Archivi tag: 71mo Festival di Cannes

71mo Festival di Cannes, nuovi titoli in cartellone

Nuovi titoli si aggiungono al cartellone del 71mo Festival di Cannes: fuori concorso troviamo Lars von Trier con The House That Jack Built e Terry Gilliam con The Man Who Killed Don Quixote, che sarà il film di chiusura. In concorso invece vengono inseriti: Ahlat Agaci (The Wild Pear Tree, Nuri Bilge Ceylan), Un couteau dans le coeur (Yann Gonzalez), Ayka ( Sergey Dvortsevoy). Altri tre titoli vanno poi ad aggiungersi nella sezione Un Certain Regard (Donbass, Sergey Loznitsa, film d’apertura, Muere, Monstruo, Muere di Alejandro Fadel, Chuva E Cantoria Na Aldeia Dos Mortos, The Dead and the Others, João Salaviza e Renée Nader Messora) e due in Midnight Screenings (Whitney, documentario di Kevin Macdonald su Whitney Houston e Fahrenheit 451, Ramin Bahrani).

71mo Festival di Cannes: i componenti della Giuria

Ecco i nominativi dei giurati che andranno ad affiancare  Cate Blanchett al 71mo Festival di Cannes, ai quali toccherà il compito di attribuire la Palma d’Oro e gli altri premi, nel corso della cerimonia di chiusura il 19 maggio: Chang Chen (attrice, Cina), Ava DuVernay (sceneggiatrice, regista e produttrice, Stati Uniti), Robert Guédiguian (regista, sceneggiatore, produttore, Francia), Khadja Nin (musicista, cantante, Burundi), Léa Seydoux (attrice, Francia), Kristen Stewart (attrice, Stati Uniti), Denis Villeneuve (regista, sceneggiatore, Canada), Andrey Zvyagintsev (regista, sceneggiatore, Russia).

 

71mo Festival di Cannes, i programmi della 57ma “Semaine de la Critique” e della 50ma “Quinzaine des réalisateurs”

Noée Abita, ritratta da Aurélie Lamachère

Sono stati resi noti nei giorni scorsi i programmi della 57ma Semaine de la Critique (9-17 maggio) e della 50ma Quinzaine des réalisateurs (9-19 maggio), sezioni parallele del Festival di Cannes, l’una organizzata dal sindacato francese della critica cinematografica e riservata alle opere prime e seconde, l’altra, indipendente e non competitiva, diretta da Édouard Waintrop. Riguardo la Semaine, titolo d’apertura, fuori concorso, sarà Wildlife, debutto dietro la macchina da presa dell’attore Paul Dano, mentre la Giuria vede come presidente il regista norvegese Joachim Trier e quali componenti Chloë Sevigny, Nahuel Pérez Biscayart, Eva Sangiorgi ed Augustin Trapenard. Il cartellone prevede all’interno delle Proiezioni Speciali: Wildlife (Paul Dano, film d’apertura), Our Struggles (Guillaume Senez), Shéhérazade (Jean-Bernard Marlin), Guy (Alex Lutz, film di chiusura). In Concorso: Chris The Swiss (Anja Kofmel), Diamantino (Gabriel Abrantes & Daniel Schmidt), Egy Nap (One Day, Zsófia Szilágyi), Fuga (Fugue, Agnieszka Smoczynska), Kona Fer I Stríð (Woman At War, Benedikt Erlingsson), Sauvage (Camille Vidal-Naquet), Sir (Rohena Gera).
Se nel programma della Semaine non è presente alcun titolo italiano, nel cartellone della Quinzaine ne troviamo tre: Samouni Road (La strada dei Samouni, Stefano Savona), Troppa grazia (Gianni Zanasi), film di chiusura (l’apertura sarà affidata a Pájaros de verano, Ciro Guerra & Cristina Gallego) e La lotta, cortometraggio realizzato da  Marco Bellocchio insieme agli studenti della sua scuola di cinema a Bobbio. Continua a leggere

71mo Festival di Cannes, in Concorso Alice Rohwacher e Matteo Garrone

Alice Rohwacher (Il Libraio)

All’interno del cartellone relativo al 71mo Festival di Cannes, svelato oggi, giovedì 12 aprile, a Parigi, dal presidente Pierre Lescure e dal delegato generale Thierry Frémaux, vi sono due film italiani in Concorso: Dogman di Matteo Garrone, ispirato alla storia di cronaca nera del “canaro” della Magliana, interpretato da Marcello Fonte, e Lazzaro felice di Alice Rohwacher, con Nicoletta Braschi, Sergi Lopez, Alba Rohrwacher, Tommaso Ragno; nella sezione Un Certain Regard troviamo Euphoria, seconda regia di Valeria Golino dopo Miele, che vede quali interpreti principali Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea.
Infine, nella selezione della Cinefondation  ecco il corto Così in terra del giovane autore Pier Lorenzo Pisano, suo saggio al Centro sperimentale di Cinematografia. Continua a leggere

71mo Festival di Cannes, ecco il poster ufficiale

È stato reso noto oggi, mercoledì 11 aprile, il poster ufficiale del 71mo Festival di Cannes (8-19 maggio), la cui elaborazione grafica, opera del graphic designer Flore Maquin, riprende un’immagine tratta da Pierrot le fou (Il bandito delle 11, 1965,  Jean-Luc Godard), ispirandosi ad uno scatto del fotografo di scena Georges Pierre (1927- 2003), attivo  in oltre 100 film a partire dagli anni Sessanta, inizialmente con Jacques Rivette, Alain Resnais, Louis Malle ed in seguito con Robert Enrico, Yves Robert, Claude Sautet, Bertrand Tavernier, Andrzej Żuławski, Andrzej Wajda, Jean-Luc Godard. Protagonisti della locandina Jean-Paul Belmondo e Anna Karina.

Cannes 2018: apertura con “Everybody Knows”, di Asghar Farhadi

Penélope Cruz e Javier Bardem (Variety)

Sarà Everybody Knows (Todos lo saben), il nuovo film di Asghar Farhadi, ad aprire il 71mo Festival di Cannes (8-19 maggio), come riportato dal sito della kermesse cinematografica francese, dando così conferma alla anticipazione fornita ieri al riguardo da Variety. Asghar Farhadi è già stato in concorso due volte a Cannes (Il passato, 2013, Il cliente, 2016, quest’ultimo premiato per la miglior sceneggiatura e l’interpretazione maschile); Everybody Knows è una coproduzione Francia/Spagna/Italia (Lucky Red di Andrea Occhipinti) e vede come protagonista Penélope Cruz, mentre fra gli altri interpreti risultano Javier Bardem, Ricardo Darin, Bárbara Lennie e Imma Cuesta. L’uscita nelle sale francesi è prevista per il 9 maggio, un giorno dopo l’apertura del Festival. Altre news dalla Croisette, l’attore Benicio Del Toro presiederà la giuria della sezione Un Certain Regard, la regista svizzera Ursula Meier sarà invece presidente della Giuria che assegnerà la Camera d’Or , il premio alla migliore opera prima presentata in tutta la Selezione Ufficiale della kermesse, comprese la Semaine de la Critique e la Quinzaine des Réalisateurs, ed il cineasta francese Bertrand Bonello presiederà la giuria Cinéfondation e Cortometraggi.
Infine, all’interno della sezione Cannes Classics, sabato 12 maggio, verrà presentata in anteprima mondiale la copia in 70mm di 2001: Odissea nello spazio, capolavoro di Stanley Kubrick pronto a festeggiare il cinquantenario. La proiezione sarà introdotta da Christopher Nolan; la copia in 70mm di 2001: Odissea nello spazio è stata ottenuta grazie al negativo della pellicola originale, con un procedimento di natura fotochimica, senza ricorrere al digitale o alla rimasterizzazione.

71mo Festival di Cannes, Cate Blanchett presiederà la giuria

Cate Blanchett (Wikipedia)

Sarà l’attrice australiana Cate Blanchett a presiedere la giuria del 71mo Festival di Cannes (819 maggio). La Blanchett,  due volte premio Oscar (nel 2005, Miglior Attrice non Protagonista, The Aviator, di Martin Scorsese e nel 2013, Miglior Attrice Protagonista, Blue Jasmine, per la regia di Woody Allen), succede a Pedro Almodóvar ed  ha così commentato la sua nomina: “Accolgo umilmente il privilegio e la responsabilità di presiedere la giuria di quest’anno, questo festival gioca un ruolo fondamentale nell’unire il mondo a celebrare le storie”, mentre il presidente Pierre Lescure e il delegato generale di Cannes Thierry Frémaux hanno affermato: “Siamo contenti di accogliere un’artista così unica il cui talento e le cui opinioni arricchiscono sia lo schermo che il palco.
Le nostre conversazioni ci dicono che sarà un presidente devoto, una donna appassionata e una spettatrice di cuore”.