Archivi tag: Giuseppe Piccioni

Venezia 74, classici in Laguna

Giuseppe Piccioni

Venezia Classici è la sezione che dal 2012 presenta alla Mostra d’Arte Cinematografica in anteprima mondiale, con crescente successo, una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo.
Curata da Alberto Barbera con la collaborazione di Stefano Francia di Celle, la sezione presenta inoltre una selezione di documentari sul cinema e i suoi autori. Quest’anno sarà il regista italiano Giuseppe Piccioni (Fuori dal mondo, Luce dei miei occhi, Questi giorni) a presiedere la Giuria composta da 26 studenti, indicati dai docenti, dell’ultimo anno dei corsi di cinema delle università italiane, dei DAMS e della veneziana Ca’ Foscari, la quale avrà il compito di assegnare i Premi Venezia Classici per il Miglior film restaurato e per il Miglior documentario sul cinema della 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (30 agosto – 9 settembre).
Di seguito, l’elenco dei classici selezionati, che verrà completato quando verrà annunciata la selezione di documentari sul cinema e i suoi autori, nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma della Mostra, che si terrà a Roma giovedì 27 luglio alle ore 11 al Cinema Moderno. Continua a leggere

Al via la 18ma Edizione del Napoli Film Festival

show_imgPrende il via oggi, lunedì 26 settembre, con proseguimento fino a domenica 2 ottobre, la 18ma edizione del Napoli Film Festival, per la direzione artistica di Mario Violini. Inaugurerà la kermesse partenopea il regista Mario Balsamo, che presenterà questa sera, presso il Cinema Metropolitan, alle ore 21.00, Mia madre fa l’attrice. Altre location previste sono PAN- Palazzo delle Arti, Institut Français, Instituto Cervantes, dove avranno luogo incontri e proiezioni; fra gli ospiti i registi Manetti Bros., Giuseppe Piccioni e Claudio Giovannesi. In programma anche numerosi incontri e proiezioni mattutine con gli studenti, Parole di Cinema, su conduzione del Prof. Sainati e organizzati in collaborazione con l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e Mobydick Scuola. Novità di quest’edizione, la sezione Extra, che ospiterà al suo interno l’anteprima campana di Sweet Democracy con Dario Fo e Renato Scarpa, un film sulla libertà di espressione diretto da Michele Diomà, insieme ad altre quattro opere, alla presenza degli autori: Suncity (Cecilia Donadio e Felice Iovino); Sonderkommando (Nicola Ragone); A qualcuno piacerà – Storia e storie di Elio Pandolfi (Caterina Taricano e Claudio De Pasqualis); La buona uscita (Enrico Iannaccone). Previste sei Retrospettive, articolate in brevi ma significativi omaggi distribuiti nelle varie sezioni: da William Shakespeare e Sylvain Chomet (Percorsi d’autore), a Chiara Mastroianni (I volti del cinema) passando per Claudio Giovannesi (Autore emergente 2016) e Montgomery Clift (41° Parallelo). In collaborazione con l’ICAIC – Instituto Cubano dell’ Arte e Industria Cinemàtograficos di Cuba, presso l’Instituto Cervantes, sarà possibile assistere alla seconda parte del focus Cinema Havana, una selezione di otto lungometraggi cubani di finzione dal 2002 al 2015. Continua a leggere

Venezia 73, tre italiani in Concorso

untitledE’ stato svelato questa mattina, giovedì 28 luglio, a Roma, presso l’Hotel Excelsior, il cartellone della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto -10 settembre).
I nostri colori saranno rappresentati, confermando le previsioni degli ultimi giorni, da Giuseppe Piccioni (Questi giorni), Roan Johnson (Piuma), Massimo D’Anolfi e Martina Parenti (il documentario Spira Mirabilis), anche se il piatto ricco, sette titoli, viene offerto dagli Stati Uniti: oltre al già annunciato film d’apertura La La Land di Damien Chazelle (quello che andrà a chiudere la Mostra è I magnifici 7 di Antoine Fuqua) troviamo Nocturnal Animals (Tom Ford), Jackie (Pablo Larraìn, co-produzione Cile-USA), Arrival (Denis Villeneuve), The Bad Batch (Ana Lily Amirpour), il documentario Voyage of Time (Terrence Malick, Germania/USA), The Light Beetwen the Ocean (Derek Cianfrance). In corsa per il Leone troviamo poi anche i nomi di Lav Diaz (The Woman Who Left) ed Emir Kusturica (On the Milky Road), mentre Fuori Concorso a far compagnia a Paolo Sorrentino, che presenterà le prime due puntate della serie televisiva The Young Pope, ecco, tra gli altri, Kim Rossi Stuart (Tommaso), Mel Gibson (Hacksaw Ridge), Francesco Munzi (il documentario Assalto al cielo). Di seguito, il cartellone di Venezia 73, relativo alle principali sezioni. Continua a leggere

Nastro d’Argento alla carriera per Roberto Herlitzka

Roberto Herlitzka

Roberto Herlitzka

E’ stata annunciata ieri, mercoledì 22 maggio, a Cannes, dal SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani), l’assegnazione del Nastro d’Argento alla carriera 2013 per Roberto Herlitzka, attore prevalentemente teatrale, che ha sempre interpretato memorabili ruoli anche sul grande schermo, ritagliandosi al riguardo una posizione ben precisa nell’ambito del cinema di qualità, a partire dal ’73 (La villeggiatura, Marco Leto) sino ad oggi. Herlitzka è nel cast de La grande bellezza di Paolo Sorrentino, in concorso sulla Croisette, mentre nel 2012 ha offerto ottime prove ne Il rosso e il blu (ruolo per il quale è stato candidato al David di Donatello 2013 come miglior attore protagonista), diretto da Giuseppe Piccioni, e in Bella addormentata, per la regia di Marco Bellocchio, con cui aveva già girato Il sogno della farfalla, ’94, e Buongiorno Notte, 2003, film quest’ultimo dove aveva offerto una splendida interpretazione di Aldo Moro, per la quale gli vennero assegnati il Nastro d’Argento e il David di Donatello come miglior attore.

Forse tra gli autori che lo hanno diretto in questi anni (fra i tanti, Emidio Greco, Lina Wertmüller, Luigi Magni) proprio Bellocchio, almeno a livello di personale sensazione, è stato colui che ha saputo sfruttare meglio il suo particolare modo di porsi dinnanzi alla macchina da presa, elegante, quasi defilato, tra serietà ed una particolare ironia, ma sempre riuscendo a far risaltare incisività e arguzia, accompagnate dall’inconfondibile tono di voce, denso di particolari sfumature. Herlitzka riceverà il Premio a Roma, la sera di giovedì 30 maggio, quando al Museo Maxxi saranno annunciate le candidature ai Nastri d’Argento e verrà festeggiato il Film Nastro dell’anno 2013, Io e te di Bernardo Bertolucci.