Senso delle proporzioni

Diane Keaton e Woddy Allen (Movieplayer)

Che razza di cane hai?”.

La peggiore”.

Davvero?”.

E’ un bassotto. Sai, è un sostitutivo del pene, per me”.

Oh, nel tuo caso avrei pensato ad un alano”.

(Pinterest))

Dialogo tra Mary Wilke (Diane Keaton) e Isaac Davis (Woody Allen) in Manhattan, 1979, atto d’amore di Allen per la città natale, New York, e al contempo acuta riflessione dolce-amara, giocata sul filo di una sottile ma spesso pungente ironia, relativamente alle trasformazioni in atto nella società da un punto di vista sociologico e morale, in particolare nell’ambito dei rapporti umani e sentimentali, riuscendo ad unire un’esemplare compostezza formale a un motteggio morale dai risvolti psicoanalitici e comportante riflessi esistenziali, caratterizzato da una disarmante e calviniana leggerezza.


2 risposte a "Senso delle proporzioni"

    1. Certamente, il bianco e nero di Gordon Willis offre della Grande Mela una visione del tutto particolare e non dimentichiamo poi le musiche di George Gershwin!
      Grazie della visita e del commento, un saluto.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.