Un ricordo di Irina Sanpiter (1957-2018)

Irina Sanpiter

Difficile dimenticare, come ha scritto ieri Carlo Verdone sulla sua pagina Facebook, lo sguardo, triste e dolce al contempo, dell’attrice russa Irina Sanpiter, il disperato “Non ce la faccio più” ripetuto più volte quale doloroso mantra, con marcato accento torinese (era doppiata da Solvejg D’Assunta), propri del personaggio di Magda, reso dall’attrice in Bianco, rosso e Verdone (1981), donna del tutto obnubilata, nel corpo e nello spirito, almeno fino alla silente ribellione finale, dall’agire petulante e maniacale- ossessivo del consorte Furio Zòccano (Verdone). “Magda, tu mi adori?” “Sì, Furio…” “E allora lo vedi che la cosa è reciproca…”.

******************

Verdone e Sanpiter (ilfattoquotidiano)

Cari amici, proprio ora vengo a conoscenza della scomparsa di una mia brava ed affettuosa attrice: Irina Sanpiter, la Magda di Bianco, rosso e Verdone. Sono molto triste,addolorato. Ci vedevamo poco ma l’abbraccio, quando ci si incontrava, era sempre forte e pieno di dolce nostalgia.
Era russa, di Mosca: me la fece incontrare Sergio Leone in quanto era parente della moglie (moscovita) dello sceneggiatore Giorgio Arlorio.
Fra tre opzioni scelsi subito lei per via di quegli occhioni dolci e malinconici che dovevano essere una caratteristica della mia Magda. Non volle continuare per scelta la strada del cinema. Era rimasta appagata dal nostro film e si mise ad organizzare eventi e concerti musicali. Non sapevo fosse malata. L’ ultima volta la incontrai lo scorso anno all’Isola Tiberina durante la rassegna cinematografica estiva. Di quel film non è rimasto quasi nessuno, e questo mi deprime terribilmente. Ma il cinema, fortunatamente, ci ” ferma nel tempo”. Illudendoci di una certa immortalità su uno schermo. Magda sarà sempre nel mio cuore come una delle creazioni più riuscite: era sempre allegra,spiritosa, ironica. Grazie Irina per aver condiviso con me una bella commedia rimasta nel cuore di tanti spettatori. Ti ricorderò per sempre cara, dolce amica.

Carlo Verdone (da Carlo Verdone Official, Facebook)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...