Venezia 74: Premio “Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker” a Stephen Frears / “Cousin, Cousine” di Jean Rouch nella “Sezione Classici”

HERO [US 1992]
director STEPHEN FREARS

La Biennale di Venezia e Jaeger-LeCoultre hanno annunciato il conferimento al regista inglese Stephen Frears (Philomena, The Queen, Le relazioni pericolose) del premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker della 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (30 agosto-9 settembre),  dedicato a una personalità che abbia segnato in modo particolarmente originale il cinema contemporaneo.
La consegna del premio avrà luogo domenica 3 settembre alle ore 22 in Sala Grande (Palazzo del Cinema), prima della proiezione Fuori Concorso e in anteprima mondiale, del suo nuovo film Victoria & Abdul, ambientato alla fine dell’Ottocento, quando il giovane commesso Abdul Karim (Ali Fazal) si mette in viaggio dall’India per partecipare al Giubileo d’oro dell’anziana Regina Vittoria (Judi Dench). Arrivato a Londra, Abdul si ritrova sorprendentemente nelle grazie della sovrana, tanto che i due instaurano un’improbabile e devota amicizia, mostrando una lealtà reciproca che la famiglia e la cerchia della sovrana cercano di ostruire. Abdul diventa rapidamente insegnante, consigliere spirituale e amico devoto della Regina, mentre il loro rapporto si rafforza e Vittoria comincia a vedere il mondo con occhi diversi, riscoprendo con gioia anche la propria umanità.

Jean Rouch

In occasione del centenario del grande regista ed etnografo francese Jean Rouch (1917 – 2004), va ad aggiungersi al programma della Mostra, in prima mondiale, l’unico film di Rouch girato a Venezia, il particolarissimo e inedito cortometraggio Cousin, cousine (Cugino, cugina, 1985-1987, 31’, colore), con Damouré Zika e Mariama Hima (Venezia Classici), integralmente restaurato dal CNC francese (Centre national du cinéma et de l’image animée) in collaborazione con la Fondation Jean Rouch, nel quadro del Centenaire Jean Rouch 2017.
Cousin, cousine è un “capriccio” inventato a Venezia da Jean Rouch e dai suoi due amici e interpreti, l’attore nigeriano Damouré Zika e la regista nigeriana Mariama Hima, venuti a presentare alla 42ma Mostra nel 1985, nella sezione Venezia Genti, un film di Mariama Hima, Baabu Banza, che vinse un premio.
Decisero in quell’occasione di realizzare una fantasia cinematografica intorno a un dipinto di Gentile Bellini e ad alcuni luoghi e storie della città.
Nella vicenda, Mariama e Damouré, due cugini, si ritrovano a Venezia per cercare una reliquia  persa molto tempo fa, come in uno dei famosi teleri di Gentile Bellini. Mariama fa così conoscere la città a Damouré, portandolo in uno squero a esaminare la fabbricazione delle gondole.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.