Biografilm Festival XVI Edizione, i vincitori

In occasione della cerimonia di premiazione, che si è svolta ieri, lunedì 15 giugno, al Pop Up Cinema Medica Palace di Bologna, Biografilm Festival ha fatto ritorno al cinema, dopo una sedicesima edizione svoltasi online, grazie alla sala virtuale Biografilm Hera Theatre. Film di chiusura, proiettato in anteprima mondiale nella sezione Biografilm Art & Music, Gli anni che cantano di Filippo Vendemmiati, introdotto dal regista, dalla protagonista Janna Carioli e dal produttore Mauro Sarti.
L’Audience Award | Biografilm Festival 2020, il premio del pubblico al miglior film, è andato a Self Portrait (Selvportrett, Katja Hogset, Margreth Olin, Espen Wallin); la giuria del Concorso Internazionale, composta da Luca Ragazzi (regista e critico cinematografico), Shelly Silver (artista e videoartista), Martijn te Pas (programmatore di festival e esperto di documentari), ha assegnato i seguenti premi:

(MyMovies)

Best Film Unipol Award | Biografilm Festival 2020, premio della giuria al miglior film del Concorso Internazionale: Walchensee Forever (Janna Ji Wonders).

Premio Hera Nuovi Talenti | Biografilm Festival 2020, premio della giuria alla migliore opera prima del Concorso Internazionale: The Earth Is Blue as an Orange (Zemlia blakytna niby apel’syn, Iryna Tsilyk).

Menzione Speciale – Hera Nuovi Talenti | Biografilm Festival 2020: Noodle Kid (La yi wan mian, Huo Ning) – Wake Up On Mars (Réveil sur Mars, Dea Gjinovci)

La giuria del Concorso Biografilm Italia, formata da Roberta Mattei (attrice di cinema e teatro), Cristina Rajola (produttrice di documentari ed esperta di coproduzioni internazionali), Ester Sparatore (artista e documentarista), ha conferito i seguenti premi:

(From ladoc)

Best Film Award | Biografilm Italia 2020, premio della giuria al miglior film del Concorso Biografilm Italia: La nostra strada (Our Road, Pierfrancesco Li Donni). Menzione Speciale | Biografilm Italia 2020: In un futuro aprile (In A Future April, Francesco Costabile e Federico Savonitto)

La giuria di Bio to B 2020, formata da Lejla Dedic (producer Al Jazeera Balkans) e Markus Nikel (Senior International Consultant TV and Crossmedia, Author Factual and Documentary) ha assegnato i seguenti premi:

Best Emilia-Romagna Project | Bio to B 2020: 50 – Santarcangelo Festival (Michele Mellara, Alessandro Rossi, prod. Mammut Films).

Best Italian Project | Bio To B 2020: The Mayor – Me, Mussolini and the Museum (Piergiorgio Curzi, Sabika Shah Povia, prod. Road Television, Illegitime Defense)

Best European Project | Bio to B 2020: Jump Out (Nika Saravanja, prod. Tico Film Company, Playtime Films).

La Documentary Association of Europe ha attribuito il DAE Award | Bio to B 2020 a Red Flag. Or: The Story Of How I Became A Communist When I Was 8 And Now I Don’t Know Who The Hell To Vote For (Bandiera rossa. Ovvero la storia di come a otto anni sono diventato comunista e ora non so più chi cazzo votare, Nicola Piovesan, prod. Sayonara Film, Exitfilm).

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.