Forme di Massa d’Albe (AQ): dal 5 all’11 settembre il Garofano Rosso Film Festival

Non solo un festival, ma un luogo di incontro dove i temi più attuali della contemporaneità si mescolano con la conoscenza della tradizione locale e della cultura appenninica. Questo è Garofano Rosso, il festival cinematografico che si terrà da lunedì 5 a domenica 11 settembre a Forme di Massa D’Albe, in Abruzzo, per regalare un’esperienza unica a tutti i suoi ospiti e offrire un’occasione rara per immergersi negli usi e nei sapori locali alle pendici del Monte Velino tra film, registi, dibattiti, degustazioni di prodotti tipici e attività in natura. Incentrato su tematiche più che mai contemporanei, Garofano Rosso si rende uno spazio per affrontare insieme attraverso la cultura argomenti forti dell’attualità come la parità di genere, i diritti umani, la lotta alle discriminazioni e le comunità marginalizzate (particolare attenzione sarà data al tema della disabilità). Il festival propone lungometraggi e documentari, otto sezioni di cortometraggi provenienti da oltre 20 Paesi alla presenza dei registi tutti i giorni, a partire dalle ore 21:00 in poi. Le proiezioni saranno precedute da un talk quotidiano, dalle ore 19.00 alle ore 20.00, ciascuno dedicato a un tema di attualità e prima delle proiezioni serali è prevista una degustazione di prodotti enogastronomici affidata ogni volta ad un produttore locale diverso: gli assaggini a metro zero. Ospiti speciali di questa edizione sono l’attrice italo-siriana Sara El Debuch, il regista Gianfranco Pannone e l’attore Danilo Arena. Oltre ai film e ai talk, per tutta la durata del festival sarà presente la mostra fotografica di Camilla Cattabriga, fotografa e direttrice della fotografia bolognese.

Risultato di una ricerca intima sui temi della fragilità, la mostra sarà accompagnata, all’interno dello spazio espositivo, da una selezione di videoclip musicali in concorso al festival. Creato dall’associazione di promozione sociale CinemAbruzzo, vera fucina di iniziative cinematografiche sul territorio abruzzese come il primo CineCampus Green d’Europa e il Festival Cinema e Ambiente Avezzano, Garofano Rosso è finanziato e promosso dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura. “Garofano Rosso è nato con il desiderio di far conoscere un bellissimo e storico borgo attraverso il cinema” -racconta il direttore Paolo Santamaria – “ma non solo: il nostro obiettivo è far diventare questo festival un esperimento sociale a stampo cinematografico. A distanza di un anno dalla prima edizione stiamo vedendo i frutti di una collaborazione virtuosa e di una sfida raccolta in pieno: quella di dare una spinta rigenerativa dei borghi attraverso l’arte e il dialogo. In questo senso Garofano Rosso vuole essere un luogo di incontro, di dibattito sui temi caldi del contemporaneo, ma anche un laboratorio di cittadinanza attiva e di promozione della cultura. In primis quella locale. Per questa ragione, oltre a una settimana di proiezioni e dibattiti, abbiamo organizzato escursioni e attività per far conoscere le nostre tradizioni a ospiti, pubblico e visitatori, per una full immersion nella bellezza, dallo schermo all’universo bucolico.

Forme di Massa d’Albe (AQ)

Garofano Rosso vuole offrire un’esperienza a tutto tondo e un vero proprio incontro fra culture: gli ospiti sono accolti nelle case messe a disposizione dagli abitanti e durante il giorno vengono coinvolti nella scoperta dei luoghi naturali circostanti e delle pratiche locali. I circa 250 abitanti del borgo settecentesco di Forme di Massa d’Albe, storica meta della transumanza ai piedi del Monte Velino, apriranno le loro porte in occasione della manifestazione e, insieme agli organizzatori del festival, offriranno il loro tempo e il loro sapere per regalare a tutti i partecipanti un’accoglienza fatta di condivisione e sincera ospitalità. Ogni giorno prima dei talk e delle proiezioni insieme agli autori, registi e pubblico potranno imparare a mungere una mucca, prendere parte a un’escursione nel Parco Naturale e dell’acquedotto romano di Alba Fucens oppure partecipare a una degustazione con i produttori locali. Con Garofano Rosso, dialogo e conoscenza delle diversità si fondono in un’unica realtà che vuole unire cultura cinematografica e tradizione locale per un incontro a tutto tondo e per abbattere insieme i muri del pregiudizio. Per informazioni e programma dettagliato: garofanorosso.com

****************************************************

Le categorie degli Short Movies– Otto sezioni di cortometraggi per otto modi di celebrare la diversità e la vicinanza, attraverso una molteplicità di sguardi che indagano, contemplano e sperimentano sulle condizioni di marginalità.

(Cinemaitaliano.info)

AnterosL’amore maltrattato, deluso, offeso dai tabù e dalle convenzioni sociali… combatte, resiste e diventa amore universale, che travalica il tempo e lo spazio. Il cinema diventa il suo strumento di lotta e rivendicazione del diritto di amare. Itaca (Francesca Giuffrida, Italia, 2020, 20 min.). Ziti (Rocco Buonvino, Italia, 2021, 15 min.). Appelle-Moi (Didier Noun, Francia, 2021, 15 min.). Lynx (Julien Henry, Belgio, 2021, 20 min.). A modo mio (Danilo Rovani, Italia, 2021, 10 min.). Lychee (Etsen Chen, Taiwan, 2021, 12 min.). Sexual Distancing (Dimitris Asproloupos, Grecia, 2021, 16 min.).

(Unifrance)

Afterword- La fine, l’ultimo capitolo dell’esistenza. Una presenza inestirpabile nella nostra vita e nella nostra coscienza. La morte è qualcosa di inspiegabile e fa paura, ma la necessità di risolverne l’enigma è la forza motrice che incoraggia le riflessioni più profonde. Senza te (Sergio Falchi, UK, 2022, 18 min.) Bir Barzak Arzu (A Glass Of Desire, Yusuf Olmez, Germania, 2022, 14 min.). Partecipare (Dino Lopardo, Italia, 2021, 9 min.). Leggero Leggerissimo (Antimo Campanile, Italia, 2021, 15 min.). The Sound Of Water (J.B. Braud, Francia, 2021, 11 min.). Marzenia Samontych Ludzi (The Dreams Of Lonely People, Marek Leszczeswki, Polonia, 2020, 24 min.). The Dead Of Summer (Xan Blacker, Owen Gundry, UK, 2020, 12 min.).

(Cinemaitaliano.info)

BizarreUna realtà deformata, trasognata e provocatoria, filtrata da uno sguardo che è uno specchio che distorce e amplifica i sentimenti e le contraddizioni della nostra società. Un’esperienza imprevedibile, in bilico tra la tragicità e il grottesco, che ci trasporta e ci intrappola in mondi insoliti ed affascinanti. Talponi ( Vanja Victor Kabir Tognola, Svizzera, 2021, 15 min.). Frame Of Mind – Silenzio in sala (Davide Del Mare, Raphael Tobia Vogel, Italia, 2021, 15 min.). Le vie cave (Stefano Virgilio Cipressi, Italia, 2021, 15 min.). Io sono Dio (Riccardo Stopponi, Italia, 2021, 7 min.). Ofuda (Yoshinobu Nakamura, Giappone, 2021, 6 min.). Cortazar (Argyris Germandis, Katerina Strauch, Grecia, 2021, 10 min.). Cloro (Alessandro Stelmasiov, Italia, 2021, 8 min.).

(IMDb)

DystopiaUn luogo distante dove tutto è possibile, dove ogni presagio negativo può concretizzarsi. La dimora della paura ossessiva del futuro, in cui sono intrappolate le ombre generate dal presente. Non resta che sperare che la realtà sia un’allucinazione destinata a dissolversi. Mandatory Presence (Adam Ziajski, Polonia, 2021, 25 min.). A Man Falling (Orazio Guarino, Teho Teardo, Italia, 2021, 10 min.). Dies (Stefano Di Pietro, Paesi Bassi, 2021, 8 min.). L’incontro privato (Alberto Segre, Francia, 2021, 15 min.). Work It Class! (Pol Diggler, Spagna, 2021, 8 min.). A moment (Koi Wang Chao, Taiwan, 2021, 15 min.). Neo Kosmo (Adelmo Togliani, Italia, 2020, 15 min.).

(Jewish Film Festivals)

FemmeIl cinema è un filtro per guardare, prima di essere guardate. Il punto di vista attivo e pungente è il marchio complesso della donna contemporanea, libera e guerriera, che attraverso la sua arte riafferma il suo ruolo e celebra la sua forza generatrice. Out Of Play (Romi Menachem, Israele, 2021, 20 min.). The Recess (Navid Nikkah Azad, Spagna, 2021, 12 min.). La pescatora (Lucia Lorè, Italia, 2020, 15 min.). Samantha innamorata (Alessio Ghielmetti, Italia, 2021, 15 min.). Zabut (Giuseppe Schillaci, Italia, 2021, 20 min.). Cinque Kg dalla felicità (Lara Leggero, Italia, 2021, 19 min.). Azul (Emilio Martinez Borso, Spagna, 2021, 13 min.).

(IMDb)

LacciI fili sottili che ci attraversano e ci uniscono agli altri. In questa complessa geografia umana di legami precari ci avviciniamo e ci allontaniamo, continuamente e freneticamente, alla ricerca di un modo per comunicare la nostra fragilità. Istruzioni romantiche per danzare senza gravità (Lucio Zannella, Italia, 2021, 14 min.). Abada (Jean Benoit Ugeux, Belgio, 2020, 14 min.). The Sands Of Time (James Hughes, UK, 2021, 14 min.). Chiudi gli occhi e guardami (Andrea Castoldi, Italia, 2020, 5 min.). Big Touch (Christopher Tenzis, USA, 2021, 3 min.). Quasi ora (Luigi Pane, Italia, 2021, 13 min.). Venti minuti (Daniele Esposito, Italia, 2021, 20 min.).

FrontiersLa vita ai margini, nelle periferie della terra e del cuore. Un viaggio verso i confini estremi dello spazio e dell’esistenza per conoscere nuovi universi e nuovi linguaggi ed aprirsi a quelli circostanti. Macchiato (Prospero Pensa, Italia, 2020, 20 min.). Invisibles (Axel Stasny, Austria, 2020, 11 min.) Lacuna (Nicolas D’Agostino, USA, 2021, 16 min.) La porta (Mario Russo, Italia, 2021, 11 min.). Nel blu (Mounir Derbal, Italia, 2021, 17 min.). A Dead Sea (Nahd Bashir, Israele, 2021, 12 min.). L’ultima consegna (Alessio Ciancianaini, Italia, 2021, 10 min.).

WonderlandIl rifugio onirico che accoglie i desideri e le speranze di ogni bambino. Una finestra sull’immaginario fantastico dei più piccoli attraverso un punto di vista puro e schietto: la fiaba della vita. Walking Around (Gilles Bovon, USA, 2021, 20 min.). Ali And His Miracle Sheep (Maythem Ridha, Iraq, 2021, 25 min.). The Boy And The Mountain (Santiago Aguilera, Gabriel Monreal, Cile, 2020, 12 min.). Kids Drown In Low Tide (Jake Brown, USA, 2021, 14 min.). Sempreverdi (Tommaso Diaceri, Italia, 2021, 12 min.). Hambre (Carlos Melendez, Messico, 2021, 15 min.). My Dolly (Fabio Schifino, Italia, 2020, 15 min.).

******************************************************

(Bizzarro Bazar)

DocumentariesTaxiderman (Rossella Laeng, Italia, 2021, 30 min. I proprietari di animali domestici in lutto intraprendono un insolito pellegrinaggio a Padova, alla ricerca di una seconda vita per i loro amati animali, grazie all’intervento di un improbabile messia). Madrigal para um poeta vivo (Adriana Barbosa, Bruno Mello Castanho, Brasile, 2018, 65 min. Un ritratto del poeta-becchino Francisco “Tico” Pinto; una fantasticheria cinematografica sull’opera e sulla vita del personaggio, ma anche un film sulla memoria e la sua forza politica e di resistenza). Song For Hope (Chris Haigh, USA, 2021, 80 min. La storia di Ryan Anthony, trombettista dei Canadian Brass e della Dallas Symphony Orchestra. Dopo la diagnosi di un raro cancro al sangue in fase terminale, Ryan e sua moglie Niki danno vita a un’associazione di beneficenza chiamata “CancerBlows”, che ha raccolto milioni per la ricerca sul cancro).

(Burgo Kino Wien)

The Flower The Fish and The Cockerel (Gennaro, Johnny, Carrano, Italia, 2020, 83 min. Un film intimo sulla quotidianità di Mark Cousins. Regista, scrittore, cultore di cinema, insegnante, ma più di ogni altra cosa, Mark). In Memoriam (Martin Lintner, Elisabeth Pointner, Austria, 2021, 63 min. La storia di un’amicizia tra un volontario austriaco e un giovane rifugiato afghano, che non ha ancora perso la speranza di un futuro migliore. Nell’arco di cinque mesi, il film mostra il continuo peggioramento della catastrofe umanitaria a Lesbo). Se dicessimo la verità (Emanuela Giordano, Giulia Minoli, Italia, 2021, 60 min. Un viaggio che coinvolge studenti, insegnanti, giornalisti, magistrati, imprenditori, artisti ed educatori che si sforzano di immaginare una nuova via verso un mondo finalmente libero dal virus della criminalità organizzata). 80.000 Schnitzel (Hannah Schweier, Germania, 2020, 103 min. Un racconto autobiografico, che indaga le figure della nonna e della sorella della regista e il loro rapporto con la fattoria e l’attività di famiglia).

************************************************

(FilmTv)

Feature FilmsFortezza (Ludovica Andò, Emiliano Aiello, Italia, 2019, 72 min. Interamente girato all’interno della Casa di reclusione di Civitavecchia, con protagonisti e coautori gli stessi detenuti, Fortezza è la reinterpretazione di uno dei più importanti romanzi del ‘900: Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati). La viajante ( Miguel Mejìas, Spagna, 2020, 75 min. Angela vive una routine da cui sembra impossibile fuggire fino al momento in cui si avventura in un viaggio attraverso terre remote, dove scoprirà un interesse speciale filmando insetti con la telecamera della madre mentre affronta gli impulsi inaspettati e sconosciuti della sua solitudine). Pessoas (Arturo Dueñas Herrero, Spagna, 2020, 73 min. Arturo si reca a Santiago de Cuba subito dopo la morte di Fidel Castro per ritrovare una donna sconosciuta che aveva fotografato durante la parata del 1° maggio di 10 anni fa. Lo accompagna la figlia Greta, dalla quale si è allontanato da tempo. Femminile singolare (Italia, 2022, 92 min. -special event / fuori concorso-Registi: James Bort, Rafael Farina Issas, Kristian Gianfreda, More Raça, Matteo Pianezzi, Adriano Morelli, Elena Beatrice, Daniele Lince7 sguardi, 7 approfondimenti appassionati e sinceri per un progetto cinematografico costruito in 7 episodi e interamente dedicato al mondo femminile. Femminile singolare vuole raccontare le donne e le loro sfide di tutti i giorni, con l’intento di restituire, attraverso il linguaggio cinematografico, una narrazione libera dagli stereotipi che quotidianamente affrontano).

*******************************************

Forme di Massa d’Albe (AQ)

Music Videos Leave Your Body (Reilly Smethurst – Natasha Cantwell, Nuova Zelanda, 2021, 4 min.). Occhiali da vista (Claudio Melis, Italia, 2021, 4 min.). Lucy (Ebony Grace – Tamas Levardi, UK, 2021, 4 min.) Tonino’s song (Paolo Battista, Italia, 2020, 5 min.). Dingo Jackson (Spitting Ibex – Florian Kittner, Austria, 2021, 8 min.). We Yearn (Oberbaum – Gilles de Voghel, Belgio, 2021, 4 min.). Non ho paura (Martina Fastoso, Italia, 2019, 4 min.). When Love Takes the wheel (Low Rez feat. Julia Taubic – Joel Jent, Svizzera, 2020, 4 min.). Kaschmir (Tom Blankenberg, Germania, 2021, 10 min.). September 12 (Scott Holmes – Anthony Culanag, USA, 2021, 3 min.). Main Ballet Tank (Bernhard Schmitt, Singapore, 2021, 3 min.). Karma (Angelica – Fabio Cotichelli, Emiliano Neroni, Italia, 2021, 3 min.). I’m talking to a tree (Lus Kinder – Vlad Khaydurov, Russia, 2021, 5 min.). Isolation (A-Sean – Soheil Mosharraf, USA, 2021, 5 min.). Operativo (Giuseppe Lanno, Italia, 2021, 4 min.). Kleiner Wind (Lasse Winkler – Greta Ipflerkofer, Lasse Winkler, Germania, 2021, 5 min.). Jungle (Rhove – Peter Marvu, Italia, 2021, 3 min.). We are bad heroes (David Jonas Frei, Germania, 2021, 2 min.). L’ amore sbagliato (Giacomo Rossetti – Francesco Faralli, Italia, 2019, 4 min.). Le mie parole (Valerio Pettinati – Francesco Stampati, Antonio Cavallini, Italia, 2021, 4 min.). Gemini (Syakirah A. Razak, Singapore, 2020, 6 min.). Find me (Biancoleone, Italia, 2018, 4 min.). Indaco (Hype Zulu – Davide Rosano, Italia, 2021, 3 min.) Pyramid (ÆLESYA – Jean Cristophe Garcia, Francia, 2021, 3 min.).

**********************************************

(IBS)

I talk– Non solo cinema, ma occasioni collettive di dibattito e scambio su tematiche legate al festival.
Tutti i giorni dalle 19:00 alle 20:00. Lunedì 5– ore 18:30 Inaugurazione #GRFF2022, con il Sindaco Arch. Nazzareno Lucci. Inaugurazione edizione 2022 alla presenza delle Istituzioni locali e del Direttore artistico. Ore 19:00 Infinito Restare, Radici Edizioni, con Savino Monterisi e Gianluca Salustri, il senso della Restanza raccontato da chi attivamente cerca nella narrazione dei propri luoghi la chiave di nuovi mondi possibili. Martedì 6Bizzarro Bazar, con Ivan Cenzi. Esploratore del perturbante, del macabro, dello strano e del meraviglioso, creatore del blog Bizzarro Bazar. Mercoledì 7Vuscichè, con Diana Eugeni Le Quesne-Vuscichè rielabora le antiche tradizioni abruzzesi riutilizzando vecchi scarti tessili, sapientemente lavorati da artigiani locali, per trasformarli in capi unici di alta moda. Giovedì 8Ludwig van Beethoven, con Luca Mascolo-Il rapporto con la disabilità e la malattia, l’isolamento e la diversità, “lette” attraverso l’esperienza di Beethoven. Venerdì 9Indi Mates, con Elena Rasia e Margherita Pisani. Indi Mates, che significa “compagni di indipendenza”, è il nome di un progetto sociale e sperimentale di abitare collaborativo. Sabato 10– “È REALE? Guida empatica del cinedocumentarista”, edizioni Artdigiland, con Gianfranco Pannone e Silvia Tarquini. Un percorso unico e appassionante nel lavoro del “cinedocumentarista”, un’indagine sul reale attraverso gli occhi di un importante regista del nostro cinema. Domenica 11Brave, con Giorgia Bonamoneta. Il progetto vuole sdoganare il preconcetto legato alle minoranze, per dare voce all’inclusività e alla normalizzazione di tematiche di genere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.