“Non essere cattivo” di Claudio Caligari in corsa per l’Oscar

oscar2014nominationsacademyawards1La Commissione di selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’ANICA, su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Direttore Generale Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; dal compositore Nicola Piovani; dal regista Daniele Luchetti; dalle produttrici Tilde Corsi e Olivia Musini; dal distributore Andrea Occhipinti; Stefano Rulli, Presidente Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e dai giornalisti Natalia Aspesi e Gianni Canova ha comunicato oggi, lunedì 28 settembre, la designazione di Non essere cattivo, l’ultimo film girato da Claudio Caligari, scomparso lo scorso 26 maggio.
La narrazione è incentrata su una storia ambientata ad Ostia, nella periferia romana, negli anni ’90, forieri di una profonda mutazione sociologica a partire dalle classi sociali più disagiate, che non poteva sfuggire allo sguardo attento e lucido di Caligari. L’annuncio delle nomination è previsto per il 14 gennaio 2016, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles domenica 28 febbraio 2016.

Valerio Mastandrea e Claudio Caligari
Valerio Mastandrea e Claudio Caligari

Claudio Caligari (Arona, 1948) è stato autore di film estremamente realistici, crudi, idonei a trasferire sullo schermo il disagio proprio di chi vive ai margini della società, “ragazzi di vita” come quelli narrati da Pasolini, del quale può considerarsi un prosecutore della sua opera, in particolare per la visualizzazione “profetica” delle varie mutazioni in atto a partire dagli anni ’80 nel nostro paese, quali la rapida e tragica diffusione dell’eroina, descritta in Amore tossico, 1983, che seguì ad una serie di documentari incentrati proprio sul mondo della droga; la pellicola vinse nel 1983 il Premio Speciale- Sezione De Sica alla 40ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, kermesse dove Caligari sarebbe tornato 15 anni più tardi, fuori concorso, con L’odore della notte. Attraverso le vicende criminali messe in atto da una banda di rapinatori romani, Caligari riusciva ancora una volta ad evidenziare, con un occhio volto tanto al polar francese, quanto a Taxi Driver di Martin Scorsese, le contraddizioni proprie di un sistema politico-sociale ormai allo sbando, morale in primo luogo. Proprio il protagonista de L’odore della notte, Valerio Mastandrea, ha prodotto Non essere cattivo, presentato, fuori concorso, alla 72ma Mostra Internazionale d’ Arte Cinematografica di Venezia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.