Venezia 79, i vent’anni del Premio Kinéo

Il Premio Kinéo, ideato e diretto da Rosetta Sannelli (presidente dell’Associazione Culturale Kinéo), quest’anno compie 20 anni alla 79ma Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, in qualità di evento collaterale, sostenuto dalla DGCA del MIC. Nato come premio del cinema italiano votato dagli spettatori per sostenere l’industria e le sale cinematografiche, negli anni ha ampliato i propri orizzonti aprendosi all’audiovisivo internazionale, favorendo incontri tra artisti di tutto il mondo e affidandosi anche al giudizio di una giuria di eccellenza, come ha dichiarato Sannelli: “Da allora, molto è successo e cambiato in un ventennio. Il cinema italiano ha rialzato la testa e l’industria, grazie anche all’avvento delle piattaforme che hanno moltiplicato le opportunità di lavoro, sembra godere di buona salute. Certamente il mondo degli audiovisivi ha subito la rivoluzione copernicana di quasi tutti gli altri settori economici e della vita di ognuno di noi. E molti ancora saranno i cambiamenti e le trasformazioni dovute a un mercato dell’audiovisivo sempre più allargato e globaleIn questa ottica, Kinéo ritiene molto importante sostenere e valorizzare le giovani generazioni di artisti italiani di qualsiasi branca del cinema/audiovisivo che dovranno essere all’altezza delle nuove sfide del futuro”.

Claudia Marchiori

Appuntamento sabato 3 settembre a Cà Sagredo, ormai divenuta, grazie alla sensibilità per l’arte della direttrice, Lorenza Lain, la casa del Premio Kinéo. Come da tradizione, il Premio collabora anche quest’anno con il Sindacato Critici cinematografici (SNCCI), con lo SGDs in Action Film Festival, con la Veneto Film Commission, con l’ITTV Festival di Los Angeles creato da Valentina Martelli e Cristina Scognamillo, con la stilista Eleonora Lastrucci per gli outfit relativi al red carpet e con ANEC nel segno del sostegno alle sale cinematografiche, luogo dove si può godere l’esperienza completa della magia del cinema. Uno degli obiettivi è puntare sulle nuove generazioni ed infatti da molti anni il Kinéo ha avviato insieme al Centro Sperimentale di Cinematografia un progetto per valorizzare i giovani artisti emergenti selezionati dalle varie scuole di cinema con un premio dedicato, assegnato ogni anno ai più meritevoli, una collaborazione che continua con la direttrice Monica Cipriani e la presidente Marta Donzelli. Il premio Giovani Rivelazioni quest’anno sarà assegnato a Chiara Vinci, Jacopo Olmo Antinori, Alessandro Piavani e Claudia Marchiori.

Piera Detassis (Ca’ Foscari Short Film Festival)

Il premio Personaggio dell’anno per il Cinema, invece, sarà conferito a Piera Detassis, mentre il Premio Martha De Laurentiis, di recente istituzione per rendere omaggio alla brillante produttrice che ci ha lasciato nel 2021 e riservato appunto al il miglior produttore/distributore nazionale o internazionale, verrà consegnato a Massimiliano Orfei, A.D. di Vision Distribution. Le categorie dei premi 2022, infine sono quelle ormai note: Miglior FilmMiglior RegiaMiglior Opera PrimaMiglior Attore Protagonista e non ProtagonistaMiglior Attrice Protagonista e non ProtagonistaMiglior film InternazionaleMiglior serie TV/Piattaforma nazionaleMiglior serie TV/Piattaforma internazionaleMigliori artisti internazionaliPremio alla carriera; Movie for Humanity Award, assegnato a chi si batte per i diritti umani. (Fonte: comunicato stampa)


Una risposta a "Venezia 79, i vent’anni del Premio Kinéo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.