Roma, Teatro dei Dioscuri: al via la mostra “Troisi poeta Massimo”

E’ visitabile da oggi, mercoledì 17 aprile, con proseguimento fino al 30 giugno, al Teatro dei Dioscuri (Quirinale) di Roma, ad ingresso gratuito, la mostra Troisi poeta Massimo organizzata e promossa da Istituto Luce-Cinecittà con 30 Miles Film, in collaborazione con Archivio Enrico Appetito, Rai Teche, Cinecittà si Mostra, curata da Nevio De Pascalis e Marco Dionisi, con la supervisione di Stefano Veneruso, nipote di Troisi. L’esposizione è suddivisa cronologicamente in cinque ambienti. L’ingresso accoglie il visitatore con una gigantografia di Troisi, opera di Pino Settanni, e un video realizzato dall’Archivio Luce con brani di interviste tratte dal fondo Mario Canale, e momenti di backstage da Il viaggio di Capitan Fracassa di Ettore Scola e de Il postino. La volta del Teatro dei Dioscuri è ricoperta da un patchwork di immagini del mondo di Troisi, realizzato da Marco Innocenti per Brivido Pop, che riproduce l’effetto di una volta affrescata.
La prima sala racconta l’infanzia e la vita familiare di Massimo con preziose foto inedite familiari; spicca una lettera manoscritta a 7 anni e le foto della prima bruciante passione: il calcio, cui dovrà rinunciare per la prima comparsa dei problemi al cuore.

Lello Arena, Enzo Decaro, Troisi (Voce di Napoli)

E poi una serie di dattiloscritti e manoscritti di poesie di Massimo e le foto della prima compagnia teatrale RH negativo al Centro Teatro Spazio; l’incontro con Lello Arena e Enzo Decaro. La sala procede con i documenti dedicati a La Smorfia, il gruppo Troisi-Arena-Decaro che dal 1977 al 1980  s’impose  sulla ribalta nazionale, mentre una postazione consente di ascoltare le canzoni composte in gioventù da Enzo Decaro e Troisi, riprese nel disco Poeta Massimo da Decaro nel 2008.
La seconda sala narra La Smorfia in televisione, da Non Stop alle comparsate, a fianco di amici e colleghi come Renzo Arbore, Gianni Minà, Roberto Benigni, Pippo Baudo. In sala anche il video di Morto Troisi, viva Troisi!, lo speciale per la Rai dell’82 diretto da Troisi e anche un’installazione in ologramma, realizzata da Michelangelo Bastiani. La terza sala introduce il cinema di impegno civile, ma mai dichiarato, mai esposto di Troisi: foto dei set, locandine, documenti, due touchscreen con interviste ad attori e registi, per ripercorrerne, da Ricomincio da tre (1981) a Il postino (1994). Fra le curiosità, una lettera dattiloscritta del 1991 in cui un giovane studente di Economia e Commercio, di nome Paolo Sorrentino, chiede a Troisi di potergli fare da aiuto per il prossimo film.

(Ansa.it)

Un ultimo spazio è dedicato alla proiezione di parti inedite del backstage che Stefano Veneruso ha realizzato durante le riprese de Il postino, che nella mostra viene raccontato anche da un’installazione.
Dal 17 al 28 aprile, sempre al Teatro dei Dioscuri andrà in scena lo spettacolo Troisi poeta Massimo, scritto e diretto da Stefano Veneruso, incentrato sulla vita artistica e privata di Troisi, con poesie inedite, interviste, canzoni e testi autobiografici a fare da trama narrativa, che andrà in scena, con ingresso gratuito fino a esaurimento posti, tutti i giorni alle 21, escludendo lunedì 22, giorno di chiusura, mentre il 21 e 25 aprile l’orario previsto è alle 18.30. Infine, dal 17 aprile al 30 ottobre, in occasione della mostra dei Dioscuri, Cinecittà si mostra, l’iniziativa espositiva permanente negli Studi di via Tuscolana, ospita Omaggio a Massimo Troisi, un percorso tra filmati, costumi e oggetti di scena originali tratti dai capolavori girati a Cinecittà: Non ci resta che piangereIl viaggio di Capitan Fracassa e Il postino. Accompagna la mostra Troisi poeta Massimo un catalogo, edito da Luce-Cinecittà ed Edizioni Sabinae, curato da Nevio De Pascalis e Marco Dionisi; una parte del ricavato della vendita del volume andrà devoluta all’Associazione Bambini Cardiopatici nel mondo di cui Massimo era sostenitore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.