Locarno 2020 – For the Future of Films, il palmarès

Lucrecia Martel (Corriere del Ticino)

Sono stati svelati ieri, venerdì 14 agosto, i vincitori di Locarno 2020- For the Future of  Films, una 73ma edizione, per la direzione artistica di  Lili Hinstin, diversa da tutte le altre, online e fisica grazie alle proiezioni di film in tre sale di Locarno per 11 giorni, progettata per dare un segno tangibile di solidarietà all’intera filiera cinematografica e sostenere al contempo il cinema d’autore indipendente con una serie di progetti mirati, sempre nell’obiettivo primario di essere al fianco del cinema ed insieme al proprio pubblico. Due sguardi femminili, dalla Svizzera all’Argentina, hanno vinto i premi Pardi 2020 (ciascuno del valore di 70.000 franchi svizzeri) per le produzioni bloccate dalla crisi causata dall’emergenza sanitaria tuttora in corso.
La giuria internazionale di The Films After Tomorrow, composta da Nadav Lapid, Lemohang Jeremiah Mosese e Kelly Reichardt, ha scelto Chocobar, diretto dall’argentina Lucrecia Martel, un documentario politico che prende spunto dall’omicidio nel 2009 dell’attivista per i diritti della terra Javier Chocobar per indagare gli aspetti della colonizzazione e della cultura nativa.
La giuria della selezione svizzera, composta da Mohsen Makhmalbaf, Alina Marazzi e Matías Piñeiro, ha premiato  Zahorí di Marí Alessandrini, produzione svizzera ambientata anche in Argentina, dove nasce un’improbabile amicizia nella steppa della Patagonia tra una ragazza di tredici anni di origine ticinese e un vecchio mapuche.

Marí Alessandrini (TicinoLibero)

Nella selezione internazionale il Premio Campari, riconoscimento speciale della giuria del valore di 50.000 franchi svizzeri, è andato al film Selvajaria (Savagery) di Miguel Gomes, liberamente adattato dal romanzo Rebellion in the Backlands scritto da Euclides da Cunha, un racconto di fine Ottocento relativo alla campagna militare della neonata Repubblica brasiliana contro il minuscolo insediamento di Canudos. Lo Swatch Award per il progetto più innovativo (30.000 franchi svizzeri) è stato assegnato a De Humani Corporis Fabrica (The Fabric of the Human Body) di Verena Paravel e Lucien-Castaing Taylor, un documentario politico e filosofico sui delicati temi della bioetica sollevati dalle nuove tecnologie in medicina.
Tra i progetti della selezione svizzera, il Premio SRG SSR, consistente in una campagna pubblicitaria televisiva del valore di 100.000 franchi svizzeri, è stato assegnato a Lux , documentario sull’esercito svizzero dei giovani registi Raphaël Dubach e Mateo Ybarra. Di seguito il palmarès completo di Locarno 2020, ricordando in chiusura che la 74a edizione del Festival si svolgerà dal 4 al 14 agosto 2021.

The Films After Tomorrow – Selezione internazionale. La giuria, composta da Nadav Lapid, Lemohang Jeremiah Mosese e Kelly Reichardt, ha assegnato i seguenti premi: Pardo 2020  per la produzione del film, al miglior progetto internazionale (70.000 franchi svizzeri) a Chocobar (Lucrecia Martel, Argentina / USA / Danimarca / Messico). Premio Campari – Premio Speciale della Giuria (50.000 franchi svizzeri) a Selvajaria  (Savagery, Miguel Gomes, Portogallo / Francia / Brasile / Cina / Grecia). Swatch Award  per il progetto più innovativo (30.000 franchi svizzeri) e l’opportunità di disegnare uno Swatch in edizione limitata che sarà l’orologio ufficiale di Locarno74 a De humani corporis fabrica  (The Fabric of the Human Body, Verena Paravel e Lucien Castaing- Taylor).

(Cineblog)

The Films After Tomorrow – Selezione svizzera. La giuria, composta da Mohsen Makhmalbaf, Alina Marazzi e Matías Piñeiro, ha assegnato i seguenti premi: Pardo 2020  per la produzione del film, al miglior progetto svizzero (70.000 franchi svizzeri) a Zahorí (Marí Alessandrini, Svizzera / Argentina / Cile / Francia). Premio SRG SSR,  campagna televisiva promozionale del valore di 100.000 franchi svizzeri per un progetto svizzero, che garantisce pubblicità sulle reti nazionali per accompagnare l’uscita nelle sale in Svizzera, a Lux (Raphaël Dubach e Mateo Ybarra, Svizzera).

Pardi di domani. La giuria, composta da Kiri Dalena, Mamadou Dia e Claudette Godfrey, ha assegnato i seguenti premi: Concorso internazionalePardino d’oro SRG SSR per il miglior cortometraggio internazionale (10.000 franchi svizzeri) a I Ran From It And Was Still In It (Darol Olu Kae, USA). Pardino d’argento SRG SSR per un cortometraggio internazionale (5.000 franchi svizzeri) a Storia della civiltà (Zhannat Alshanova, Kazakistan). Premio Medien Patent Verwaltung AG , sponsorizzato da Medien Patent Verwaltung AG, sotto forma di sottotitoli in tre lingue dell’Europa centrale a Thiên đường gọi tên (A Trip to Heaven, Linh Duong, Vietnam / Singapore).Menzione speciale a Life On The Horn (Mo Harawe, Somalia / Austria / Germania).

Concorso svizzero: Pardino d’oro Swiss Life per il miglior cortometraggio svizzero (10.000 franchi svizzeri) a Menschen am samstag (People on Saturday, Jonas Ulrich, Svizzera- Locarno Short Film Candidate for the European Film Awards). Pardino d’argento Swiss Life per un cortometraggio svizzero (5.000 franchi svizzeri) a Trou noir (Black Hole, Tristan Aymon, Svizzera). Best Swiss Newcomer Prize , consistente in attrezzature e servizi offerti da Cinegrell, Freestudios e Taurus Studio a Lachsmänner (Salmon Men, Veronica L. Montaño, Manuela Leuenberger, Joel Hofmann, Svizzera).

La giuria di Cinema & Gioventù junior ha inoltre assegnato i seguenti premi: The Films After Tomorrow- Premio per il miglior progetto internazionale (5.000 franchi svizzeri) a Cidade; Campo (Juliana Rojas, Brasile). Premio per il miglior progetto svizzero (3.000 franchi svizzeri) ad Azor (Andreas Fontana, Svizzera / Francia / Argentina). Premio L’ ambiente è qualità della vita (3.000 franchi svizzeri) ad Eureka (Lisandro Alonso, Francia / Portogallo / Germania / Messico / Argentina). Pardi di domani- Premio per il miglior cortometraggio internazionale (1.500 franchi svizzeri) ad Aninsri daeng (Red Aninsri or, Tiptoeing on the Still Trembling Berlin Wall (Ratchapoom Boonbunchachoke, Thailandia). Premio per il miglior cortometraggio svizzero (1.500 franchi svizzeri) a Trou noir (Black Hole, Tristan Aymon, Svizzera).

Proiezioni porte aperte – Cortometraggi. Premio per il miglior cortometraggio (1.500 franchi svizzeri) a Kado (A Gift, Aditya Ahmad, Indonesia). Menzione Speciale a Liar Land (Ananth Subramaniam, Malaysia). – Lungometraggi- L’ambiente è qualità di vita – Premio per il miglior lungometraggio (2.000 franchi)a Sell Out! (Yeo Joon Han, Malaysia). Menzione speciale a Engkwentro (Clash, Pepe Diokno, Filippine). (Fonte: sito web del Locarno Film Festival)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.