Un ricordo di Neil Simon

Neil Simon (Movieplayer)

Ci lascia il commediografo e sceneggiatore americano Neil Simon (Marvin Neil all’anagrafe, New York, 1927), morto oggi, domenica 26 agosto, a Manhattan.
Attivo in teatro a partire dagli anni Sessanta, le sue pièces  denotano uno stile tanto sobrio quanto graffiante nel delineare, con toni da commedia e sulla base di un impianto drammaturgico piuttosto solido, fra dialoghi brillanti e battute al fulmicotone, pregi e difetti della middle class americana.
Stilemi quelli descritti idonei ad offrire opportuno risalto alle prestazioni attoriali, sia sul palcoscenico che sul grande schermo, come dimostrano i vari adattamenti cinematografici delle sue opere, per la maggior parte curati da Simon stesso.

(Philip Williams Posters)

Una volta conclusi gli studi universitari (dapprima nella sua città natale e poi a Denver), a guerra finita (era stato arruolato nell’esercito degli Stati Uniti) Simon diede vita alla sua attività scrivendo insieme al fratello sketch e testi destinati per lo più alle radio o agli spettacoli di rivista, per poi imporsi in teatro a partire dal 1961, con opere che, riprendendo quanto già scritto, non tardarono ad interessare il cinema, a partire proprio dal suo esordio, Come Blow Your Horn, divenuto film nel 1963, per la sceneggiatura di Norman Lear e la regia di Bud Yorkin (Alle donne ci penso io è il titolo italiano). Seguì tre anni più tardi Caccia alla volpe, coproduzione Italia- USA- Regno Unito, per la regia di Vittorio De Sica e la sceneggiatura dello stesso Simon, da una sua pièce, cui collaborò Cesare Zavattini, anche se la definitiva affermazione come autore cinematografico avvenne nel 1967, quando Gene Sacks, regista teatrale al suo debutto sul grande schermo, diresse su sceneggiatura di Simon Barefoot in the Park, commedia già rappresentata in palcoscenico nel 1963.

(kalafudra’s Stuff)

Difficile dimenticare gli spassosi battibecchi, subito dopo la luna di miele, una volta iniziata la vita insieme in un appartamento alquanto malmesso, fra il manierato avvocato Paul Bratter (Robert Redford) e l’estrosa, nonché appassionata e romantica, Corie (Jane Fonda), fino poi a giungere alla riconciliazione finale, che vanno di pari passo con l’incontro-scontro tra la madre di lei (Mildred Natwick),  ed il loro estroverso vicino abusivo (Charles Boyer). Sempre Sacks alla regia e Simon sceneggiatore per l’altrettanto indimenticabile The Odd Couple (La strana coppia, 1968), protagonisti Jack Lemmon nei panni di Felix Ungar e Walter Matthau in quelli di Oscar Madison, divorziati entrambi e conviventi forzati, con i loro diversi caratteri, l’uno nevrotico e maniaco dell’ordine, l’altro sciamannato e farfallone, a generare tutta una serie di irresistibili gag.

(Amazon.com)

Da qui derivò una serie televisiva con Tony Randall e Jack Klugman (ABC, 5 stagioni, dal 1970 al 1975), ma anche un seguito, Neil Simon’s The Odd Couple II (1998, per la regia di Howard Deutch). Da menzionare, in chiusura, “saltando” fra i vari titoli, la scrittura del musical Sweet Charity, portato a Broadway da Bob Fosse, che poi lo diresse al cinema nel 1969, traente ispirazione dal felliniano Le notti di Cabiria (1957), e la svolta verso uno stile più “composto”,  intriso di sottolineature malinconiche, con The Prisoner of Second Avenue (1971, Prigioniero della Seconda Strada, al cinema nel 1975, diretto da  Melvin Frank), d’altronde già evidenti in Plaza Suite, 1968 (l’omonimo film è del 1971, regia di Arthur Hiller), la cui struttura ad episodi venne ripresa in California Suite, 1976, Herbert Ross. L’ultimo lavoro di Simon, che in un’intervista definì quale ispirazione della sua scrittura “il chiedersi cosa fosse una situazione triste e come poterla raccontare in modo comico”, risale al 2003, Rose’s Dilemma (Fantasma d’amore).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.