Alice nella Città XVI Edizione, le prime anticipazioni

Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle nuove generazioni, giunta alla sua 16ma edizione, curatori Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, si svolgerà nella Capitale dal 18 al 28 ottobre  tra Casa Alice, gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica e alcune sale cinematografiche della città, presentando un’estrema varietà di formati e linguaggi visivi in cui convivranno i classici contemporanei, le prime visioni, le grandi anteprime fuori concorso, le serie tv, i cortometraggi, i film rari ed i restauri.  La nuova programmazione metterà al centro le opere presenti nelle tre sezioni corrispondenti alle tradizionali linee di ricerca collegate al Concorso aperto alle scuole, Panorama e Panorama Italia, che nascono con l’idea di intercettare e raccogliere tutto ciò che si muove non solo tra gli esordi alla regia ma anche nelle storie volte ad affrontare i temi dell’adolescenza e della giovinezza con uno sguardo più adulto.  Tra le prime anticipazioni,  titolo di preapertura sarà Johnny English colpisce ancora , con Rowan Atkinson,  a Roma  per accompagnare il film, oltre che protagonista di un incontro sul mestiere dell’attore e sulla comicità con gli studenti delle scuole di cinema.

(GoldPoster)

Nella sezione Panorama anteprima europea per A Kid Like Jake, diretto da Silas Howard: nel cast  Claire Danes, Octavia Spencer, Priyanka Chopra e Jim Parsons (Sheldon di Bing Bang Theory), che sarà a Roma per presentare il lungometraggio insieme al regista del film,  protagonista poi di un incontro con i ragazzi.
Il primo titolo ad essere annunciato in Concorso è l’anteprima internazionale di The New Romantic, l’opera prima di Carly Stone, vincitrice del SXSW South by Southwest, una romantic-comedy che vede come protagonista Jessica Barden, a Roma per accompagnare il film ed incontrare il pubblico.  La linea d’incontri Un certo sguardo raccoglierà personalità provenienti da ambiti diversi, le quali saranno invitate a condividere con il pubblico l’approfondimento di temi e film preferiti che hanno contribuito alla loro educazione culturale; fra i primi ospiti annunciati: Andrey Konchalovskiy e lo sceneggiatore Barry Morrow.

(Movieplayer)

Con la sezione Quei ragazzi, da quest’anno Alice si aprirà ai classici contemporanei, ai film del passato restaurati e riproposti per la loro forza e attualità; in collaborazione con CSC – Cineteca Nazionale, Luce Cinecittà e Studio M Restauro, in occasione dei trent’anni dall’uscita in sala – il 20 ottobre 1988 -, si festeggerà  il restauro di Mignon è partita diretto da Francesca Archibugi, presente alla proeiezione.
Un esordio cinematografico sorprendente, che da subito ebbe il sostegno del pubblico, mettendo in luce la sensibilità della regista di dirigere e raccontare il disagio degli adolescenti, e il passaggio all’età adulta. Anche quest’anno la giura dei ragazzi sarà affiancata da una giuria di professionisti, che sarà chiamata ad assegnare alla migliore opera Prima  e  Seconda  presentata nel programma (sia nel concorso Young/Adult sia in Alice/Panorama) il premio Camera d’Oro; i primi giurati  sono l’attrice Elisa Sednaoui  e lo sceneggiatore e produttore americano Barry Morrow.

Due le Rassegne Tematiche di quest’anno, una dedicata alle figure infantili e adolescenziali nel cinema dell’orrore,  rassegna/saggio, in collaborazione con la rivista di critica cinematografica Quinlan, dove l’argomento della paura sarà analizzato attraverso una selezione di film, testi e immagini che affrontano da un lato il mutamento delle figure infantili e adolescenziali nel cinema dell’orrore, da vittime indifese ed innocenti a inquietanti protagonisti di terribili crudeltà, dall’altro l’orrore visto con gli occhi dei bambini, anzi, con il Terzo Occhio infantile che, da Stephen King in poi, viene unanimemente riconosciuto come la capacità che i ragazzi hanno di vedere più a fondo nelle cose (luccicanza).
L’altra, Italian Cinema Now:una nuova formibidabile generazione, nata in collaborazione con L’Accademia del cinema italiano – premi David di Donatello offrirà una selezione degli autori italiani che negli ultimi anni ci hanno rappresentato all’estero, nelle selezioni dei festival internazionali, un percorso di proiezioni e incontri tra autori e curatori che mettano in luce quei film aventi come tema l’adolescenza e l’infanzia, per esaltarne la libertà, l’intelligenza e la poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.