Archivi tag: 72mo Festival di Cannes

“Le vie del cinema da Cannes a Roma”

Prende il via oggi, mercoledì 12, nella Capitale, la 23ma edizione della  storica rassegna Le vie del cinema da Cannes a Roma,  che si  concluderà  domenica 16 giugno, un’iniziativa rientrante nel programma dell’ Estate Romana,  promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE, con il contributo della Regione Lazio per la promozione dei Fondi Europei. Organizzato da ANEC Lazio tramite  la collaborazione con Fondazione Cinema per Roma I CityFest, l’evento inaugura l’edizione 2019 del progetto Il Cinema attraverso i Grandi Festival  portando in alcune sale romane (i cinema Adriano, Eden Film Center, Giulio Cesare) una significativa selezione di film provenienti direttamente dal 72mo Festival di Cannes. Tra i titoli proiettati in anteprima assoluta, selezionati dal concorso e da  tutte le sezioni, tutti in versione originale con sottotitoli in italiano (fa eccezione la versione restaurata di Shining), anche il vincitore della Palma d’Oro Gisaengchung (Parasite) del regista coreano Bong Joon-ho. Ad aprire la rassegna, egualmente alla kermesse parigina,The Dead don’t Die (I morti non muoiono) di Jim Jarmusch. Il programma completo della manifestazione è disponibile online sul sito di ANEC Lazio.

 

Il traditore

(Movieplayer)

Presentato, in Concorso, al 72mo Festival di Cannes, Il traditore, diretto da Marco Bellocchio (anche autore della sceneggiatura insieme a Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo), si palesa alla visione come un film suggestivo e potente, tanto dal punto di vista narrativo quanto figurativo, idoneo a riallacciarsi agli stilemi propri del più puro cinema d’impegno civile, i quali vengono d’altronde messi in scena filtrati dalle modalità di racconto proprie di un autore che negli anni per il tramite delle sue opere ha sempre affrontato la realtà ricercando al riguardo modalità espressive sempre inedite, fra rigore formale ed estrema lucidità. Scremando qualsiasi tentazione volta all’esaltazione ideologica e mantenendosi distante dalla  retorica, Bellocchio visualizza la complessa figura di Tommaso Buscetta, “il boss dei due mondi”, interpretato con mimetica immedesimazione, fisica ma soprattutto psicologica, da Pierfrancesco Favino, il quale rende sullo schermo le ambiguità proprie di un essere umano che di “eroico” aveva certo ben poco, a parte l’improntitudine opportunistica di volgere ogni situazione, avversa o meno, a proprio vantaggio, nell’intento di garantire l’incolumità per sé e per i propri familiari. Continua a leggere

72mo Festival di Cannes: Palma d’Oro a “Gisaengchung” (“Parasite”), di Bong Joon-Ho

Bong Joon-Ho (Today)

La giuria del 72mo Festival di Cannes, presieduta da Alejandro Gonzalez Inarritu e composta da Alice Rohrwacher, Elle Fanning, Enki Bilal, Maimouna N’Diaye, Kelly Reichardt, Robin Campillo, Yorgos Lanthimos, Pawel Pawlikowski, ha conferito nel corso della consueta cerimonia di premiazione, svoltasi questa sera, sabato 25 maggio, la Palma d’Oro a Gisaengchung (Parasite), diretto da Bong Joon-Ho, primo film della Corea del Sud vincitore sulla Croisette; nulla di fatto per Marco Bellocchio (Il traditore), così come per Quentin Tarantino e Terence Malick, giusto per citare alcuni nomi che risultavano  tra i maggiormente papabili nell’ambito del consueto “totopalma”.
Dolor y gloria di Pedro Almodóvar vede premiato Antonio Banderas per La Miglior interpretazione maschile, mentre Miglior interprete femminile è risultata Emily Beecham per Little Joe di  Jessica Hausner.
Di seguito, l’elenco dei premi assegnati. Continua a leggere

72mo Festival di Cannes: i premi di “Un Certain Regard”

(One Two Films)

Presieduta da  Nadine Labaki (regista e attrice, Libano) e composta da Marina Foïs (attrice, Francia), Nurhan Sekerci-Porst (produttore, Germania), Lisandro Alonso (regista, Argentina) e Lukas Dhont (regista, Belgio), la Giuria della sezione Un Certain Regard del 72mo Festival di Cannes, che ha visto in concorso 18 titoli (9 le opere prime), ha assegnato i seguenti premi:

(AdoroCinema)

Un Certain Regard  PrizeA vida invisível de Eurídice Gusmão (La vie invisible d’Eurídice Gusmão/The Invisible Life Of Eurídice Gusmão, Karim Aïnouz). Jury PrizeO que arde (Viendra le feu /Fire Will Come, Oliver Laxe). Prize For Best Performance- Chiara Mastroianni per Chambre 212 (On A Magical Night, Christophe Honoré).

joan-of-arc-filmplakat-3 CiakClubPrize For Best Director-Kantemir Balagov per Beanpole (Une grande fille). Special Jury Prize- Liberté (Albert Serra). Jury’s  Coup De Cœur  (Ex-aequo)La femme de mon frère (A Brother’s Love, Monia Chokri)- The Climb (Michael Angelo Covino). Jury Special Mention- Jeanne (Joan of Arc, Bruno Dumont).

 

72mo Festival di Cannes: Semaine de la Critique, Cinefondation e Quinzaine des Réalisateurs, i vincitori

(MyMovies)

La giuria della 58ma Semaine de la Critique, sezione parallela ed indipendente del Festival di Cannes rivolta alle opere prime e seconde,  presieduta da Ciro Guerra e composta da Jonas Carpignano, Amira Casar, Djia Mambu ha conferito i seguenti premi: Gran Premio Settimana Internazionale della Critica- J’ai perdu mon corps ( Jérémy Clapin).Premio Rivelazione Louis Roederer FoundationHvítur, hvítur dagur (Hlynur Pálmason). Premio SACDNuestras madres (César Díaz). Aide Fondation Gan à la DiffusionVivarium (Lorcan Finnegan). Premio Scoperta Leica Cine del cortometraggioShe Runs (Qiu Yang). Premio Canal+ del cortometraggioIkki illa meint (Andrias Høgenni). Continua a leggere

Notizie da Cannes: Rithy Panh Presidente di Giuria della Camera d’Or. Arriva Sly per promuovere “Rambo V- Last Blood”

Rithy Panh (International Documentary Association)

Sarà il regista franco-cambogiano Rithy Panh a presiedere la giuria della Camera d’Or, il premio alla migliore opera prima presente nel cartellone del 72mo Festival di Cannes (14-25 maggio). Gli altri membri sono:la regista Alice Diop, la regista, autrice e critica cinematografica Sandrine Marques, il direttore della fotografia Benoît Delhomme e il presidente direttore di Polyson Nicolas Naegelen. Altra notizia che giunge dalla Croisette, la presenza di Sylvester Stallone al Festival: il 24 maggio presenterà al Palais des Festivals alcune immagini del suo nuovo film, Rambo V- Last Blood, per la regia di Adrian Grunberg, che vede nel cast Paz Vega e Oscar Jaenada; prevista inoltre la proiezione al Grand Thétre Lumière del primo titolo (Rambo, 1982, Ted Kotcheff) dedicato all’iconica figura nata dalla penna di David Morrell nel 1972 (First Blood, titolo originale dell’adattamento cinematografico), preceduta da un video montaggio dedicato alla carriera dell’attore. Continua a leggere

72mo Festival di Cannes: chiusura con “Hors Normes” di Olivier Nakache ed Eric Toledano

E’ stato annunciato il film che andrà a chiudere il 72mo Festival di Cannes (14-25 maggio): si tratta di Hors Normes (The Specials) diretto da Olivier Nakache ed Eric Toledano, con interpreti principali Vincent Cassel e Reda Kateb, affiancati da  attori non professionisti e giovani adolescenti autistici.

Vincent Cassel e Reda Kateb