E’ morto Alain Corneau

cvAlain Corneau (foto), regista estremamente eclettico, dotato di una certa raffinatezza di stile e di un notevole acume dal punto di vista narrativo e psicologico, è morto ieri in un ospedale parigino. Era da tempo malato di cancro. Il 18 agosto è uscito l’ultimo suo film, Crimine d’amore, con Kristin Scott Thomas e Ludivine Sagnier, che sarà presentato fuori concorso al Festival di Roma. Nato ad Orleans nel 1943, Corneau avrebbe voluto fare il musicista jazz, infatti da ragazzo suonava la batteria in una band per le truppe Nato di stanza nella sua città natale, ma i suoi studi lo indirizzarono verso il cinema, al quale si dedicherà dopo un periodo di apprendistato con registi come Costa Gravas, Roger Corman e Josè Giovanni. L’inizio della sua carriera è rivolto al genere poliziesco: prendendo come punto di riferimento Fritz Lang e il noir americano, i suoi primi lavori omaggiano entrambi, oscillando tra stile da reportage ed una particolarmente acuta analisi di persone ed ambienti. Da ricordare in tale ambito Serie noire (Il codice del delitto, ’79), tratto da un romanzo di Jim Thompson, interpretato da Patrick Dewaere, Marie Trintignant, Myriam Boyer, Bernard Blier, e adattato e dialogato dallo scrittore Georges Perec. Ma, come ho scritto ad inizio articolo, Corneau era regista estremamente eclettico, amava cambiare, e lo dimostrano i vari “salti” nella sua filmografia: da superproduzioni come Fort Saganne, ’83, film incentrato sul passato coloniale francese, con Gerard Depardieu e Catherine Deneuve, si passa ad adattamenti letterari estremamente raffinati e sofisticati (Notturno indiano, dal romanzo di Tabucchi, o Stupeur et tremblements, dal romanzo di Amélie Nothomb). Certamente il film per il quale sarà ricordato rimane Tutte le mattine del mondo, ‘92, sempre tratto da un’opera letteraria (Pascal Quignard), film che ebbe grande successo conquistando il grande pubblico con la musica barocca francese, vera protagonista, pur nella sua “severità” di inquadrature fisse e dialoghi sin troppo letterari.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.