Nastri d’Argento 2016, i premi tecnici

Maurizio Calvesi per la fotografia (Non essere cattivo e Le confessioni), Paki Meduri per la scenografia (Alaska e Suburra), Catia Dottori per i costumi (La pazza gioia), Gianni Vezzosi per il montaggio (Veloce come il vento) e Angelo Bonanni (il sonoro in presa diretta di Non essere cattivo): questi i vincitori dei primi Nastri d’Argento, … More Nastri d’Argento 2016, i premi tecnici

“Lucio Saffaro. Le forme del pensiero” in onda questa sera su “Rai Storia”

Questa sera, martedì 22 aprile, andrà in onda su Rai Storia, alle ore 21.15 (replica domenica 27, alle ore 17.00), il documentario Lucio Saffaro. Le forme del pensiero (nella versione integrale di 52 minuti), promosso dalla Fondazione Lucio Saffaro e prodotto da RAI Educational-Magazzini Einstein, per la regia di Giosuè Boetto Cohen, da un’idea di … More “Lucio Saffaro. Le forme del pensiero” in onda questa sera su “Rai Storia”

Forza D’Agrò (ME): “Terre di Cinema-Incontri Internazionali sulla Fotografia Cinematografica” III Edizione

Si svolgerà dal 1° al 10 settembre, presso il convento agostiniano del borgo medievale di Forza D’Agrò (ME) la III Edizione del Festival Terre di Cinema, punto d’incontro internazionale dedicato alla cultura dell’immagine e all’arte della fotografia cinematografica, patrocinato da AIC – Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica (dal 1956 rappresenta i più importanti direttori … More Forza D’Agrò (ME): “Terre di Cinema-Incontri Internazionali sulla Fotografia Cinematografica” III Edizione

Buongiorno papà/Amiche da morire: la sostenibile leggerezza della commedia italiana

Vuoi vedere che il nostro cinema è ancora in grado di mettere in scena commedie semplici, garbate, ironiche, legate sì alla realtà ma senza il pretesto di sbatterti in faccia la solita pseudo morale d’accatto buona, nella sua generica autoassoluzione, per il consueto salotto televisivo? Possibile, poi, che si riesca nuovamente a valorizzare le interpretazioni … More Buongiorno papà/Amiche da morire: la sostenibile leggerezza della commedia italiana