kay McCarthy). Inoltre ha scritto e collaborato con Gianni Morandi, Raf, Marco Megoni, Neri Marcorè, Paola Cortellesi, senza dimenticare le numerose collaborazioni internazionali, come quelle con Youssou N’Dour (Senegal), Omar Sosa (Cuba), Guinga (Brasile) o il duetto del 2012 con Ivan Lins (Brasile) per il progetto Inventa Rio, disco che ha ricevuto una nomination  ai Latin Grammy Awards nel 2014 . Continua a leggere

Smetto quando voglio – Ad Honorem

(MyMovies)

“Sopox è la formula del gas nervino. Ecco a cosa gli serviva un cromatografo. ‘Sto pazzo si è messo a sintetizzare il gas nervino”. Sono le parole di Pietro Zinni (Edoardo Leo), leader della ormai nota “banda dei ricercatori”, rinchiuso nel carcere di Regina Coeli, che ha quindi ormai intuito il terrificante piano messo in atto da Walter Mercurio (Luigi Lo Cascio), pur non individuando quale possa esserne l’obiettivo. Forse potrebbe essergli d’aiuto l’antico nemico Er Murena (Neri Marcorè), il quale sta scontando la sua pena a Rebibbia. Per incontrarlo Pietro chiederà ed otterrà il trasferimento, venendo così a conoscenza del perché Mercurio abbia coltivato tanta malvagità e dove intenda esternarla, dolorosi fantasmi di un recente passato che lo accomunano proprio a  Er Murena, alias Claudio Felici, l’esperienza di ricercatori universitari e la condivisione tragica di un evento che pose fine alle rispettive carriere. Pietro non ha dubbi, occorre bloccare Marcurio riunendo tutta la banda a Rebibbia con l’aiuto di Diritto Canonico, l’avvocato Vittorio (Rosario Lisma), per poi organizzare un’evasione, dalle modalità ovviamente scientifiche, ritornando in tempo per affrontare il giudizio di cui sono in attesa. Ed eccoli quindi i nostri prodi, pronti a ritornare in azione: il chimico computazionale Alberto Petrelli (Stefano Fresi), i latinisti Giorgio Sironi (Lorenzo Lavia) e Mattia Argeri (Valerio Aprea), l’antropologo culturale Andrea De Sanctis (Pietro Sermonti), l’economista Bartolomeo Bonelli (Libero De Rienzo), l’archeologo Arturo Frantini (Paolo Calabresi), l’anatomista Giorgio Bolle (Marco Bonini), l’ingegnere meccatronico Lucio Napoli (Giampaolo Morelli)… Continua a leggere

Pergola (PU): a luglio la II edizione di “Animavì – Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico”

Nel centro storico di Pergola (Pesaro – Urbino), nel giardino di Casa Godio, dal 13 al 16 luglio avrà luogo la seconda edizione di Animavì – Festival Internazionale del Cinema d’animazione poetico, con la direzione artistica del più importante regista italiano di cinema d’animazione, Simone Massi, che da anni realizza il trailer e la locandina della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di di Venezia. Ospite d’eccezione il Maestro svizzero Georges Schwizgebel, regista di fama internazionale premiato nei festival di tutto il mondo, da Cannes ad Annecy, autore di oltre venti cortometraggi d’animazione (tra cui La Course à l’abîme; ; Romance; Jeu; Erlkönig), in cui applica una tecnica originale, artigianale, che consiste nel dipingere a mano ogni fotogramma, realizzando una pittura animata, di fatto opere d’arte dinamiche. Continua a leggere

Roma, al via le attività di “CityFest”: Pierfrancesco Favino ed Elio Germano incontrano il pubblico

Elio Germano e Pierfrancesco Favino

Elio Germano e Pierfrancesco Favino

Pierfrancesco Favino ed Elio Germano, due fra i più importanti e celebrati interpreti del cinema italiano, saranno protagonisti di un incontro con il pubblico che si terrà domani, mercoledì 27 maggio, alle ore 21, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma (Teatro Studio Gianni Borgna). Il duetto inaugurerà le attività di CityFest, il grande contenitore di eventi speciali, intrattenimento e formazione che la Fondazione Cinema per Roma, presieduta da Piera Detassis, realizzerà lungo tutto il corso dell’anno. Queste attività, che nel 2015 festeggiano anche un importante anniversario, i primi dieci della Festa del Cinema, coinvolgeranno l’intera Capitale, l’area metropolitana e la Regione con incontri, rassegne, anteprime, lezioni: a CityFest hanno già aderito importanti personalità come Paola Cortellesi, Neri Marcorè, Valerio Mastandrea, Laura Morante. Continua a leggere

Latin Lover/Se Dio vuole: la leggiadra consistenza della commedia italiana

Cristina Comencini

Cristina Comencini

L’italica produzione di commedie s’illumina ogni tanto, se non propriamente d’immenso, citando impunemente il poeta (Giuseppe Ungaretti, Mattina), di una luce leggiadra e consistente, la quale fa sì che determinate realizzazioni riescano ad intrattenere il pubblico col sorriso e l’intelligenza, in virtù di sceneggiature originali dai dialoghi brillanti, assecondate da una regia fluida e attenta alla messa in scena, tanto nell’insieme quanto riguardo le singole interpretazioni attoriali.

Edoardo Falcone

Edoardo Falcone

Una benvenuta diversificazione dal consueto standard seriale prefabbricato, intento a sfruttare “fenomeni” cresciuti sul web o in televisione e trasferiti sul grande schermo senza mediazione cinematografica alcuna, oppure esotici lavori altrui, adattati, senza neanche tanto sforzo inventivo, alla nostra realtà, magari con impudichi ammiccamenti a passate operazioni similari baciate, inizialmente, dal successo. All’interno delle commedie distribuite in questi ultimi mesi, che ho potuto visionare, nello sparuto gruppo di quelle veramente riuscite (di primo acchito mi vengono in mente Il nome del figlio, diretto da Francesca Archibugi e Noi e la Giulia, di Edoardo Leo), sempre a parere di chi scrive, è possibile certo aggiungere l’ultima fatica di Cristina Comencini, Latin Lover, e il debutto registico dello sceneggiatore Edoardo Falcone, Se Dio vuole. Continua a leggere

“BlackOut” vince il “Premio Colonne Sonore.net – Miglior Canzone per Film Italiano 2014”

Antonella Ruggiero

Antonella Ruggiero

BlackOut – Una luce nell’oscurità, il film nato dall’idea e dalla volontà di un gruppo di ragazzi di sedici e diciassette anni del bassanese, diretto da Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato, che lo scorso anno ha portato a casa con il 95% dei voti il Primo Premio per la categoria Pizzoc al Vittorio Veneto Film Festival, riscuotendo inoltre tanto la simpatia quanto l’attenzione del pubblico e dei media per la particolarità della propria storia, si è visto assegnare nei giorni scorsi un altro importante riconoscimento: Io credo io penso io spero, la canzone originale scritta da Marco Testoni sulle liriche di Edoardo De Angelis e Maria Cristina Di Giuseppe (edizioni musicali Helikonia e Libera Music) per la pellicola, ed interpretata da Antonella Ruggiero, si è aggiudicata il Premio Colonne Sonore.net – Miglior Canzone per Film Italiano 2014, il più importante in Italia riservato espressamente al mondo della musica per le immagini. Continua a leggere

Rosà (VI): anteprima nazionale di “BlackOut – Una luce nell’oscurità”

unnamedffffff Domani, giovedì 22 maggio, alle ore 20.30, a Rosà (VI), presso il Cinema Teatro Montegrappa (via Capitano Alessio 7) avrà luogo, con il patrocinio de Il Gazzettino e la collaborazione del Circolo Culturale Amici del Teatro Montegrappa e della libreria La Bassanese, l’anteprima nazionale di BlackOut – Una luce nell’oscurità, il film nato dall’idea e dalla volontà di un gruppo di ragazzi di sedici e diciassette anni del bassanese, che recentemente ha portato a casa con il 95% dei voti il Primo Premio per la categoria Pizzoc al Vittorio Veneto Film Festival e sta riscuotendo tanto la simpatia quanto l’attenzione del pubblico e dei media per la particolarità della propria storia.
Condurrà la serata Claudio Strati, giornalista de Il Gazzettino; saranno presenti i due registi, Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato, Marianna Tolio per Movie’s Geyser, Marco Testoni, compositore della colonna sonora. Continua a leggere