Il “bambino dalla testa rotonda” e il suo fedele bracchetto approdano al cinema

Snoopy e Charlie Brown Foto © 2014 Twentieth Century Fox Film Corporation. All rights reserved. Not for sale or duplication.
Snoopy e Charlie Brown
Foto © 2014 Twentieth Century Fox Film Corporation. All rights reserved. Not for sale or duplication.

Dopo due anni d’intense trattative con i membri della famiglia Schulz, 20th Century Fox Animation e Blue Sky Studios hanno raggiunto l’accordo per far approdare sul grande schermo le avventure del “bambino dalla testa rotonda”, come viene definito Charlie Brown dal suo fedele bracchetto Snoopy (un beagle nell’originale, ispirato nelle fattezze a Spike, il cane di Schulz) il e di tutti i componenti quell’apparente candido microcosmo così fortemente rappresentativo delle umane magagne, per anni visualizzato nelle varie strips dal “papà” Charles M. Schulz.
Il 6 novembre 2015, nell’anno in cui ricorrerà il 65mo anniversario della nascita della celebre striscia Peanuts (2 ottobre 1950, grazie all’United Feature Syndicate, che aveva notato la serie Li’l Folks realizzata da Schulz per il supplemento domenicale del St. Paul Pioneer Press, contenente in nuce tematiche e personaggi che saranno proprie dei Peanuts), uscirà infatti la pellicola d’animazione Peanuts – Snoopy & Friends – Il Film.
La regia è stata affidata a Steve Martino, il quale si baserà sullo script delineato da Craig Schulz, Bryan Schulz (rispettivamente figlio e nipote di Charles) e Cornelius Uliano.

YoureaGoodManI Peanuts non sono comunque nuovi alle trasferte dalla carta stampata all’animazione, vi sono stati special televisivi (poco più di trenta, a partire da A Charlie Brown Christmas, 1965, diretto da Bill Melendez, con il bel commento al pianoforte di Vince Guaraldi, preceduto nel ’59 da uno spot in bianco e nero per una nota casa automobilistica), quattro lungometraggi cinematografici (il più noto dei quali è A Boy Named Charlie Brown, ’69, sempre per la regia di Melendez), senza dimenticare il musical off Broadway You’re a Good Man, Charlie Brown del ’67. Dalle immagini del primo teaser trailer relativo alla nuova realizzazione, il risultato lascia ben sperare, mi sembra rispettata un’impostazione da fumetto “dei bei tempi andati”, pur nell’effetto “pupazzoso” reso nella rappresentazione dei personaggi.
Non resta che attendere il 2015 e per il momento fare affidamento sulle parole di Craig Schulz: “E’ stato un lungo processo. I fan dei personaggi lo chiedono da tempo, ma abbiamo aspettato affinché i tempi fossero maturi. Sono più protettivo di mio padre con la sua opera, ma il nostro primo scopo è sempre stato quello di essere fedeli al suo lavoro e alla sua eredità”.


2 risposte a "Il “bambino dalla testa rotonda” e il suo fedele bracchetto approdano al cinema"

    1. Anch’io e il trailer mi ha scatenato una grande curiosità… Nel frattempo un bel ripasso è d’obbligo (e non può che fare bene). Grazie, un saluto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.