“Il Mese del Documentario”, le proiezioni di “Call me Kuchu”

rA partire da giovedì 6 e fino a sabato 8 febbraio, nell’ambito de Il Mese del Documentario, dove concorre nella sezione dedicata al cinema internazionale, verrà proiettato, in quattro città italiane, il film Call me Kuchu, di Katherine Fairfax Wright e Malika Zouhali-Worrall, pluripremiato reportage sugli attivisti LGBT in Uganda, che ha fatto il giro del mondo con più di 100 partecipazioni a vari festival (fra i tanti premi conseguiti, il Teddy Award al 62mo Berlino Film Festival, l’Amnesty International Human Rights Award al Festival di Durban 2012, Miglior Film all’Hot Docs Festival di Toronto).

trqwCall me Kuchu (l’appellativo con cui si definiscono gli omosessuali nel paese) è divenuto una testimonianza inaspettata dell’ultimo anno di vita di David Kato, primo omosessuale dichiarato in Uganda, assassinato nel suo appartamento durante il periodo di produzione del film, il quale ha lottato sino al’ultimo contro la legge anti-gay che prevede la condanna all’ergastolo tanto per gli omosessuali quanto per chi non li denuncia alle autorità, approvata dal Parlamento il 23 dicembre 2013 ma non firmata, la scorsa settimana, dal Presidente Yoweri Kaguta Museveni, offrendo così una riapertura della questione ed inerenti problematiche.

Katherine Fairfax Wright e Malika Zouhali-Worrall alla 62ma Berlinale (berlinale.de)
Katherine Fairfax Wright e Malika Zouhali-Worrall alla 62ma Berlinale (berlinale.de)
Katherine Fairfax Wright. Studia cinema e antropologia alla Columbia University. Produce, fra gli altri, nel 2007, Lumo (episodio della serie televisiva documentaria P.O.V.) e Les Vulnérables, di Bent-Jorgen Perlmutt e, nel 2010, Gabi on the Roof in July diretto da Lawrence Michael Levine. Fotografa di successo, sta producendo Imperial Dreams di Malik Vitthal. Malika Zouhali-Worrall. Laureata alla Cambridge University, consegue un master in affari internazionali presso l’Istituto di Studi Internazionali di Parigi. Giornalista per la televisione e la carta stampata (CNN.com e The Financial Times), lavora come inviata in India, Uganda e Cina. Attualmente è impegnata nella produzione del documentario di David Osit, Long Year Begin.
Call Me Kuchu rappresenta per entrambe il debutto alla regia.

David Kato
David Kato
Call me Kuchu, “Un resoconto della lotta di David Kato che scuote, fa infuriare e commuovere” (The Globe and Mail), sarà proiettato in base al seguente calendario: Roma, giovedì 6 febbraio alle ore 21:00, presso la Casa del Cinema (Largo Marcello Mastroianni, 1), cui seguirà un incontro via skype con le registe. Replica sabato 8 febbraio (ore 16.30 e 21.00); Bologna – giovedì 6 febbraio, Cinema Lumière, ore 18.30; Palermo – venerdì 7 febbraio, Centro Sperimentale di Cinematografia, ore 16.00; Nuoro – venerdì 7 febbraio, Istituto Superiore Etnografico, ore 19.00.

Il sito: http://callmekuchu.com/
Il trailer: http://vimeo.com/27391482
Informazioni sul film: http://ilmese2013.documentaristi.it/call-me-kuchu/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.