Oscar 2013: “Cesare deve morire” fuori dalla rosa dei nove titoli

oscar-2013-cesare-deve-morire-fuori-dalla-ros-L-vj0nYHNon ci sarà un titolo italiano a concorrere per l’Oscar, nell’85ma Edizione che si svolgerà il 24 febbraio 2013, un vecchio ritornello, che ormai si ripete da tanto, troppo, tempo: come ho già scritto in precedenti articoli, l’ultima statuetta vinta da un nostro film risale al ’99, La vita è bella, di Roberto Benigni, mentre il dato più recente per le nomination risale al 2006, La bestia nel cuore, di Francesca Comencini.

oscar-2013-cesare-deve-morire-fuori-dalla-ros-L-WBBRVdIl film candidato in rappresentanza dell’Italia, Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani, vincitore dell’Orso d’Oro alla 62ma edizione del Berlino International Film Festival e di cinque David di Donatello (tra i quali miglior film e migliore regista), è stato infatti escluso dai membri dell’Academy dalla rosa dei nove titoli, fra i quali cinque verranno scelti relativamente al conferimento delle nomination per il Miglior Film Straniero, il prossimo 10 gennaio: Quasi amici, di Olivier Nakache ed Eric Toledano (Francia); A Royal Affair, di Nikolaj Arcel (Danimarca); Amour, di Michael Haneke (Austria); War Witch, di Kim Nguyen (Canada); No, di Pablo Larraín (Cile); The Deep, di Baltasar Kormákur (Islanda); Kon-Tiki di Joachim Rønning ed Espen Sandberg (Norvegia); Beyond the Hills, di Cristian Mungiu (Romania); Sister, di Ursula Meier (Svizzera).


2 risposte a "Oscar 2013: “Cesare deve morire” fuori dalla rosa dei nove titoli"

  1. Il problema è che Cesare deve morire è superiore a La vita è bella, ma uno ha vinto l’oscar perchè un po’ ruffiano e l’altro non viene selezionato perchè film duro e scomodo, girato da non attori che avrebbero messo in difficoltà i veri attori (o presunti tali).
    F.

    "Mi piace"

    1. Bisognerebbe conoscere le motivazioni dell’Academy, concordo comunque sulla circostanza che il contatto con il reale, non filtrato o edulcorato da toni accondinscendenti, li abbia disorientati, considerando poi che la vicenda in sè, delineata nel film, a mio avviso, assume un forte valore universale.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.