Milano, MIC- Museo Interattivo del Cinema: dal 27 novembre la terza edizione di LongTake Interactive Film Festival

Dal 27 novembre aldicembre al MIC- Museo Interattivo del Cinema di Milano si terrà la terza edizione di LongTake Interactive Film Festival, un evento culturale ad alto tasso di interattività, che vede il pubblico, in particolare quello dei giovani, attore protagonista, anche nella scelta della programmazione. Il Festival è ideato e realizzato dal portale di cinema LongTake insieme a Fondazione Cineteca Italiana e con il contributo del Comune di Milano, dando così vita ad un format innovativo il cui obiettivo è diffondere la cultura cinematografica e coltivare la passione per il cinema di qualità.
Per la sua terza edizione milanese, il Festival #LIFF propone un variegato ed interessante programma:  in Concorso vi sono 8 film inediti in sala, tra cui First Reformed di Paul Schrader e Last Flag Flying di Richard Linklater e sarà il pubblico a decretare il vincitore, votando direttamente sul sito del festival; previsto poi un Concorso per giovani critici cinematografici che premierà l’autore under 30 della miglior recensione e non mancheranno gli   omaggi ad Agnès Varda, Bernardo Bertolucci e Josef von Sternberg. Tutte le proiezioni saranno in lingua originale con sottotitoli in italiano. La serata inaugurale del Festival, mercoledì 27 novembre, ospiterà uno speciale concerto dedicato a un’originale rilettura delle più belle colonne sonore sul tema della fantascienza: i temi verranno musicati da I Sincopatici, trio composto da Francesca Badalini (pianoforte, tastiere, chitarre), Andrea Grumelli (basso, synth) e Davide Martinelli (batteria, percussioni). A seguire la proiezione di Blade Runner. The Final Cut, omaggio al capolavoro di Ridley Scott del 1982, ambientato proprio nel novembre del 2019.

(MyMovies)

Concorso: Assassination Nation (Sam Levinson).First Reformed (Paul Schrader).Funan (Denis Do).Killing (Shin’ya Tsukamoto). Last Flag Flying (Richard Linklater). Les garçons sauvages (Bertrand Mandico). Sorry to Bother You (Boots Riley). Tarde para morir joven (Dominga Sotomayor Castillo). In cartellone sono stati poi inseriti tre titoli scelti dal pubblico in base ai sondaggi nelle tre categorie proposte:Omaggio ad Agnès Varda – Senza tetto né legge. Omaggio a Bernardo Bertolucci – Il conformista. Capolavori del 1969 – Il mucchio selvaggio di Sam Peckinpah.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.