“Nino!” Una serie d’iniziative per ricordare il grande artista a dieci anni dalla scomparsa

Nino Manfredi (wikipedia)
Nino Manfredi (wikipedia)

A dieci anni dalla scomparsa (4 giugno 2004), tutta una serie di iniziative culturali, inserite all’interno della manifestazione Nino!, presentata nei giorni scorsi a Roma, in Campidoglio, ricorderà la figura di Nino Manfredi, fra i grandi protagonisti della commedia all’italiana, alla cui produzione offrì, dopo una lunga esperienza nel teatro di prosa, nella rivista e nella commedia musicale, affrontando ruoli man mano sempre più rilevanti, il suo talento certo insolito, particolare, capace di portare in scena una recitazione pacata, basata su un umorismo sommesso e controllato, che accentuava i toni malinconici di un attore comunque dotato di un’ istintiva carica di simpatia. Personalmente conservo con gioia e commozione nel mio cuore il ricordo, fra le tante pregevoli interpretazioni (per esempio il ciabattino Cornacchia di Nell’anno del Signore, ’69, o Monsignor Colombo in Nel nome del Papa Re, ’77, entrambi diretti da Luigi Magni), quella di Mastro Geppetto nello sceneggiato televisivo Le avventure di Pinocchio (Luigi Comencini, 5 puntate, dall’8 aprile al 6 maggio ‘72).

Manfredi-Geppetto ne "Le avventure di Pinocchio"
Manfredi-Geppetto ne “Le avventure di Pinocchio”

Difficile dimenticare quello sguardo stupito e allo stesso tempo assertivo nell’accettare l’impossibile, coincidente con quanto desiderato: un burattino costruito nottetempo al mattino vispo bimbetto (Andrea Balestri), nella semplice constatazione “Sono padre!”, espressa con profonda naturalezza ed umanità. Così come illustrate dalla moglie Erminia, insieme alle figlie e ai nipoti, le suddette iniziative prenderanno il via presso il Linwood Dunn Theater di Los Angeles, venerdì 9 maggio, con la proiezione del film Pane e cioccolata (1973, Franco Brusati), nella ricorrenza dei quarant’anni dalla sua realizzazione, mentre nello stesso mese, dal 12 al 16, la città ospiterà, all’interno dell’Istituto Italiano di Cultura, una retrospettiva dedicata all’artista. Proseguimento in Italia, quando, il 7 giugno, a Roma, all’Auditorium della Conciliazione, avrà luogo il concerto di Roberto Gatto, basato sugli arrangiamenti delle musiche più famose dei film di Manfredi, con la collaborazione di Edoardo Leo.

Per%20grazia%20ricevutaIl 14 giugno, a Castro dei Volsci, paese natale dell’attore, sarà inaugurata una mostra permanente presso la Torre dell’Orologio, e verrà proiettato Per grazia ricevuta, diretto ed interpretato da Manfredi nel ’70, suggestivo incontro fra la bravura dell’attore e l’intelligenza dell’autore, capace di narrare con il sorriso il contrasto tra la fede intesa come spiritualità interiore e spontaneo affidamento delle proprie insicurezze al divino e quella costruita dalla dottrina che si insinua nell’animo umano con i suoi modelli di comportamento e la conseguente idea del peccato, creando dubbi e tormenti che perdurano nel tempo. A Bologna, la rassegna Sotto le stelle del cinema, che si svolgerà fra giugno e luglio, gli dedicherà una retrospettiva, mentre a Venezia, nel corso della 71ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, all’interno della sezione Venezia Classici, verrà proiettata la versione restaurata dell’episodio L’avventura di un soldato, tratto dal film del 1962 L’amore difficile.

Manfredi e Fulvia Franco ne "L'avventura di un soldato"
Manfredi e Fulvia Franco ne “L’avventura di un soldato”

Si tratta della prima regia di Manfredi, che adattò un testo di Italo Calvino: l’incontro in treno tra un soldato (Manfredi) ed una vedova (Fulvia Franco), i quali, senza pronunciare alcuna parola, danno vita ad un gioco di seduzione visualizzato con rara sensibilità. Infine, in autunno, una serie di eventi culturali, a Roma e all’estero, comprensivi di una mostra multimediale (circa 140 stampe e inserti video in collaborazione con Rai Teche, per raccontare la vita dell’attore) e della messa in scena di un testo inedito dell’artista, Ma perché Dio creò il peccato?, per la regia di Alessandro Benvenuti. Dopo una tappa a New York, la conclusione a Parigi, con un evento in programma dal 26 al 30 novembre, presso lo storico Cinéma Arlequin. La rassegna è curata da Dalia Events, in collaborazione con la Onni e il sostegno della famiglia Manfredi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.