Alice nella Città XVII Edizione, la mediazione del cinema per una concreta comunicazione fra il mondo dell’infanzia e quello degli adulti

Un festival dedicato al racconto delle nuove generazioni, deve seguire come bussola la rottura dell’ordine imposto dalla realtà, rottura che altro non è che la conquista della scoperta e dell’avventura. Allora, da dove ricominciare? Il discorso è aperto, soprattutto, sul terreno dell’educazione all’immagine nella scuola. Da lì si può partire puntando sulla pubertà dello spettatore che per la sua crescita dovrà contare su una volontà collettiva che scommette sulla trasmissione di un metodo di lavoro che dia all’educazione dei cinque sensi quella dignità che le si è data anche in un passato recente. Gianni Rodari riconosceva a quest’attitudine, a questa capacità d’interrogarsi su come raccontare e scrivere per l’infanzia, l’ottimismo della specie. Esiste dunque un’eccezione che resiste, ovvero un gesto non isolato nel quale i due mondi lontani, ‘la società infantile’ e ‘la società adulta’ sono in grado di comunicare tra di loro, gesto che appare ancora come un miracolo o un’anomalia del tessuto sociale. In tutto questo il cinema e l’audiovisivo in generale può e deve fare la sua parte, mettendosi in discussione per cominciare a diventare vivo e per non essere ingoiato da un nuovo algoritmo”.  Le parole dei direttori artistici Gianluca Giannelli e Fabia Bettini ritengo descrivano perfettamente le linee guida che andranno a caratterizzare la XVII Edizione di Alice nella Città (17-27 ottobre), sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle nuove generazioni  che si svolgerà nella Capitale all’Auditorium Parco della Musica, nella Sala Alice Timvision e nella Sala Raffaella Fioretta.

(MondoFox)

Il cartellone prevede una selezione che, come per la passata edizione, metterà l’accento sul cinema italiano con proiezioni di film, documentari e cortometraggi di giovani promesse, per un programma di anteprime assolute, esordi alla regia e conferme originali. 12 le opere del Concorso Young Adult, 7 eventi speciali e 3 le serie. Il programma di Alice Panorama raccoglie 12 film a cui si affiancherà la selezione Panorama Italia con 12 lungometraggi e 5 eventi speciali fuori concorso, 30 cortometraggi (12 in concorso, 13 fuori concorso e 5 scuole in corto) selezionati in collaborazione con Premiere Film. Preapertura con l’anteprima europea di Maleficent – Signora del male di Joachim Rønning distribuito dalla The Walt Disney Company Italia, interpretato da Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer, che il 7 ottobre saranno a Roma sia per la premiere, sia per essere e protagoniste di un incontro con gli studenti delle scuole di cinema. Come scritto,  12 i film selezionati per partecipare al concorso Young│Adult, che saranno valutati da una giuria composta da 23 ragazzi e ragazze selezionati su tutto il territorio nazionale,  titoli collegati da innumerevoli fili che si legano e completano l’un l’altro nell’ abbracciare generi e paesi d’origine diversi, così da spingere lo sguardo incontro al mondo, idonei inoltre a porre in essere una relazione fortissima tra l’immaginario e la vita, mettendo in scena tutta la tenacia dell’innocenza, nelle più dure manifestazioni della realtà.

(MyMovies)

Fra i titoli Fuori Concorso troviamo Le Jeune Ahmed (L’età giovane) di Luc e Jean-Pierre Dardenne, Premio per la Miglior Regia al 72mo Festival di Cannes. I due cineasti saranno protagonisti della Lezione di Cinema, aperta al pubblico, che si terrà giovedì 24 ottobre; altro titolo di questa sezione, Matares di Rachid Benhadj. Nell’ambito degli Eventi Speciali, appuntamento con le grandi anteprime del week-end dedicate alla famiglia: ad aprire la programmazione sarà il film Ailo – Un’avventura tra i ghiacci, primo lungometraggio firmato da un grande autore di documentari sugli animali, Guillaume Maidatchevsky; ad accompagnare il film, oltre al regista, anche Fabio Volo, doppiatore.
Il giorno dopo sul red carpet sfileranno invece i doppiatori de La famiglia Addams, film d’animazione realizzato in stop-motion, che ricorda molto lo spirito e i disegni delle storiche vignette del suo creatore Charles Addams: Virginia Raffaele e Pino Insegno nei panni di Morticia e Gomez, Eleonora Gaggero e Luciano Spinelli presteranno la loro voce ai figli Mercoledì e Pugsley. Nel ruolo di Zio Fester, Raoul Bova, mentre Loredana Bertè interpreterà Nonna Addams. Spazio poi ad Alessandro Siani con Il giorno più bello del mondo e a Playmobil the Movie, diretto da Lino DiSalvo, primo lungometraggio ispirato ai noti giocattoli e che vedrà tra i doppiatori  Cristina d’Avena e J-Ax.

(Ciak Magazine)

La sezione Panorama Internazionale comprende opere internazionali che, seppur raccontando il mondo delle nuove generazioni, offrono un pretesto per dire agli adulti cose da e sui giovani, offrendo lo spazio in cui presentare temi a contrasto, mostrando la forza devastante di una realtà che non è mai semplice spettacolo, mentre Panorama Italia  punta sulla scoperta e sulla valorizzazione del giovane cinema italiano, quello più nascosto, che sfugge alla rete dei grandi festival, spesso proprio di una nuova generazione di registi, che si muovono al di fuori dei circuiti commerciali/tradizionali, tra le università e le scuole di cinema e volti a raccontare storie intense e coraggiose nei modi inventivi del cinema indipendente.
Previsti anche incontri, masterclass ed eventi speciali che coinvolgeranno gli studenti di cinema e delle scuole della città. All’interno di questa sezione, Alice nella città e RB Casting hanno deciso di istituire un premio, inteso a segnalare e premiare un attore o un’attrice emergente, che sarà conferito da una giuria selezionata tra produttori, casting directors e talent agents, speculare a quello che si aggiudicherà il/la collega straniero/a nell’ambito di Panorama Internazionale, su valutazione di  una gemellata giuria straniera di professionisti dell’industria cinematografica. Sempre all’interno di Panorama Italia, un’opera verrà insignita del Premio Raffaella Fioretta, un sostegno da parte di Roma Lazio Film Commission per dare visibilità a giovani autori emergenti, con particolare attenzione a tutti quei progetti sviluppati e girati nel Lazio, non ancora usciti in sala e dunque inediti per il grande pubblico.

Novità dell’edizione di quest’anno,  Corti in Scuola, lavori realizzati da registi professionisti che nella scuola hanno potuto lavorare e sviluppare percorsi media literacy e di avvicinamento al mondo del cinema realizzati nell’ambito del Piano nazionale Cinema per la Scuola promosso da Miur e Mibact. Confermato il premio Istant stories Alice&Cinemotore Award, dedicato a tutti i ragazzi che hanno una storia per il cinema, nuove idee propense a  concretizzarsi nella realizzazione di un film, che verrà consegnato il 26 ottobre; il tema di quest’anno è Connessione e sconnessione. La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti i ragazzi dai 12 ai 19 anni di Roma e del Lazio. Una giuria, guidata da Nicola Guaglianone, deciderà la storia più interessante. Restando nell’ambito dei premi, Alice nella Città ha deciso di istituire una Borsa di Studio intitolata a Pietro Coccia, da destinare ad un giovane talento della fotografia tra i 15 e i 24 anni, dietro  valutazione di una giuria qualificata coordinata da Alice nella Città; a consegnarla sarà Carlo Verdone. Si rinnova la partnership con MYmovies, che anche quest’anno assegnerà il Premio Alice MYmovies al miglior regista emergente, selezionato fra le numerose opere prime (presentate nel Concorso Young Adult e Alice│Panorama) grazie ad una giuria composta, tra gli altri, da Gianluca Guzzo, co-founder e AD di MYmovies, il regista teatrale Damiano Michieletto, il regista Ciro D’Emilio, il regista Jim Loach, la cantautrice Paola Turci e la regista Laura Luchetti.

Pino Strabioli e Franca Valeri (Famiglia Cristiana)

Grazie alla collaborazione con Premiere Film e ai tanti partner che hanno aderito al progetto, la kermesse  prevede 12 Cortometraggi in concorso e 13 fuori concorso diretti da giovani registi, selezionati per il valore artistico e originalità del racconto; confermato poi il campus Lotus production e Lotus film group denominato Dal corto al lungo nel corso del quale i 12 registi del concorso cortometraggi potranno presentare alla giuria tecnica di Leone Film Group un progetto di lungometraggio ispirato all propria realizzazione. Di rilievo la linea di programma Quei ragazzi, dedica ai classici contemporanei, ai film del passato restaurati e riproposti ai ragazzi in virtù della loro forza ed attualità, fra i quali quest’anno troviamo Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, di cui si festeggerà il trentennale, mentre tra gli omaggi della sezione risalta quello previsto per l’immensa Franca Valeri, in accordo con la famiglia e gli amici ed in collaborazione con l’Accademia del Cinema italiano – Premi David di Donatello: La presidente Piera Detassis,  Paola Minaccioni ed Anna Foglietta hanno scelto, assieme a Pino Strabioli che coordinerà l’incontro, i titoli da cui saranno tratte le sequenze che andranno a comporre l’omaggio: Il segno di venere  (Dino Risi,  1955), Piccola posta (Steno, 1955) ed Il vedovo (Dino Risi, 1959) mentre Franca Valeri ha scelto come film da segnalare e da mostrare ai ragazzi  Parigi o cara (Vittorio Caprioli, 1962). Infine, la sigla della XVII Edizione di Alice nella Città è stata realizzata dai registi Silvia Luzi e Luca Bellino.

 

 


Una risposta a "Alice nella Città XVII Edizione, la mediazione del cinema per una concreta comunicazione fra il mondo dell’infanzia e quello degli adulti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.