Venezia 76, Giornate degli Autori 16ma edizione: “La Llorona” vince il GdA Director’s Award, “Un Divan à Tunis” il Premio del Pubblico

(Variety)

La Llorona  è il film  vincitore del GdA Director’s Award alla sedicesima edizione delle Giornate degli Autori dirette da Giorgio Gosetti e quest’anno per la prima volta presiedute da Andrea Purgatori. L’opera di Jayro Bustamante, in concorso insieme ad altri dieci titoli, è stata premiata dalla giuria presieduta da Karim Aïnouz e composta dai membri del progetto 28 Times Cinema, ventotto giovani spettatori provenienti ognuno da un diverso Paese dell’Unione Europea, i quali hanno formulato la seguente motivazione: “Il vincitore del GdA Director’s Award è La Llorona di Jayro Bustamante. Desideriamo anche mettere in rilievo gli altri film nella shortlist Only the Animals di Dominik Moll per il suo preciso e profondo affresco della solitudine e Corpus Christi di Jan Komasa per il suo sguardo irriverente sulla religione. Bustamante, una delle voci più singolari del cinema dell’America Latina, intreccia un ritratto della tragica storia del Guatemala e le sue ferite aperte ispirato all’omonimo racconto popolare. La combinazione di poesia e politica costruisce una fiaba inquietante e acuta che parla non solo del passato ma anche del presente. La Llorona è un’intima storia di fantasmi raccontata attraverso un vivido personaggio femminile che tratta i temi della perdita, della negazione e dell’accettazione. Come recita il verso della canzone “La Llorona”: Dicen que no tengo duelo, Llorona, porque no me ven llorar. Hay muertos que no hacen ruido, Llorona !Y es mas grande su penar! Che possano questi versi di tristezza ma anche di forza diffondersi nel mondo.” Il GdA Director’s Award ha un valore di 20.000 euro: metà destinata al regista, il restante cinquanta percento a Film Factory Entertainment, venditore internazionale, così da sostenere la circolazione internazionale del film.

(Filmweb)

Il pubblico delle Giornate degli Autori ha invece scelto tra gli undici film in concorso Un Divan à Tunis, opera prima di Manele Labidi, cui è andato il premio assegnato da BNL Gruppo BNP Paribas, riconoscimento volto a premiare tanto la qualità dell’opera quanto la sua capacità di attrarre e intrattenere il pubblico generalista. Il film sarà distribuito in Italia da Bim Distribuzione. Il Label Europa Cinemas è stato invece assegnato a Boże Ciało, terzo lungometraggio del polacco Jan Komasa; il premio, dedicato ai film di produzione e co-produzione europea, è stato creato nel 2003, con il sostegno del Programma Media dell’Unione Europea, da un network di esercenti di qualità (oltre 2300 schermi in più di 500 città europee) e consiste in un contributo economico alla distribuzione e alla produzione, nonché alla permanenza del film vincitore nelle sale aderenti al network. Questa la motivazione della giuria composta da Anne Faucon (Cinéma Utopia, Tournefeuille, Francia), Eugenio Fuschini (Multisala Odeon, Bologna, Italia), Aneta Kohoutová (Bio Central, Hradec Králové, Repubblica Ceca) e Erdmann Lange (Atlantis & Odeon, Mannheim, Germania): “Boże Ciało di Jan Komasa è un attraente connubio di tragico e comico, a volte violento, a volte toccante. Perno del film, la performance sorprendente e di assoluto rilievo di Bartosz Bielenia nel ruolo del carismatico Daniel, giovane delinquente che trova nel sacerdozio una via d’uscita dalla sua condotta criminale. Quando viene mandato a lavorare in una fabbrica, Daniel scappa in un vicino villaggio fingendosi prete, suscitando un impatto sorprendentemente positivo sulla bigotta comunità locale. La storia rappresenta molto chiaramente i conflitti tra bene e male della società di oggi. Inoltre, la scelta intelligente del film di adoperare una musica di contrasto, si rivela particolarmente efficace per evidenziare le tensioni e i conflitti all’interno di Daniel. Un film da mostrare al pubblico di tutta Europa; ci auguriamo che la vittoria del Label Europa Cinemas possa aiutarne la circolazione”.


Una risposta a "Venezia 76, Giornate degli Autori 16ma edizione: “La Llorona” vince il GdA Director’s Award, “Un Divan à Tunis” il Premio del Pubblico"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.