Agora

agoraAgora del regista Alejandro Amenabar, sceneggiatore insieme a Mateo Gil, va oltre il film biografico, incentrato in tal caso sulla figura della filosofa ed astronoma Ipazia (Rachel Weisz, molto brava), che nell’ Alessandria d’Egitto del IV secolo d.c., centro di scienza e cultura, insegna ad un gruppo di allievi di diversa estrazione, sia sociale che religiosa: nella città convivono pagani, ebrei e cristiani, anche se il numero di questi sta aumentando grazie alla setta dei Parabolani, che attrae soprattutto gente umile, come Davo (Max Minghella), schiavo di Ipazia e di lei innamorato, che vi vede l’occasione per riavere la libertà, o agiata ed opportunista, come Oreste (Oscar Isaac), futuro prefetto, anche lui innamorato, dichiarato, della donna; quando i cristiani prendono possesso di zone a loro vietate, dall’Agora alla Biblioteca, che distruggeranno, gli eventi avranno un tragico epilogo.

Imitando, a livello di spettacolarizzazione, i vecchi kolossal hollywoodiani, con una rigorosa ricostruzione al digitale della città d’Alessandria, il regista se ne distacca per i contenuti, idealizzando ed attualizzando lo scontro tra religioni basato sul fanatismo e sul fondamentalismo, sino all’odio razziale, la lotta per il potere temporale e per avere il consenso delle masse e dei potenti e la contrapposizione religione-progresso; Ipazia rappresenta la coerenza e l’integrità della cultura nel libero pensiero, sino alla fine. Suggestive le carrellate che dalla Terra ci conducono con stacchi decisi verso il cosmo infinito, sino a farla apparire un punto nell’universo: nella calma siderale, forse qualche Entità osserva, senza intervenire, come l’uomo sottometta se stesso, trascurando il semplice assunto che “vi sono più cose ad unirci che a dividerci”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.