Festa del Cinema di Roma 13ma Edizione

Avrà inizio giovedì 18, per concludersi domenica 28 ottobre, la 13ma edizione della Festa del Cinema di Roma, che si terrà all’Auditorium Parco della Musica, coinvolgendo, come ogni anno, numerosi altri luoghi e realtà culturali della Capitale.
Direttore artistico Antonio Monda, il quale ponendo l’accento sulla denominazione della kermesse, “Festa” e non “Festival” ha mantenuto fede alla sua promessa “di lavorare con discontinuità: artisti, registi, attrici, attori, personaggi scelgono Roma anche se non hanno un film da promuovere, vengono a parlare per un’ora e mezza con noi”.  Sull’immagine ufficiale della Festa campeggia Peter Sellers, uno scatto del fotografo britannico Terry O’Neill, che lo ritrae nei panni del suo personaggio più conosciuto, l’ispettore Jacques Clouseau, protagonista della serie La Pantera Rosa (iniziata nel 1963, per la regia di Blake Edwards, The Pink Panther). All’attore inglese, apprezzato da un pubblico eterogeneo, che ha ammirato tanto le sue interpretazioni brillanti, intrise di lucida follia, rispettose dei tempi comici ed ispirate all’essenzialità visiva dei tempi del muto, quanto le eccellenti prove in ruoli drammatici, sarà dedicata una delle Retrospettive, sezione curata da Mario Sesti, mentre l’altra sarà incentrata sul cineasta francese Maurice Pialat,  autore di un cinema che sfugge volontariamente alle etichette, ma sempre attraversato da temi e sentimenti di eccezionale tensione emotiva.

La prima retrospettiva si svolgerà in collaborazione con l’Ambasciata Britannica e il British Council, la seconda sarà realizzata con la Cineteca di Bologna e l’Ambasciata di Francia. Di rilievo le Preaperture, che inizieranno domani, lunedì 15 ottobre (avranno luogo alla Casa del Cinema e al Multisala Barberini), intese a ricordare, in collaborazione con Roma Capitale, Fondazione Museo della Shoah e Istituto Luce Cinecittà, settantacinque anni dopo e ad ottanta dalle leggi razziali, quel 16 ottobre del 1943, che vide le truppe tedesche della Gestapo effettuare il rastrellamento del ghetto di Roma, così come il sistematico piano delle persecuzioni fino all’Olocausto. All’interno degli Eventi Speciali, sarà poi presentato Who Will Write Our History di Roberta Grossman, prodotto da Nancy Spielberg.
Film d’apertura sarà Bad Times at the El Royale (7 sconosciuti a El Royale) scritto e diretto da Drew Goddard, alla sua opera seconda in qualità di regista (l’esordio è del 2012, The Cabin in the WoodsQuella casa nel bosco), mentre la chiusura verrà affidata, come evento speciale, a Notti magiche di Paolo Virzì.
Nella Selezione Ufficiale troviamo due film italiani, Il vizio della speranza (Edoardo De Angelis) e il documentario Diario di tonnara (Giovanni Zoppeddu), insieme ad una grande varietà di titoli, come Green Book di Peter Farrelly, They Shall Not Grow Old di Peter Jackson, Stan & Ollie di Jon S. Baird, con John C. Reilly e Steve Coogan.

Isabelle Huppert (Pinterest)

Grande spazio, come da tradizione della Festa, agli Incontri Ravvicinati, che vedranno protagonisti registi, attori e personalità del mondo della cultura: Martin Scorsese, che riceverà il Premio alla Carriera, così come Isabelle Huppert; presenti poi, fra gli altri, Cate Blanchett, Thierry Fremaux, Mario Martone, Michael Moore (presenterà il suo ultimo lavoro, Fahrenheit 11/9), l’artista post-concettuale Pierre Bismuth, che proporrà, in collaborazione con la Festa, un progetto di video città, egualmente a Shirin Neshat,  fotografa, videoartista e regista iraniana. Interessante la sezione Omaggi e restauri, dove troviamo, “saltando” fra i titoli proposti, Donna Fabia di Marco Tullio Giordana, omaggio ad Adriana Asti, o FlavioH-Tributo a Flavio Bucci di Riccardo Zinna, così come le versioni restaurate di film quali L’amore molesto, 1995, Mario Martone, Italiani brava gente, 1995, Giuseppe De Santis, San Michele aveva un gallo, 1972, Paolo e Vittorio Taviani, Il tempo si è fermato, 1963, Ermanno Olmi.

Marcello Mastroianni (Coming Soon)

Come ogni anno il Direttore Artistico e i membri del Comitato di Selezione (coordinato da Mario Sesti e composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel e Valerio Carocci), condivideranno con il pubblico una breve rassegna, I film della nostra vita, pellicole che hanno segnato la loro passione per il cinema: dopo il western e il musical, sarà la volta del noir. Ciascun film sarà accompagnato da un incontro con autori, attori e ospiti; inoltre, prima di ogni proiezione,  gli spettatori potranno assistere a brevi pillole dei noir più celebri e amati.
Rilevanti, infine, la mostre allestite all’interno della kermesse, come quella al Museo dell’Ara Pacis, una grande esposizione dedicata a uno dei simboli del cinema italiano nel mondo, Marcello Mastroianni, a cura di Gian Luca Farinelli, promossa da Musei di Roma, Cineteca di Bologna, Istituto Luce Cinecittà, Equa di Camilla Morabito.

Qui il programma completo

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.